Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Calci e pugni ai Carabinieri, 24enne prostituta nigeriana arrestata dai militari della stazione di Morolo coadiuvati dai colleghi di Sgurgola

8 maggio 2017

Nella tarda mattinata di oggi, lunedì 8 maggio, a Morolo, i militari della locale Stazione, nel corso di un servizio di controllo del territorio hanno tratto in arresto una 24enne cittadina nigeriana, domiciliata nel capoluogo, prostituta, (censita per violazione delle leggi sull’immigrazione), in quanto destinataria di Decreto di espulsione dal territorio nazionale, responsabile tra l'altro del reato di violenza e resistenza a Pubblico Ufficiale.
La donna, mentre si trovava in compagnia di altre due connazionali, allo scopo di sottrarsi all’identificazione dei militari operanti li ha aggrediti con calci e spintoni venendo poi bloccata dopo una breve colluttazione, durante la quale le altre due cittadine straniere riuscivano ad allontanarsi lungo i binari ferroviari. Successivamente rintracciate le due ragazze sono state identificate dal personale della Stazione Carabinieri di Sgurgola, prontamente intervenuto in ausilio.
Nella circostanza, gli operanti procedevano anche nei confronti delle altre due nigeriane, entrambe 22enni e censite per violazione delle leggi sull’immigrazione; infatti, la seconda veniva deferita in stato di libertà, in quanto responsabile di inosservanza di provvedimento di allontanamento dal territorio nazionale, mentre nei confronti della terza veniva avanzata la proposta dell’applicazione della misura di prevenzione del rimpatrio con foglio di via obbligatorio, stante l’attualità della pericolosità per la sicurezza pubblica.
L’arrestata, ad espletate formalità di rito, veniva trattenuta presso le camere di sicurezza della Compagnia di Anagni in attesa del rito direttissimo disposto dall’autorità giudiziaria.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Nel pomeriggio di ieri, in Sgurgola, i militari del locale Comando Stazione Carabinieri, al termine di specifica attività info-investigativa, intrapresa a seguito di una denuncia presentata presso quel comando Arma il giorno precedente da una giovane del luogo, deferivano in stato di libertà un 33enne di nazionalità nigeriana ma domiciliato nel predetto comune, poiché resosi responsabile del reato di “furto con strappo”. I militari operanti , a seguito della predetta attività, raccoglievano univoci e concomitanti elementi di colpevolezza a carico del cittadino extraeuropeo che, nella mattinata precedente, in quella via della Repubblica, si impossessava di una borsetta strappata dalle mani di una giovane.
Incidente fortunatamente senza conseguenze gravi - questa notte - in via Calanzio, zona campo sportivo, in territorio di Sgurgola; per cause al vaglio dei Carabinieri della stazione di Sgurgola agli ordini del mar. Gaetano Sodano, una Peugeot è uscita fuori strada e si è ribaltata. Solo qualche contusione per il guidatore e tanta paura.
Alle prime ore dell’alba di oggi, a Ferentino, i militari dell’Aliquota Radiomobile della Compagnia di Anagni, nel contesto di un dispositivo di contenimento areale attuato a seguito di una rapina commessa ai danni di una prostituta 31enne nigeriana, hanno tratto in arresto per rapina aggravata, un 31enne residente nel capoluogo ciociaro, già censito per analoghi reati. Il tempestivo allarme lanciato al numero di emergenza 112 da un’altra giovane nigeriana, anch’essa prostituta Ferentino. Strappa via una borsa dalle mani di una prostituta nigeriana e la fa cadere a terra procurandole ferite ed escoriazioni: arrestato 31enne residente nel capoluogo
E' stato trovato privo di vita questa mattina in una zona periferica di Sgurgola il 22enne M.S., residente nel centro del paese; il giovane da qualche ora non dava più notizie di sé. A trovare il corpo sono stati il padre e il fratello. Il giovane era titolare di una piccola impresa edile. Su quanto accaduto indagano i Carabinieri della locale stazione agli ordini del mar. Gaetano Sodano.
Sgurgola. A spasso per il paese nonostante fosse sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari: arrestato dai Carabinieri Un uomo di Sgurgola, tratto in arresto nelle scorse settimane, è stato nuovamente fermato dai Carabinieri della stazione di Sgurgola agli ordini del mar. Gaetano Sodano in quanto sorpreso mentre si trovava fuori dalla sua abitazione pur essendo sottoposto alla misura cautelare degli arresti domiciliari; l'uomo - del quale non sono state rese note le generalità - è stato accompagnato al carcere di Frosinone dagli stessi militari.