Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Polizia di Stato: task force sul capoluogo, nel mirino la zona della stazione ferroviaria

12 aprile 2019

Il territorio del capoluogo, nella serata di ieri, è stato interessato da un servizio straordinario di controllo del territorio per prevenire e contrastare i reati di natura predatoria e relativi allo spaccio di sostanze stupefacenti.

Per l’occasione il Questore, dr. Leonardo Biagioli, ha spiegato un massiccio dispositivo di uomini e mezzi: il personale della Questura – Volanti, Polizia Scientifica, Ufficio immigrazione – è stato affiancato dai colleghi del Reparto Prevenzione Crimine Lazio, delle unità cinofili provenienti da Nettuno.

Al già compatto schieramento si sono aggiunti gli “specialisti” della Polizia Ferroviaria dello scalo frusinate, zona attenzionata nello specifico, in quanto teatro, negli ultimi tempi, di un’escalation di attività illecite.

Nella circostanza sono state controllate 76 persone, delle quali 45 cittadini extracomunitari, verificata la regolarità di 18 veicoli.

Un quarantenne è stato segnalato all’Autorità Amministrativa per detenzione di sostanza stupefacente per uso personale, mentre 2 cittadini stranieri, rispettivamente un ghanese ed un brasiliano, non in regola sul territorio nazionale, sono stati sottoposti ad espulsione.

L’attività della Polizia di Stato proseguirà costantemente nella lotta all’illegalità, nell’impegno continuo a garantire tutela e sicurezza alla collettività.

 



TI POTREBBERO INTERESSARE

Roma. I Carabinieri della stazione di Anagni notificano un ordine di carcerazione ad una 44enne di Anagni; la donna fu già tratta in arresto per reati connessi alla droga
Nella serata di martedì 20 settembre a Pontecorvo i Carabinieri della locale Stazione, a seguito di un controllo amministrativo eseguito presso un’armeria sita nella giurisdizione della Compagnia Carabinieri di Pontecorvo, procedevano all’arresto in flagranza di reato di un 32enne, non censito e titolare della predetta attività, ritenuto responsabile di “detenzione illegale di armi comuni da sparo, omessa denuncia e registrazione di armi comuni da sparo e omessa custodia di armi”.
Negli ultimi mesi sono stati intensificati, come disposto dal Questore di Frosinone dr.ssa Rosaria Amato i servizi di controllo del territorio con particolare attenzione al contrasto dello spaccio e della diffusione di droga. “Scuole sicure” in una “Città sicura” è l’obiettivo della Polizia di Stato: primo step è contrastare i reati in materia di stupefacenti.
Un 26enne pluripregiudicato residente nella parte alta del capoluogo è stato trovato in possesso di circa 1,6 kg di sostanza stupefacente tra cocaina, hashish, mariujana e shaboo a seguito di un blitz all'interno della sua abitazione operato dal reparto Volanti della Questura di Frosinone; lo shaboo è una pericolosissima droga sintetica, dieci volte più potente della cocaina, con effetti choc sul corpo, a base di metanfetamina. Parte della droga era già suddivisa in dosi, il restante in panetti pronti al confezionamento. Il 26 enne era da tempo guardato a vista dagli uomini della squadra volante che in diverse occasioni aveva proceduto al suo arresto.
Nella giornata di sabato scorso, fin dalle prime ore dell'alba una importante operazione coordinata dal posto di Polizia ferroviaria di Colleferro in stretta collaborazione con il Commissariato di Colleferro con il personale del Posto Polfer di Frosinone e con la determinante presenza delle unità cinofile della Questura di Roma ha consentito di procedere ad un ingente sequestro di distanze stupefacenti tra Colleferro e la Capitale.