Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Centro di Aggregazione Giovanile di Acuto “Tante Belle Cose”: una bella opportunità ed occasione di crescita per i giovani del paese

9 settembre 2019

Continua la splendida scommessa del Centro di Aggregazione Giovanile di Acuto “Tante Belle Cose” nell’ambito del progetto “La Parola ai Ragazzi” promosso dal Distretto Socio Assistenziale “A” di Alatri, in collaborazione con il Comune di Acuto. Uno spazio e un tempo pensato per adolescenti dai 13 ai 19 anni in cui stare insieme in un contesto che accoglie senza giudicare e in cui tutti possono esprimersi e dare voce alla propria personalità.
Ma chi meglio di una ragazza che ha frequentato il TBC per anni può descriverlo? “Avete presente un luogo in cui Tutti possono essere se stessi, in cui Tutti possono sentirsi parte di qualcosa? Un luogo in cui pensieri opposti diventano condivisione, i litigi esterni diventano ‘un gelato a metà’? No?? Infatti oggi, nella maggior parte dei casi, è solo fantascienza: ma fortunatamente l’eccezione ancora esiste. L’eccezione è come, fra milioni di vasetti di marmellata, riconoscere il barattolo di miele. Ecco il TBC è il barattolo di miele. E’quell’appuntamento fisso a cui vai anche solo per dieci minuti perché sai che troverai spazio per te, a volte con ‘qualcosa di serio’, a volte con un semplice gioco, con un selfie, con esperienze che porterai dentro per sempre. Ognuno, in modo diverso, prende tanto da questo luogo al quale, a primo impatto sei diffidente, ma poi ci torni e ci ritorni, anche da grande per un saluto o lo citi in qualche racconto perché almeno una delle sue attività ti ha insegnato veramente qualcosa. E’ un po' come un Punto Felice nel quale stare e nel quale tornare ogni volta che se ne ha voglia”.
Credo che in queste poche righe di una ragazza che lo ha conosciuto e frequentato ci sia l’essenza di cosa ha rappresentato e rappresenti ancora oggi, dopo dodici anni, il Centro giovani di Acuto e che lo ha trasformato da coraggiosa scommessa a punto di riferimento per tantissimi ragazzi e per le loro famiglie. Al TBC i ragazzi stanno insieme, giocano, ridono e crescono, riflettono su se stessi, condividono emozioni, si confrontano e si scoprono più coraggiosi nell’inseguire i loro sogni. Potremmo aggiungere mille altre parole ma non basterebbero per farvi capire fino in fondo cos’è il TBC e come ci si sta. Proprio per questo vi diamo appuntamento tutti i Lunedì e Venerdì, dalle ore 16,00 alle ore 18,30, presso la ex stazione di Acuto, per venirci a trovare e vivere insieme un nuovo anno di “Tante Belle Cose”.

Articolo a cura del dott Andrea Pinto, coordinatore progetto “La parola ai ragazzi”


“Come amministrazione comunale - spiega il sindaco di Acuto Augusto Agostini - siamo oltremodo soddisfatti che questa bella opportunità ed occasione di crescita per i giovani del nostro Paese possa ancora continuare. Vogliamo ringraziare per questo il Distretto Socio Assistenziale A, la coop Arcobaleno che gestisce questo progetto e soprattutto gli operatori Andrea Pinto e Anna Maria Celletti che ci hanno sempre messo passione e professionalità”.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Mercoledì mattina 13 aprile, nei locali della biblioteca comunale di Acuto, si è svolta la cerimonia di premiazione de "Il premio al lettore", "uno degli appuntamenti più attesi per la nostra biblioteca e rappresenta un gratificante riconoscimento ai suoi utenti più assidui", come ha tenuto a specificare il sindaco di Acuto Augusto Agostini.
Brutto risveglio per i residenti del piccolo e grazioso paese di Acuto: il centro storico del paese è stato letteralmente messo a ferro e fuoco dai vandali, con scritte, imbrattamenti e danneggiamenti. "Ringrazio, a nome del Paese, e dei cittadini che hanno dovuto porre rimedio alla loro epica impresa, il gruppetto di vandali che questa notte si è "divertito" a imbrattare e danneggiare il centro Storico di Acuto, complimenti vivissimi", ha scritto il primo cittadino Augusto Agostini, il quale - contattato telefonicamente dalla nostra redazione - ha ammesso che si è trattato di un gesto "ignobile" e "vergognoso". Non è escluso che nelle prossime ore i responsabili di tali atti vengano individuati e denunciati dai Carabinieri della stazione di Acuto, che si stanno interessando dell'accaduto.
Imperdibile appuntamento con la Musica del maestro di Fisarmonica Daniele Ingiosi domenica 3 gennaio prossimo alle ore 18 alla collegiata di Santa Maria Assunta ad Acuto; nel corso della serata si esibiranno gli allievi del maestro Daniele Ingiosi. L'evento è organizzato dall'amministrazione comunale di Acuto, guidata dal sindaco Augusto Agostini, e dall'associazione Pro-Loco. L'ingresso è libero, tutti sono invitati a partecipare.
Un gruppo di ragazzi del coro scolastico di Boleslawiec, con i loro accompagnatori, ha fatto visita ieri ad Acuto, accolti dal sindaco Augusto Agostini, dagli amministratori e dalle suore ASC. I ragazzi sono ospiti della città di Vallecorsa, in occasione del Palio delle quattro porte, nell'ambito del quale, proprio ieri sera, si sono esibiti in piazza S. Angelo con il loro concerto.
Pino Pelloni, direttore della Biblioteca della Shoah di Fiuggi, ha consegnato alla comunità di Acuto e nelle mani del primo cittadino Augusto Agostini una copia della Menorah di Anticoli nel ricordo di quanti si prodigarono nell'aiutare cittadini di religione ebraica sfollati nei paesi della Ciociaria.