Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Sgurgola. Strappa dalle mani di una giovane la borsa contenente soldi e documenti: 33enne nigeriano denunciato dai Carabinieri agli ordini del mar. Gaetano Sodano

13 settembre 2018

Nel pomeriggio di ieri, A Sgurgola, i militari del locale Comando Stazione Carabinieri coordinati dal mar. Gaetano Sodano, al termine di specifica attività info-investigativa intrapresa a seguito di una denuncia presentata   il giorno precedente da una giovane del luogo, hanno denunciato in stato di libertà un 33enne di nazionalità nigeriana ma domiciliato a Sgurgola poiché resosi responsabile del reato di furto con strappo.
I Carabinieri, a seguito dell'attività, hanno raccolto univoci e concomitanti elementi di colpevolezza a carico del cittadino extraeuropeo che, nella mattinata precedente, in via della Repubblica, si impossessava di una  borsetta strappata dalle mani della giovane denunciante.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Sgurgola. A spasso per il paese nonostante fosse sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari: arrestato dai Carabinieri Un uomo di Sgurgola, tratto in arresto nelle scorse settimane, è stato nuovamente fermato dai Carabinieri della stazione di Sgurgola agli ordini del mar. Gaetano Sodano in quanto sorpreso mentre si trovava fuori dalla sua abitazione pur essendo sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari; l'uomo - del quale non sono state rese note le generalità - è stato accompagnato al carcere di Frosinone dagli stessi militari.
Incidente fortunatamente senza conseguenze gravi - questa notte - in via Calanzio, zona campo sportivo, in territorio di Sgurgola; per cause al vaglio dei Carabinieri della stazione di Sgurgola agli ordini del mar. Gaetano Sodano, una Peugeot è uscita fuori strada e si è ribaltata. Solo qualche contusione per il guidatore e tanta paura.
Due persone, un uomo e una donna, conviventi ed entrambi residenti a Sgurgola, sono stati tratte in arresto, nel pomeriggio di domenica 3 luglio, dai Carabinieri della locale stazione coordinati dal mar. Gaetano Sodano. Entrambi noti e con precedenti penali a carico, nonostante avessero subito il distacco della fornitura di energia elettrica per morosità, avevano bypassato il contatore collegandosi direttamente alla rete. Sia la donna che il suo convivente, il quale già si trovava agli arresti domiciliari, sono stati arrestati e ora si trovano nella loro abitazione in stato di fermo, in attesa del processo con rito direttissimo che verrà celebrato nella mattinata di lunedì 4 luglio.
12 automobili danneggiate, tra cui anche quella del figlio del primo cittadino Antonio Corsi, Filippo; è questo il bilancio della scorribanda notturna compiuta tra sabato sera e domenica mattina da una banda sulle cui tracce, ora, sono i Carabinieri della stazione di Sgurgola, comandati dal mar. Gaetano Sodano. Identica, per ogni auto, la modalità di azione: vetri sfondati e piccoli oggetti rubati. Le auto erano parcheggiata di viale Caduti sul Lavoro, a Sgurgola, e nei pressi della stazione ferroviaria. I carabinieri indagano per risalire agli autori della bravata.
Grande spavento per il conducente di un grosso TIR che oggi pomeriggio poco dopo le 15 viaggiava in direzione di Anagni lungo la via Morolense: il pesante mezzo, infatti, per cause ora al vaglio dei Carabinieri della stazione di Sgurgola agli ordini del mar. Gaetano Sodano, è finito in bilico sulla cunetta, incantandosi pericolosamente. Per tirare fuori il TIR dalla "scomoda" posizione sono al lavoro, in questi minuti, diversi operatori del soccorso stradale. grazie a Mauro per la foto