Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Scontro a fuoco, in piena notte, nel centro storico di Ferentino: rapinatori assaltano una tabaccheria in piazza poi fuggono verso l'autostrada, direzione di Napoli; i Carabinieri agli ordini del mar. Raffaele Alborino sulle loro tracce

12 febbraio 2018

Notte da far-west, quella tra domenica e lunedì, in pieno centro a Ferentino; ignoti malviventi hanno preso d'assalto una nota attività commerciale sita in piazza G. Matteotti, proprio sotto ai portici; ad attenderli fuori, però, c'erano i Carabinieri della Compagnia di Anagni che, a scopo intimidatorio, hanno sparato alcuni colpi. Per nulla intimiditi i malviventi sono saliti a bordo di un'Audi A4 che li attendeva poco distante e, a marcia indietro, sono fuggiti in direzione dell'autostrada riuscendo a dileguarsi. I militari stanno ora indagando per tentare di risalire all'identità delle persone che hanno compiuto il colpo.

questa la nota del Comando provinciale dell'Arma dei Carabinieri di Frosinone:

Nella decorsa notte, in Ferentino, i militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Anagni, intervenivano nel centro storico della cittadina dove era stato segnalato un furto in danno di una nota tabaccheria.

Nella circostanza gli operanti intercettavano una autovettura di grossa cilindrata con a bordo 4 individui travisati con tute e passamontagna ai quali intimavano l’alt. Uno dei malviventi, allo scopo di assicurarsi la fuga, dall’interno dell’abitacolo,  puntava una pistola contro gli operanti che esplodevano un colpo di arma da fuoco attingendo il cofano motore dell’autovettura in fuga la quale, avendo la strada sbarrata dall’autovettura militare, cambiava repentinamente il senso di marcia percorrendo in retromarcia un tratto della centralissima via XX Settembre danneggiando, nella spericolata manovra, alcuni paletti delimitanti la carreggiata. I malfattori quindi si allontanavano ad altissima velocità riuscendo a dileguarsi malgrado l’inseguimento posto in essere dagli operanti che perdevano le tracce dei malfattori sulla via Casilina.
 


TI POTREBBERO INTERESSARE

Nel pomeriggio di ieri, a Ferentino, i Carabinieri della stazione coordinata dal mar. Raffaele Alborino, a conclusione di una articolata attività investigativa avviata a seguito di una rapina commessa lo scorso 17 marzo ai danni di una nigeriana domiciliata a Roma, hanno denuncaito in stato di libertà un 31enne del capoluogo, già censito per reati contro la persona ed il patrimonio, in quanto ritenuto responsabile di rapina aggravata.
Ferentino. Un arresto per evasione e una denuncia per furto in una chiesa: i Carabinieri agli ordini del mar. Raffaele Alborino impegnati su più fronti
Una donna 50enne di Ferentino, già censita per reati contro il patrimonio, è stata denunciata dai Carabinieri agli ordini del mar. Raffaele Alborino per il reato di truffa. Stando alle indagini dei Carabinieri, dopo essersi recata nell’attività commerciale, con artifizi e raggiri, induceva in errore la querelante - una commerciante di Ferentino - facendosi consegnare un telefono cellulare del valore di circa 300 euro, allontanandosi poi velocemente per le vie adiacenti. Le indagini sono tuttora in corso.
E' stato arrestato questa mattina dai Carabinieri di Ferentino agli ordini del mar. Raffaele Alborino un pregiudicato residente nella zona, reo - secondo gli inquirenti - di non aver ottemperato agli obblighi di legge che prevedevano il divieto di avvicinamento a due ragazze del posto. I dettagli dell'operazione portata a compimento dai militari verranno resi noti entro il pomeriggio di oggi dal Comando provinciale dell'Arma dei Carabinieri di Frosinone.
Questa mattina i Carabinieri della stazione di Ferentino coordinati dal mar. Raffaele Alborino hanno tratto in arresto in esecuzione di ordinanza di carcerazione emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone C.I., 42enne del posto, già censito per reati contro la persona ed il patrimonio, attualmente sottoposto alla misura di prevenzione dell’avviso orale, dovendo lo stesso espiare una pena di un anno e sei mesi di reclusione per rapina in concorso consumata nel 2016 a Monte San Giovanni Campano; sempre su ordinanza di carcerazione emessa dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Frosinone gli stessi militari hanno arrestato A.S.S., 29enne cittadino rumeno residente a Ferentino, già censito per reati contro la persona ed il patrimonio, attualmente sottoposto alla misura di prevenzione dell’Avviso Orale, dovendo lo stesso espiare una pena di anni 2 di reclusione per rapina in concorso consumata nel 2016 a Torre Cajetani.