Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

La truffa corre su Internet. Arrestati padre, figlio e un'altra persona, tutti residenti tra Ferentino e Anagni: pubblicavano falsi annunci di vendita di materiale informatico

i proventi dell’attività illecita compiuta dai tre si aggira intorno ai 125.000 euro - 8 febbraio 2019

Tre persone - C.E. e M.E., il primo di 57 e l'altro 22 anni, rispettivamente padre e figlio, insieme a C.M., ventottenne, sono stati tratti in arresto al termine di una operazione è stata condotta dal compartimento Polizia Postale del Lazio in collaborazione con i colleghi di Frosinone coordinati dall’ispettore Rea. Nel corso dell’attività d’indagine, avviata alcuni mesi fa e conclusa oggi con l'arresto dei tre, sono stati documentati numerosi episodi di truffa perpetrati su tutto il territorio nazionale. L’operazione ha avuto inizio dopo la querela presentata dal responsabile di una società attiva su una piattaforma online che, nel denunciare un’intrusione informatica, ha segnalato di aver fornito le credenziali di accesso al proprio account di vendita, inserite in una pagina «login di accesso» che riproduceva quella originale. Introdottisi nell’account, poi, i tre ciociari hanno iniziato a pubblicare falsi annunci di vendita di materiale informatico. In sostanza la banda offriva computer e telefonini a prezzi super convenienti (che non venivano inviati o erano taroccati). In questi annunci, quindi, i truffatori modificavano i dati relativi al codice IBAN sul quale far confluire i pagamenti. In pratica gli acquirenti versavano su carte legate a conti postali.
Una volta incassati i soldi i tre chiudevano il rapporto con l’Ufficio postale e ne riaprivano un altro in un’altra città. E così, seguendo i trasferimenti del denaro, gli agenti della Polizia Postale sono riusciti a intercettare i responsabili della truffa mentre tentavano di ritirare denaro contante presso uffici postali della provincia. L'operazione ha portato al sequestro di 16.000 euro in contanti oltre a conti correnti postali su cui risultano ancora depositati circa 15.000 euro. Si stima che i proventi dell’attività illecita compiuta dai tre si aggira intorno ai 125.000 euro. 


TI POTREBBERO INTERESSARE

In relazione all’arresto eseguito nella giornata di ieri dai militari della Stazione Carabinieri di Ferentino, a carico delle due persone di 47 e 45 anni, originarie rispettivamente della provincia di Avellino ed Isernia, che nel tentativo di incassare un assegno di 165.000,00 Euro presso l’Ufficio Postale di Ferentino scalo si rendevano responsabili a vario titolo dei reati di truffa, falsità materiale e porto abusivo di armi, la competente A.G. ha convalidato il suddetto provvedimento con obbligo di dimora nei paesi di origine; i rispettivi legali hanno richiesto i termini a difesa per il processo.
Questa mattina i Carabinieri della stazione di Ferentino hanno tratto in arresto un uomo di 48 anni residente in città, in esecuzione all-uomo deve espiare la pena di un anno e sette mesi di reclusione per truffa. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.

Frosinone. Intera famiglia a giudizio per aver truffato correntisti postali. Pronto il risarcimento

Dopo l’arresto di una cinquantenne dipendente di un Ufficio Postale della provincia, finisce nella rete della Polizia anche il marito
Nello scorso mese di febbraio gli agenti della Polizia di Stato hanno arrestato una cinquantenne impiegata di un ufficio postale della provincia di Frosinone. Pesante fu, in quel caso, l’accusa formulata dagli inquirenti a suo carico: si trattò di una vera e propria truffa ai danni di ignari risparmiatori.
Nell’ambito delle iniziative promosse, a livello locale, per celebrare il Safer Internet Day 2019 – l’evento internazionale che promuove un uso più sicuro e responsabile della tecnologia online e dei telefoni cellulari da parte di bambini e giovani in tutto il mondo, la Polizia Postale e delle Comunicazioni di Frosinone,
Nella mattinata di oggi, a Ferentino, i militari della locale Stazione Carabinieri agli ordini del mar. Raffaele Alborino nel corso di un predisposto servizio di controllo del territorio hanno arrestato in flagranza di reato due persone rispettivamente di 47 e 45 anni (già censiti per reati specifici) e ne denunciavano altre due di 54 e 49 anni, tutti resisi responsabili a vario titolo di truffa, falsità materiale e porto abusivo di armi.