Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Abusa della figlia minorenne di alcuni amici di famiglia: arrestato dai Carabinieri di Alatri

24 ottobre 2018

Nel tardo pomeriggio di ieri ad Alatri, i militari della  locale Compagnia, hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare in carcere nei confronti di un uomo resosi responsabile di violenza sessuale pluriaggravata in danno di minore. Il provvedimento è stato emesso dal Tribunale di Frosinone – GIP che ha concordato integralmente con l’esito delle indagini condotte dai militari operanti. In particolare è stato ricostruito come, all’inizio del mese di settembre 2018, in orario notturno l’uomo, approfittando dei rapporti di amicizia di lungo corso con i familiari dell’amica (vittima) della figlia, con una scusa convinceva la minore a riaccompagnarla a casa in auto conducendola invece, durante il tragitto, in una zona rurale lontana da abitazioni ove ne seguiva un approccio sessuale forzato e violento abusando della vittima ripetutamente per oltre quaranta minuti. La minore, spaventata, confessava nei giorni seguenti l’accaduto a dei coetanei e solo alcuni giorni dopo ai propri familiari che sporgevano denuncia. Le indagini, iniziate immediatamente, condotte senza risparmio di risorse e con l’impiego di mezzi tecnici, hanno permesso acquisire granitici elementi circa la colpevolezza dell’uomo. I militari operanti riuscivano a documentare inoltre che l’uomo si adoperava alacremente per tentare di sviare le investigazioni, inducendo tra l’altro i propri familiari a rendere dichiarazioni reticenti agli investigatori. Il fatto contestato, risulta inoltre aggravato poiché  l’arrestato nel periodo in oggetto era ammesso a misura alternativa al carcere quale l’affidamento in prova al servizio sociale per un cumulo di pena per altri reati,  per cui sarebbe dovuto essere a lavoro in un locale della zona presso il quale non si era presentato. Le investigazioni scientifiche eseguite sugli indumenti della vittima hanno permesso di rinvenire, all’interno dei suoi pantaloni, traccia di liquido seminale il cui DNA combaciava perfettamente con il profilo genetico dell’uomo. Per la gravità dei fatti suddetti e la personalità del prevenuto, come pure per i suoi precedenti penali, nonché il pericolo di recidiva nella commissione di tale ignobile delitto, è stata applicata la custodia in carcere.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Aveva tentato di rubare all’interno di un centro commerciale. Scoperto, ha provato a scappare e, raggiunto, ad aggredire i carabinieri. Inevitabile a questo punto l’arresto. La scorsa notte, ad Alatri, i militari della locale Stazione, hanno arrestato un 23enne romeno senza fissa dimora, responsabile di concorso in tentata rapina impropria, violenza e resistenza.
Violenza privata in concorso e tentata estorsione in concorso commessi a Sgurgola e ad Alatri ai danni di un allevatore: i Carabinieri arrestano un 34enne cittadino nigeriano residente a Frosinone l'uomo è già censito per reati contro il patrimonio e la persona
Più volte aveva violato il divieto di avvicinamento alla ex moglie: 58enne di Veroli tratto in arresto dai Carabinieri della Compagnia di Alatri
Nella notte tra domenica e lunedì ad Alatri, i militari del NORM della locale Compagnia, hanno tratto in arresto per “oltraggio, resistenza e violenza a P.U.” un 20enne di Roma. Il giovane, in evidente stato di alterazione, a seguito di un diverbio con il proprio padre scaturito per futili motivi oltraggiava e aggrediva con calci e pugni i militari operanti intervenuti per sedare gli animi, provocandogli contusioni e lesioni. L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato trattenuto presso le camere di sicurezza di quel Comando in attesa di rito direttissimo.
Nelle prime ore di questa mattina i Carabinieri del Comando Provinciale di Frosinone hanno tratto in arresto a seguito di ordinanza di custodia cautelare emessa dal Gip del Tribunale di Frosinone su richiesta della locale Procura, un uomo - classe 1983 - conducente dei pulmini scuolabus di un Comune della provincia di Frosinone per il reato di violenza sessuale; l'uomo, secondo quanto si legge in una nota inviata a questa redazione dal Nucleo Informativo del locale Comando provinciale, ha abusato delle condizioni di inferiorità psichica di una ragazza 22enne invalida al 100% inducendola ad inviargli sue foto di nudo ed a compiere con lui atti sessuali completi, approfittando delle sue condizioni di salute e carpendone con l’inganno il consenso. L’uomo dopo le formalità di rito è stato associato presso la Casa Circondariale di Frosinone.