Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Violenza sessuale di gruppo ai danni di una ventenne: i Carabinieri del RIS nella villa degli orrori; prelevati reperti biologici considerati utili alle indagini

4 gennaio 2017

Un sopralluogo durato oltre due ore per raccogliere quanti più elementi utili alle indagini; è quello che hanno portato a termine ieri mattina - martedì 3 gennaio - i Carabinieri del Reparto Investigativo Speciale di Roma giunti a Ferentino per fare piena luce su quanto accaduto a settembre scorso nella villa situata nell'estrema periferia della città gigliata. L’obiettivo è stabilire chi abbia preso parte alla terribile e brutale aggressione nei confronti di una giovane residente in un Comune della bassa Ciociaria e con quali ruoli.
Terminato il sopralluogo i Carabinieri hanno portato via mozziconi di sigaretta, una sedia, diversi fazzolettini e altro materiale utile alle indagini. Gli oggetti sequestrati verranno ora sottoposti ad analisi che serviranno ad appurare l'eventuale presenza di altre persone all'interno della villa oltre a quella degli arrestati.
Serviranno alcune settimane, ora, per fare chiarezza e superare le voci che si moltiplicano intorno al terribile episodio di violenza.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Indagano a 360° i Carabinieri della Compagnia di Anagni agli ordini del cap. Giovanni Camillo Meo sulla vicenda relativa alla denuncia presentata da una giovane le cui generalità non sono ancora state rese note che ha affermato di essere stata vittima di una violenza sessuale di gruppo perpetrata la scorsa notte in via di Forma Coperta a Ferentino. Bocche cucite da parte degli inquirenti, Carabinieri e Polizia di Stato, che lamentano - però - una diffusione talmente "impropria" della notizia in questione da parte di alcuni organi di stampa tale da compromettere le indagini tuttora in corso.
Una importante operazione antidroga organizzata su vasta scala ha portato all-operazione è stata portata a termine dai Carabinieri della Compagnia della Città dei Papi agli ordini del cap. Giovanni Camillo Meo in collaborazione con i colleghi della stazione di Ferentino coordinati dal mar. Raffaele Alborino.
Questa mattina a Ferentino i militari della locale Stazione coordinati dal mar. Raffaele Alborino a parziale conclusione di verifiche ed accertamenti, hanno deferito in stato di libertà due donne di etnia rom, residenti proprio a Ferentino, pregiudicate per analoghi
Nel pomeriggio di ieri, a Ferentino, i Carabinieri della stazione coordinata dal mar. Raffaele Alborino, a conclusione di una articolata attività investigativa avviata a seguito di una rapina commessa lo scorso 17 marzo ai danni di una nigeriana domiciliata a Roma, hanno denuncaito in stato di libertà un 31enne del capoluogo, già censito per reati contro la persona ed il patrimonio, in quanto ritenuto responsabile di rapina aggravata.
Ferentino. Sedicenni terribili danno in escandescenze: distruggono i locali della casa-famiglia che li ospitava e usano violenza nei confronti dei responsabili e degli altri ospiti della struttura. Arrestati dai Carabinieri