Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Droga infilata nelle parti intime: 36enne romana fermata e segnalata dalla Polizia di Stato di Frosinone

7 settembre 2017

Nel corso di servizi finalizzati alla prevenzione ed al contrasto dello spaccio di  sostanze stupefacenti, gli agenti della Squadra Volante hanno fermato e controllato un veicolo adibito a servizio taxi, con a bordo, oltre al conducente, due clienti.
Da accertamenti effettuati attraverso la Banca Dati Interforze è emerso che le passeggere hanno precedenti in materia di detenzione e spaccio di droga.
Nel frangente, in particolare la  donna che occupa il sedile posteriore, una 36enne romana, mostrava un atteggiamento di nervosismo e di insofferenza al controllo.

I poliziotti, sospettando che la stessa potesse occultare sostanze illecite, decidono  di procedere a perquisizione personale, con ausilio di personale femminile della Polizia di Stato.
La 36enne, vistasi scoperta, dichiara di essere in possesso di droga, che estrae dalla vagina. Il contenuto dell’involucro in cellophane termosaldato, racchiuso in un pezzo di guanto di lattice, risulta positivo al narcotest. Alla donna viene, pertanto, contestata la detenzione ad uso personale di sostanza stupefacente.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Proseguono senza sosta i servizi coordinati del territorio attuati in collaborazione tra Polizia di Stato ed Arma dei Carabinieri per innalzare il livello di sicurezza. Sale il monitoraggio delle aree a rischio del territorio che consente la più ampia conoscenza delle stesso con la definizione dei livelli di rischio della criminalità e la conseguente adozione delle misure correttive. Nella serata di giovedì scorso sono state eseguite perquisizioni presso l’edificio denominato “Casermone” finalizzate al contrasto del mercato di sostanze stupefacenti.
Beccato mentre vendeva droga. Inevitabilmente sono scattate le manette. Ad Anagni, i carabinieri della Compagnia locale e quelli della Stazione di Morolo, hanno arrestato un 21enne del luogo per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti.
Operazione coordinata Carabinieri/Polizia di Stato: il Questore di Frosinone ordina la sospensione delle attività ad una sala giochi di Anagni; secondo gli inquirenti all'interno vi avvenivano scambi di droga
Polizia di Stato e Carabinieri, in un’attività congiunta predisposta per contrastare i reati connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti, hanno setacciato il territorio di Alatri. Nel corso dei servizi gli uomini della Squadra Mobile della Questura e del Comando Provinciale di Frosinone hanno scovato un’abitazione dove, in seguito a perquisizione domiciliare, un 51enne del luogo aveva occultato, in un comodino della camera da letto, due confezioni di cocaina, un bilancino di elettronico di precisione ed un coltello a serramanico. È scattata la denuncia per detenzione ai fini di spaccio. Inoltre, all’indagato sono state ritirate cautelativamente due pistole regolarmente detenute. I controlli proseguiranno senza sosta: è “guerra” dichiarata al business della droga.
Un’intensa attività di contrasto all’uso di stupefacenti da parte della squadra volanti della Polizia di Stato di Frosinone coadiuvata dalle unità cinofile della Polaria di Fiumicino ha interessato nella mattinata di oggi diverse zone dello spaccio e soprattutto un istituto superiore già oggetto di vari controlli nell’ambito del “progetto scuole sicure”.