Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Anagni. Abbandono incontrollato di rifiuti, imprenditore anagnino denunciato e sanzionato; i due fratelli a cui aveva affidato il furgone gettano gli scarti edili in località Castellaccio

12 febbraio 2018

Un imprenditore di origini anagnine è stato denunciato all'autorità giudiziaria e multato per diverse migliaia di euro per abbandono incontrollato di rifiuti; l'uomo, proprietario di un furgone che utilizzava per lavoro, aveva concesso in uso il mezzo a due fratelli di origini marocchine domiciliati nel quartiere di san Bartolomeo di Anagni. I due, probabilmente all'insaputa dello stesso titolare della ditta, invece di smaltire regolarmente i rifiuti provenienti dai lavori edili prodotti dall'azienda per cui lavoravano, andavano a gettarli nel piazzale che si trova dinanzi allo stabilimento Rivoira, in località Castellaccio, ai confini con Paliano. A farne le spese, però, è stato lo stesso titolare della ditta, intestatario del furgone. Ora dovrà rispondere del reato davanti all'autorità giudiziaria.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Ancora un importante risultato messo a segno dai Carabinieri della stazione di Acuto coordinati dal mar. Luca Sarra: ieri pomeriggio - venerdì 29 settembre - in territorio di Acuto, il personale del locale Comando Stazione, nell’ambito di predisposti servizi finalizzati al controllo del territorio ed al contrasto delle violazioni sulle norme per la tutela dell’ambiente, In trasferta da Anagni ad Acuto per gettare rifiuti speciali su di una piazzola di sosta ubicata lungo la via Anticolana: pensionato anagnino sanzionato con 1200 euro dai Carabinieri
Il sindaco Fausto Bassetta ha disposto un incremento di servizi, da parte della Polizia Locale, per contrastare il fenomeno dell’abbandono dei rifiuti nel territorio anagnino, anche attraverso interventi coordinati con Carabinieri, Guardia di Finanza e Corpo Forestale."L’abbandono dei rifiuti – rileva Bassetta – costituisce pratica di inciviltà e un non lieve danno all’ambiente e al paesaggio. Inoltre, comporta aggravi economici al Comune costretto a programmare appositi interventi di bonifica con costi rilevanti".
Uno sporcaccione per niente furbo quello individuato e multato contemporaneamente sia dai Carabinieri della Compagnia di Anagni sia dagli agenti del locale comando di Polizia Municipale. L'uomo, un 53enne di origini campane residente a Colleferro, ha gettato a bordo strada un sacchetto stracolmo di rifiuti domestici all'interno del quale erano contenute bottiglie in plastica e in vetro, scarti alimentari, pannolini usati e anche una lettera scritta per un amico venuto a mancare da poco. Rovistando tra i rifiuti, sia i militari che gli agenti della Polizia Municipale sono riusciti a trovare elementi utili per risalire all'identità dello sporcaccione che è stato sanzionato per complessive 600 euro.
Violazione delle norme in materia ambientale: 35enne residente in località San Filippo di Anagni multato di 600 euro per aver abbandonato rifiuti casalinghi in un prato
Nei giorni scorsi, a Paliano, all’interno di un fondo privato sito in località Amasona, i Carabinieri della locale Stazione, durante mirati servizi di controllo del territorio e contrasto alle violazioni sulle norme per la tutela dell’ambiente, hanno individuato una discarica abusiva consistente in alcuni sacchi di rifiuti solidi organici. Nella mattinata di ieri, al termine dei necessari accertamenti, i militari sono riusciti a risalire ai responsabili, un 30enne ed una 28enne coniugi di nazionalità rumena residenti a Paliano, entrambi incensurati. Ai due, è stata contestata la prevista sanzione amministrativa pecuniaria di euro 600, con contestuale intimazione alla immediata bonifica dell’area interessata.