Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Veroli. Altra merce provendo di furto in un appartamento disabitato: di nuovo nei guai il 34enne del posto beccato nei giorni scorsi dai Carabinieri

8 marzo 2019

Nel tardo pomeriggio di ieri i militari della Stazione di Veroli a conclusione di articolata attività info - investigativa scaturita a seguito dei recenti furti commessi nel centro di Veroli ed al conseguente deferimento all’A.G. nei giorni scorsi per il reato di ricettazione di un 34enne del luogo, nel corso di un’ispezione presso un appartamento disabitato ubicato nello stesso stabile ove risiede il giovane, hanno rinvenuto numerosi oggetti proventi di furti avvenuti negli anni scorsi nel territorio verolano.
Le attività hanno consentito di accertare che il 34enne aveva la disponibilità dell’immobile ove sono stati rinvenuti tali oggetti di dubbia provenienza consistenti in macchine fotografiche, dipinti, berretti militari, pellicce, radio e stereo e dei quali l’effettivo proprietario dell'immobile stesso ne disconosceva la  proprietà.
Sono in corso ulteriori verifiche per accertare se il materiale rinvenuto venisse commercializzato tramite il sito internet di e-Bay.
Nel medesimo contesto, il 34enne veniva denunciato in stato di libertà per l’illecita detenzione di 37 cartucce calibro 22, rinvenute in una cantina dello stesso stabile di cui aveva l’uso esclusivo.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Alatri. Arrestato l'autore dei furti commessi nel parcheggio della piscina comunale: è un 62enne di Frosinone già noto alle forze dell'Ordine
Importante operazione dei Carabinieri del Nucleo Operativo Radio Mobile della Compagnia di Alatri che, coadiuvati dai colleghi delle Stazioni di Alatri e Veroli, hanno dato esecuzione di ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa dal Tribunale di Frosinone il 13 giugno scorso nei confronti di due giovani residenti nella città dei Ciclopi; il reato contestato, per i due, già censiti per reati contro il patrimonio, è concorso in furto aggravato continuato; con l'operazione di ieri si mette così fine alla cosiddetta banda della Clio grigia.
Ferentino. Un arresto per evasione e una denuncia per furto in una chiesa: i Carabinieri agli ordini del mar. Raffaele Alborino impegnati su più fronti
Furto aggravato e tentata rapina: queste le accuse per una 38enne di Paliano che martedì scorso 7 luglio è stata arrestata dai Carabinieri della locale stazione in esecuzione a un ordine di carcerazione emesso dal Tribunale di Sorveglianza di Roma. La donna, negli anni addietro, si era resa responsabile di una serie di furti; in particolare, in una circostanza aveva anche aggredito il titolare di un supermercato che l'aveva sorpresa a rubare degli articoli in vendita. La donna è stata trasferita presso la propria abitazione in regime degli arresti domiciliari, dove dovrà espiare la pena a nove mesi e ventotto giorni di reclusione.
Il 4 gennaio scorso a Ferentino sono stati consumati due furti ed uno tentato, all’interno di esercizi commerciali. In particolare nei furti veniva asportato del denaro contante dai registratori di cassa mentre il tentato furto non si concretizzava grazie all’intervento del proprietario che riusciva a mettere in fuga il malvivente.