Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Lotta al contrabbando: arrestati dalla Polizia di Stato quattro ucraini, trasportavano 690 stecche di tabacchi lavorati esteri

9 agosto 2017

Alle prime luci dell’alba, nel corso dei servizi di vigilanza e prevenzione predisposti in ambito autostradale, anche in vista del massiccio esodo estivo, due pattuglie della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino hanno notato due vetture Mitsubishi Space Wagon, entrambe con targhe polacche, procedere appaiate a pochi metri di distanza l’una dall’altra.
Gli agenti hanno deciso di fermarle, in due posti di controllo diversi: dalle prime verifiche è emerso che i veicoli si erano immessi nella rete autostradale al casello di Venezia-Mestre.
I poliziotti, insospettiti dalla circostanza e dal fatto che le auto risultavano visibilmente pesanti, nonostante fossero prive di bagagli, hanno deciso di procedere ad ulteriori accertamenti: i bulloni di fissaggio dei sedili risultavano essere troppo nuovi rispetto ai veicoli e la moquette non era perfettamente aderente alla carrozzeria.
Il fiuto investigativo degli agenti si è rivelato vincente: tra i pianali ed i sedili posteriori delle due autovetture erano stati ricavati dei doppifondi, nel cui interno erano state stipate 373 stecche di tabacchi lavorati esteri pari a Kg.75 circa su un mezzo, mentre sull’altro 317 stecche di tabacchi lavorati esteri pari a circa Kg.64.
Conducenti e passeggeri, tutti e quattro di origine ucraina, di età compresa tra i 30 ed i 53 anni, sono stati arrestati con l’accusa di contrabbando di tabacchi lavorati esteri.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino, nell’ambito degli intensificati controlli nel tratto autostradale di competenza, ha fermato e controllato un furgone, al Km 676 nel territorio del comune di Cervaro. A bordo conducente e passeggero, entrambi cittadini ucraini di 32 e 24 anni.
Nell’ambito di uno specifico servizio di prevenzione e repressione dei reati in genere organizzati in ambito provinciale dalla Polizia di Stato e, nello specifico, opportunamente predisposto sull’autostrada del Sole A/1, personale della Polizia Stradale della Sottosezione di Frosinone nei pressi della progressiva chilometrica 617, territorio del Comune di Ferentino, procedeva al fermo ed al controllo di un veicolo, un’autovettura Lancia Y con targa italiana.
Gli agenti della Squadra Volante della Questura di Frosinone, con il prezioso ausilio delle unità cinofile antidroga della Polizia di Stato, proseguono con tenacia l’attività di prevenzione e contrasto dei reati connessi allo spaccio di sostanze stupefacenti. Nel perlustrare la zona della stazione ferroviaria del capoluogo, il fiuto di Dorian e Naike ha scovato, tra una siepe, un pacchetto di sigarette contenente sei confezioni di canapa indiana.
I fatti risalgono alla notte del 21 febbraio scorso quando una pattuglia della Sottosezione Polizia Stradale di Cassino aveva intimato l’alt al conducente di un Fiat Iveco Daily. La persona alla guida, invece di fermarsi aveva accelerato la corsa, iniziando a zigzagare tra le corsie e tentando in più occasioni di speronare l’auto della Polizia col chiaro intento di guadagnarsi la fuga. Il fuggitivo è stato fermato, dopo un rocambolesco inseguimento, 25 chilometri dopo, grazie anche all’ausilio di un’altra pattuglia della Polizia Stradale, riuscendo così ad evitare ulteriori pericoli per gli automobilisti in transito.
Autostrada del Sole. Grave incidente stradale tra Anagni e Ferentino, quattro feriti in condizioni serie; sul posto Polizia Stradale, mezzi di soccorso meccanici e sanitari