Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Frosinone. Fanno spesa ma escono senza pagare: arrestati due coniugi

12 aprile 2019

Durante l’ordinario controllo del territorio, intorno alle ore 20,00 della giornata di ieri 11 aprile, è giunta su linea 113 richiesta di intervento nei pressi di un supermercato della zona bassa della città.
A chiamare la locale sala operativa era un dipendente dell’attività il quale segnalava la presenza nei locali di due individui, un uomo e una donna, lui 37enne, lei poco più che maggiorenne, intenti a trafugare negli scaffali e celare prodotti all’interno dei propri abiti e borse al seguito.
Tempestivo l’intervento delle pattuglie del reparto volanti che subito hanno individuato i due malfattori proprio all’uscita dell’esercizio commerciale; avevano occultato  diversi prodotti alimentari senza aver pagato in cassa:
da un controllo sull’autovettura gli operatori hanno rinvenuto altri prodotti con marchio differente; in realtà la coppia aveva già fatto visita ad un altro supermercato della zona. Gli agenti insospettiti dalla presenza degli altri generi alimentari hanno deciso di effettuare pertanto ulteriori accertamenti in quest’ultima attività dove hanno constatato infatti l’avvenuta consumazione di altri furti operata dalla stessa coppia con inconsueta destrezza. Per i due, regolarmente coniugati, scatta l’arresto in flagranza.

 


TI POTREBBERO INTERESSARE

Un 26enne pluripregiudicato residente nella parte alta del capoluogo è stato trovato in possesso di circa 1,6 kg di sostanza stupefacente tra cocaina, hashish, mariujana e shaboo a seguito di un blitz all'interno della sua abitazione operato dal reparto Volanti della Questura di Frosinone; lo shaboo è una pericolosissima droga sintetica, dieci volte più potente della cocaina, con effetti choc sul corpo, a base di metanfetamina. Parte della droga era già suddivisa in dosi, il restante in panetti pronti al confezionamento. Il 26 enne era da tempo guardato a vista dagli uomini della squadra volante che in diverse occasioni aveva proceduto al suo arresto.
Roma. I Carabinieri della stazione di Anagni notificano un ordine di carcerazione ad una 44enne di Anagni; la donna fu già tratta in arresto per reati connessi alla droga
Polizia di Stato e Carabinieri, in un’attività congiunta predisposta per contrastare i reati connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno setacciato il territorio di Alatri. Nel corso dei servizi gli uomini della Squadra Mobile della Questura e del Comando Provinciale di Frosinone hanno scovato un’abitazione dove, in seguito a perquisizione domiciliare, un 51enne del luogo aveva occultato, in un comodino della camera da letto, due confezioni di cocaina, un bilancino di elettronico di precisione ed un coltello a serramanico. È scattata la denuncia per detenzione ai fini di spaccio. Inoltre, all’indagato sono state ritirate cautelativamente due pistole regolarmente detenute. I controlli proseguiranno senza sosta: è “guerra” dichiarata al business della droga.
Negli ultimi mesi sono stati intensificati, come disposto dal Questore di Frosinone dr.ssa Rosaria Amato i servizi di controllo del territorio con particolare attenzione al contrasto dello spaccio e della diffusione di droga. “Scuole sicure” in una “Città sicura” è l’obiettivo della Polizia di Stato: primo step è contrastare i reati in materia di stupefacenti.
Proseguono senza sosta i servizi coordinati del territorio attuati in collaborazione tra Polizia di Stato ed Arma dei Carabinieri per innalzare il livello di sicurezza. Sale il monitoraggio delle aree a rischio del territorio che consente la più ampia conoscenza delle stesso con la definizione dei livelli di rischio della criminalità e la conseguente adozione delle misure correttive. Nella serata di giovedì scorso sono state eseguite perquisizioni presso l’edificio denominato “Casermone” finalizzate al contrasto del mercato di sostanze stupefacenti.