Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Ferentino. Entra in caserma e dà in escandescenze: arrestata 32enne del posto

25 marzo 2015

Si è presentata in caserma in evidente stato di alterazione psicofisica e, come già aveva fatto diverse altre volte in passato, ha gettato a terra suppellettili opponendo, inoltre, energica resistenza nei confronti dei Carabinieri che sono comunque riusciti ad immobilizzarla e trarla in arresto. E' la triste sorte capitata a V.F., 32enne di Ferentino, che martedì scorso è stata fermata dai militari della stazione coordinata dal mar. Raffaele Alborino per i reati di “minaccia e resistenza a pubblico ufficiale". La donna, non nuova ad episodi del genere, era già stata arrestata nei mesi scorsi.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Lesioni gravissime ad un'altra donna: in stato di fermo una donna di origini campane, arrestata dai Carabinieri della stazione di Fiuggi
Nella serata di giovedì 28 maggio i Carabinieri della stazione di Ferentino hanno tratto in arresto per furto aggravato, una 40enne di origini rom, già censita, domiciliata nella Capitale. La donna è stata bloccata dai militari operanti, mentre cercava di allontanarsi con prodotti alimentari che aveva rubato da un supermercato del luogo. La merce recuperata è stata restituita al legittimo proprietario. Nei confronti dell’arrestata è stata inoltre avanzata proposta di rimpatrio con foglio di via obbligatorio.
I Carabinieri della Stazione di Ferentino hanno arrestato una 32enne del luogo per i reati di minaccia e resistenza a Pubblico Ufficiale.
Sfruttamento e favoreggiamento in concorso della prostituzione; questa l'accusa con la quale due persone, entrambi di Ferentino, sono stati tratti in arresto dai Carabinieri della locale stazione agli ordini del mar. Raffaele Alborino. Le indagini presero il via già qualche mese fa, a luglio 2015, quando i Carabinieri notarono la donna - una 40enne di Ferentino con problemi di salute - lungo lo stradone ASI, zona notoriamente frequentata da prostitute: per tutta loro durata i militari si sono avvalsi delle sofisticate apparecchiature in loro dotazione.
Aveva iniziato a malmenare la madre con una mazza da baseball. L’intervento dei carabinieri ha permesso di evitare il peggio. Per il giovane, sono scattate le manette. È successo a Piglio.