Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Ferentino. Strappa via una borsa dalle mani di una prostituta nigeriana e la fa cadere a terra procurandole ferite ed escoriazioni: arrestato 31enne residente nel capoluogo

4 aprile 2018

Alle prime ore dell’alba di oggi, a Ferentino, i militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Anagni, nel contesto di un dispositivo di contenimento areale attuato a seguito di una rapina commessa ai danni di una prostituta 31enne nigeriana, hanno tratto in arresto per rapina aggravata, un 31enne residente nel capoluogo ciociaro, già censito per analoghi reati. Il tempestivo allarme lanciato al numero di emergenza 112 da un’altra giovane nigeriana, anch’essa prostituta, ha consentito ai militari di raccogliere elementi gravemente indizianti a carico del prevenuto e bloccarlo poco dopo. Dalla ricostruzione dei fatti è emerso che il 31enne, poco prima aveva sottratto con violenza alla meretrice la borsa contenente la somma di denaro contante di 150 euro circa. Nella colluttazione, la vittima si aggrappava alla propria borsa venendo trascinata sul manto stradale dal malfattore, il quale impossessatosi della borsa, saliva velocemente sull’autovettura dileguandosi in direzione di Frosinone. La donna ha riportato contusioni ed escoriazioni multiple agli arti inferiori per le quali era costretta a ricorrere ai sanitari del 118 del Pronto Soccorso dell’Ospedale "F. Spaziani". L’arrestato, espletate le formalità di rito, è stato trasferito presso la propria abitazione in regime di arresti domiciliari in attesa del rito direttissimo. 


TI POTREBBERO INTERESSARE

Nel pomeriggio di ieri, a Ferentino, i Carabinieri della stazione coordinata dal mar. Raffaele Alborino, a conclusione di una articolata attività investigativa avviata a seguito di una rapina commessa lo scorso 17 marzo ai danni di una nigeriana domiciliata a Roma, hanno denuncaito in stato di libertà un 31enne del capoluogo, già censito per reati contro la persona ed il patrimonio, in quanto ritenuto responsabile di rapina aggravata.
Ferentino. Un arresto per evasione e una denuncia per furto in una chiesa: i Carabinieri agli ordini del mar. Raffaele Alborino impegnati su più fronti
Si era appartato con una prostituta, per poi aggredirla, derubandola di 100 euro. È stato però notato da una guardia giurata che lo ha inseguito, avvertendo anche i carabinieri. Che alla fine lo hanno individuato e fermato. Nella notte tra giovedì e venerdì a Ceccano i carabinieri hanno arrestato per rapina aggravata un 34 enne di Frosinone, già noto alle forze dell’ordine. L’uomo, come detto, si era appartato con una prostituta nigeriana, per poi aggredirla impossessandosi di 100 euro in contanti, e quindi scappare. È stato però visto da una guardia giurata, che ha tentato di inseguirlo, avvisando nel contempo i Carabinieri di Frosinone. L’uomo è dapprima riuscito a scappare; le indagini dei carabinieri hanno però permesso, partendo dall’auto, di risalire all’identità del 34 enne rapinatore, che è stato raggiunto e tratto in arresto. La donna, subito dopo l’accaduto, è stata condotta presso l’ospedale di Frosinone. Per lei, 3 giorni di prognosi. L’uomo invece, dopo le formalità di rito è stato condotto presso il Tribunale di Frosinone per essere sottoposto a rito direttissimo, che si è concluso con la convalida dell’arresto e la sottoposizione dell’uomo all’obbligo di presentazione alla polizia giudiziaria.
Nella tarda mattinata di oggi, lunedì 8 maggio, a Morolo, i militari della locale Stazione, nel corso di un servizio di controllo del territorio hanno tratto in arresto una 24enne cittadina nigeriana, domiciliata nel capoluogo, prostituta, (censita per violazione delle leggi sull’immigrazione), in quanto destinataria di Decreto di espulsione dal territorio nazionale, responsabile tra l'altro del reato di violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale.
Un uomo di nazionalità rumena è stato tratto in arresto, questa mattina, dai Carabinieri della stazione di Ferentino coordinati dal mar. Raffaele Alborino; l'accusa, per lui, è di maltrattamenti in famiglia. L'uomo, già da tempo separato dalla moglie, durante un incontro le si è scagliato contro malmenandola e lasciandola a terra dolorante. Sul posto sono immediatamente intervenuti i militari ferentinesi che hanno tratto in arresto l'uomo, non nuovo ad episodi del genere.