Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Carabinieri in azione a Piglio e a Veroli; due le persone denunciate: una per truffa, l'altra per inosservanza al decreto di espulsione dal territorio nazionale

9 gennaio 2019

Questa mattina, a Piglio, il personale del locale Comando Stazione Carabinieri agli ordini del mar. Domenico Serpico, a seguito di specifica attività info-investigativa scaturita da una denuncia presentata da una cittadina del luogo, ha denunciato in stato di libertà alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Aversa (CE), un 21enne residente a Caivano (NA), poiché resosi responsabile del reato di truffa.
Il giovane, stando a quanto appurato dai Carabinieri, con artifizi e raggiri ha indotto la denunciante ad effettuare una ricarica di circa 300 euro sulla propria carta postepay  in cambio della promessa di concedere in affitto un’abitazione sita Terracina, ma la locazione dell’immobile - però - non veniva mai onorata.

Ieri pomeriggio, a Veroli, personale del locale Comando Stazione Carabinieri, nel corso di un predisposto servizio per il controllo del territorio teso a contrastare la commissione dei reati in genere, ha denunciato in stato di libertà, alla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone, un 23enne di nazionalità egiziana e residente in questo capoluogo poiché resosi responsabile del reato di inosservanza al decreto di espulsione dal territorio nazionale.

Nel corso del servizio preventivo, i militari procedevano al controllo del giovane mentre era in compagnia di un suo connazionale e a seguito dei previsti accertamenti (essendo lo stesso sprovvisto di un documento identificativo), è emerso a suo carico un provvedimento di espulsione amministrativa dal territorio nazionale emesso dal Questore di Milano in data 27 giugno 2018; per tal motivo, quindi, veniva deferito in stato di libertà.


TI POTREBBERO INTERESSARE

49enne di Veroli tratto in arresto dai Carabinieri per il reato di lesioni commesse in Ferentino nel 2013 in concorso con il fratello
Nella mattinata di oggi a Veroli, i militari della locale Stazione a conclusione di due distinte attività investigative hanno denunciato alla competente autorità giudiziaria rispettivamente un uomo ed una donna, residenti nel nord Italia, di 47 e 30 anni nonchè un 33enne di Ancona tutti resisi responsabili del reato di truffa ai danni di due persone residenti a Veroli.
Resistenza, rapina e truffa: arrestato ad Anagni un 64enne già censito per reati contro il patrimonio e la persona e per atti osceni
Questa mattina i Carabinieri della stazione di Ferentino hanno tratto in arresto un uomo di 48 anni residente in città, in esecuzione all-uomo deve espiare la pena di un anno e sette mesi di reclusione per truffa. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato tradotto presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari.
Finito male il tentativo di truffa di un uomo napoletano settantenne con alle spalle numerose vicende giudiziarie, arrestato l’altra sera dai Carabinieri della stazione di Valmontone con l’accusa di truffa aggravata nei confronti del gestore di un bar-tabacchi del centro di Valmontone.