Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Alatri. Truffa dell'olio extra vergine di oliva, i Carabinieri arrestano due fratelli pugliesi

11 febbraio 2019

Questa mattina, ad Alatri, i militari dell’Aliquota radiomobile della locale Compagnia Carabinieri, in collaborazione con il personale del NORM della Compagnia di Frosinone e quello della Stazione di Piedimonte San Germano, a conclusione di una meticolosa attività info-investigativa hanno tratto in arresto nella flagranza di reato due fratelli della provincia di Foggia - G. P. e G. G., rispettivamente di 55 e 41 anni - già censiti per reati contro la pubblica amministrazione e il patrimonio, per il reato di tentata truffa aggravata in concorso.
I militari davano corso alle indagini facendo riferimento ad una serie di truffe commesse nel novembre dello scorso anno in danno di attività commerciali ubicate nella provincia di Frosinone (in particolare nei comuni di Frosinone e Piedimonte San Germano) poste in essere con la consegna di cartoni contenenti lattine di olio di pessima qualità, venduto invece mediante artifizi e raggiri come prodotto extravergine di oliva. Tale attività consentiva di individuare i due fratelli, i quali recatisi nella mattinata odierna all’interno di un bar pizzeria ubicato in località Stazione del Comune di Alatri, tentavano di perpetrare una nuova truffa chiedendo la consegna della somma di 100 euro alla cassiera dell’esercizio, affermando nella circostanza di aver ricevuto telefonicamente dalla proprietaria un ordine di olio e di aver concordato con la stessa la consegna del prodotto proprio nella mattina odierna. Il tentativo non aveva buon esito grazie al sopraggiungere della proprietaria del bar, nonché all’intervento di un brigadiere dei Carabinieri in servizio presso il Comando Stazione di Frosinone ed un altro, attualmente in congedo, ivi presenti, che impedivano il realizzarsi del reato. Nella circostanza, i Carabinieri ponevano sotto sequestro il denaro e la sottonotata merce, trovati nella disponibilità dei due:
-       nr. 4 cartoni contenenti 16 taniche di verosimile olio di oliva per complessivi 80 litri;
-       nr. 21 etichette adesive indicanti la data di scadenza del 30 dicembre 2020;
-       nr. 3 confezioni contenenti 36 Kg. di olive verdi;
-       nr. 2 telefoni cellulari;
-       la somma complessiva di euro 342 in contanti, provento dell’attività illecita.
Al termine delle formalità di rito, i due resisi responsabili delle attività illecite sono stati tratti in arresto e trattenuti presso le camere di sicurezza della Compagnia di Alatri, in attesa di rito direttissimo. Nei confronti degli stessi veniva altresì avviato il procedimento per la proposta della misura di prevenzione del Foglio di Via Obbligatorio con divieto di ritorno nei comuni di Alatri, Frosinone e Piedimonte San Germano, per anni tre.   


TI POTREBBERO INTERESSARE

Truffa e ricettazione: i Carabinieri della stazione di Ferentino arrestano 34enne che deve scontare quasi cinque anni e mezzo di reclusione per truffe commesse a Ferentino, Alatri e Tecchiena di Alatri
Controllo dei Carabinieri sul territorio: 54enne di Alessandria denunciato per truffa nei confronti di una donna di Alatri; a Piglio, 29enne di Frosinone arrestato per essere evaso dai domiciliari
Questa mattina i Carabinieri della stazione di Ferentino hanno tratto in arresto un uomo di 48 anni residente in città, in esecuzione all-uomo deve espiare la pena di un anno e sette mesi di reclusione per truffa. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.
Finito male il tentativo di truffa di un uomo napoletano settantenne con alle spalle numerose vicende giudiziarie, arrestato l’altra sera dai Carabinieri della stazione di Valmontone con l’accusa di truffa aggravata nei confronti del gestore di un bar-tabacchi del centro di Valmontone.
Truffa dello specchietto: 27enne napoletano denunciato dai Carabinieri delal stazione di Ferentino. Aveva provato ad ingannare un 68enne di Alatri I Carabinieri della stazione di Ferentino agli ordini del mar. Raffaele Alborino, al termine degli accertamenti del caso, hanno denunciato in stato di libertà un 27enne della provincia di Napoli, già censito per reati specifici, perché resosi responsabile del reato di tentata truffa. Le indagini hanno permesso di identificare e raccogliere univoci e coincidenti elementi di colpevolezza a carico del giovane che, unitamente ad un altro soggetto non ancora identificato, nei giorni scorsi ha tentato la cosiddetta “truffa con lo specchietto” in danno di un 68enne residente ad Alatri. Nella circostanza i due desistevano dal portare a termine il reato attesa la richiesta di intervento dell’Arma da parte del malcapitato.