Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Alatri. 51enne arrestato dai Carabinieri: era evaso dai domiciliari e si era recato a casa della madre per gonfiarla di botte

22 novembre 2018

Ieri ad Alatri i militari della locale Stazione - nel corso di un predisposto servizio di controllo del territorio - hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, S.G. 51enne alatrense responsabile del reato di evasione. L’uomo, già censito per furto ed estorsione, stava scontando dallo scorso ottobre una pena detentiva domiciliare di sei mesi per il reato di esercizio arbitrario delle proprie ragioni con violenza alle persone e lesioni personali aggravate per fatti commessi ad Alatri nel 2012. Nel pomeriggio di ieri a seguito della segnalazione della madre di S.G. presso la Stazione Carabinieri di Alatri, nella quale la donna riferiva che era stata malmenata dal figlio poi allontanatosi dall’abitazione, i militari si sono portati alla ricerca dell’uomo che veniva successivamente rintracciato ad Alatri in evidente stato psico-fisico alterato. L’arrestato - espletate le formalità di rito - è stato trattenuto presso le camere di sicurezza del Comando Carabinieri di Alatri in attesa del rito direttissimo. Non si è proceduto per il reato di lesioni in quanto la madre non ha presentato formale denuncia-querela nei confronti del figlio.

 

Nella mattinata di ieri ad Alatri i Carabinieri del N.O.R.M., Aliquota Radiomobile, durante un servizio finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati contro il patrimonio, controllavano e identificavano tre uomini residenti nel siracusano di 56, 52 e 32 anni, gravati da numerosi precedenti per furto, falso, truffa e numerosi allontanamenti con foglio di via obbligatorio. Nei confronti dei tre individui, che venivano notati aggirarsi in modo sospetto, e senza nessun giustificato motivo, nella vicinanza di obiettivi sensibili della cittadina, ricorrendone i presupposti, veniva inoltrata proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio, con divieto di ritorno nel comune di Alatri per tre anni.


TI POTREBBERO INTERESSARE

"Beccati" in flagranza di reato mentre rubano gasolio da alcuni automezzi ad Alatri: tre persone tratte in arresto dai Carabinieri
Nella serata di giovedì 28 maggio i Carabinieri della stazione di Ferentino hanno tratto in arresto per furto aggravato, una 40enne di origini rom, già censita, domiciliata nella Capitale. La donna è stata bloccata dai militari operanti, mentre cercava di allontanarsi con prodotti alimentari che aveva rubato da un supermercato del luogo. La merce recuperata è stata restituita al legittimo proprietario. Nei confronti dell’arrestata è stata inoltre avanzata proposta di rimpatrio con foglio di via obbligatorio.
Controllo dei territorio da parte dei Carabinieri di Alatri: una persona arrestata ad Alatri, una segnalata a Fiuggi e uno proposta per l’irrogazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio con divieto di ritorno in quel comune per tre anni.
Questa mattina a Ferentino i militari della locale Stazione, nell’ambito di mirati servizi di controllo del territorio finalizzati al contrasto dei reati predatori, hanno tratto in arresto per furto aggravato un uomo ed una donna, ALI Romeo e IANCU Nuta, entrambi classe 1993 di nazionalità rumena e residenti nella Capitale, con precedenti penali specifici. Gli arrestati sono stati sorpresi dopo aver perpetrato un furto all’interno di un supermercato di Ferentino ove asportavano profumi e cosmetici, merce rinvenuta e restituita all’avente diritto. Nei confronti dei due rumeni veniva avanzata la proposta di foglio di via obbligatorio dal Comune di Ferentino.
Nella serata di ieri, s Fiuggi, i Carabinieri della locale Stazione, nel corso di un servizio perlustrativo finalizzato a prevenire e reprimere reati contro il patrimonio, hanno tratto in arresto in flagranza di reato per furto aggravato, un 55enne del luogo, già censito per reati contro il patrimonio. I militari, ricevuta segnalazione di un furto perpetrato presso un noto autosoccorso stradale di Anagni e che l’autore del furto si era dato alla fuga lungo la via Anticolana a bordo di un fuoristrada, hanno allestito un posto di blocco sulla via al fine di intercettare il mezzo segnalato.