Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Botte alla ex moglie, uomo di nazionalità rumena tratto in arresto dai Carabinieri della stazione di Ferentino

10 settembre 2018

Un uomo di nazionalità rumena è stato tratto in arresto, questa mattina, dai Carabinieri della stazione di Ferentino coordinati dal mar. Raffaele Alborino; l'accusa, per lui, è di maltrattamenti in famiglia. L'uomo, già da tempo separato dalla moglie, durante un incontro le si è scagliato contro malmenandola e lasciandola a terra dolorante. Sul posto sono immediatamente intervenuti i militari ferentinesi che hanno tratto in arresto l'uomo, non nuovo ad episodi del genere.

NOTIZIA IN AGGIORNAMENTO

 


TI POTREBBERO INTERESSARE

Ferentino. Un arresto per evasione e una denuncia per furto in una chiesa: i Carabinieri agli ordini del mar. Raffaele Alborino impegnati su più fronti
Un 54enne di nazionalità rumena è stato tratto in arresto in flagranza di reato giovedì mattina dai Carabinieri della stazione di Ferentino coordinati dal mar. Raffaele Alborino; l'uomo, stando a quanto riferiscono i militari, è accusato di maltrattamenti in famiglia e lesioni. In evidente stato di alterazione psicofisica ha aggredito per futili motivi la propria compagna convivente procurandole escoriazioni all’altezza del collo refertate dal personale dell’Ospedale Civile di Frosinone.
I Carabinieri della stazione di Ferentino, intervenuti per una lite tra connazionali, hanno denunciato in stato di libertà un 43enne di nazionalità rumena ma residente a Ferentino, per minaccia e oltraggio a Pubblico Ufficiale. L'uomo, nella foga del litigio, si era rivolto con minacce e frasi oltraggiose nei confronti dei militari agli ordini del mar. Raffaele Alborino intervenuti per calmare gli animi.
Questa mattina i Carabinieri della stazione di Ferentino coordinati dal mar. Raffaele Alborino hanno tratto in arresto in esecuzione di ordinanza di carcerazione emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone C.I., 42enne del posto, già censito per reati contro la persona ed il patrimonio, attualmente sottoposto alla misura di prevenzione dell’avviso orale, dovendo lo stesso espiare una pena di un anno e sei mesi di reclusione per rapina in concorso consumata nel 2016 a Monte San Giovanni Campano; sempre su ordinanza di carcerazione emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone gli stessi militari hanno arrestato A.S.S., 29enne cittadino rumeno residente a Ferentino, già censito per reati contro la persona ed il patrimonio, attualmente sottoposto alla misura di prevenzione dell’Avviso Orale, dovendo lo stesso espiare una pena di anni 2 di reclusione per rapina in concorso consumata nel 2016 a Torre Cajetani.
Sfruttamento e favoreggiamento in concorso della prostituzione; questa l'accusa con la quale due persone, entrambi di Ferentino, sono stati tratti in arresto dai Carabinieri della locale stazione agli ordini del mar. Raffaele Alborino. Le indagini presero il via già qualche mese fa, a luglio 2015, quando i Carabinieri notarono la donna - una 40enne di Ferentino con problemi di salute - lungo lo stradone ASI, zona notoriamente frequentata da prostitute: per tutta loro durata i militari si sono avvalsi delle sofisticate apparecchiature in loro dotazione.