Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

L'app. scelto Sandrino Fauceglia e il brig. capo Aurelio Morini in pensione dopo tanti anni di onorato servizio nella stazione di Ferentino

il sindaco Antonio Pompeo: "per tantissimi anni punto di riferimento per i cittadini di questo Comune“ - 8 settembre 2019

Due Carabinieri che hanno saputo dimostrare, con i fatti e sul campo, il loro valore: da qualche giorno - dopo, rispettivamente, 17 e 37 anni di onorato servizio, quasi tutti trascorsi nella stessa caserma e nella stessa città, quella di Ferentino - potranno finalmente godersi la meritata pensione. Aurelio Morini, anagnino, (a destra, nella foto in alto) e Sandrino Fauceglia, di origini salernitane, entrambi militari di lungo corso, hanno salutato i colleghi e gli amici di sempre lo scorso 2 settembre, giorno del loro congedo: carattere arcigno, il loro, vecchio stampo come quello di quei Carabinieri che parlano poco ma sanno farsi comprendere. Mentre riconsegnavano pistola e tesserino, tanta emozione e anche un velo di commozione, sia da parte loro che da parte dei loro colleghi. Tanti anni spesi al servizio del cittadino e della comunità di Ferentino presso la quale sono stati chiamati a operare, sempre con brillanti risultati e con elevate competenze tecnico-professionali affinate nel corso della loro lunga carriera durante la quale hanno saputo distinguersi per le doti umane e professionali: il loro impegno senza sosta nel controllo del territorio, nella prevenzione e repressione della criminalità, non tralasciando mai il dialogo con i cittadini, viene riconosciuto ai due militari anche dal sindaco di Ferentino nonché presidente della Provincia di Frosinone avv. Antonio Pompeo, raggiunto telefonicamente dal nostro quotidiano: "due figure, quella di Fauceglia, appuntato scelto, e di Morini, brigadiere capo, di riferimento sia nell’Arma che nella comunità di Ferentino, entrambi espressione di saggezza e esempio da imitare. La città ha avuto in loro un riferimento importante per tutti questi anni perchè sono stati l’elemento di continuità tra i diversi comandanti che si sono succeduti e anche perchè conoscono bene il territorio ferentinese e la sua gente. Una collaborazione, con loro e con l'Arma dei Carabinieri, che anche come Amministrazione abbiamo sempre apprezzato e sentito e per la quale vogliamo ringraziarli, augurando loro di vivere lo stesso entusiasmo nel loro nuovo percorso di vita che auspichiamo sia lungo e felice". Ai due militari, giungano le migliori congratulazioni per lo straordinario raggiunto anche da parte della nostra redazione e di tutti i nostri lettori: ad maiora!

 

TI POTREBBERO INTERESSARE

Ferentino. Un arresto per evasione e una denuncia per furto in una chiesa: i Carabinieri agli ordini del mar. Raffaele Alborino impegnati su più fronti
Alle ore 13.00 un Carabiniere della Stazione di Ferentino comandata dal mar. Raffaele Alborino, mentre si trovava libero dal servizio ha notato il 40enne G.T., già censito e agli arresti domiciliari per tentato omicidio in concorso, aggirarsi per le vie del centro. L'uomo è stato fermato dal militare che non avendo dall’uomo alcuna giustificazione circa la sua presenza fuori dalla sua abitazione lo ha dichiarato in arresto per il reato di evasione dagli arresti domiciliari. L’arrestato venerdì mattina sarà processato per rito direttissimo dalla Procura della Repubblica Presso il Tribunale di Frosinone.
Una donna 50enne di Ferentino, già censita per reati contro il patrimonio, è stata denunciata dai Carabinieri agli ordini del mar. Raffaele Alborino per il reato di truffa. Stando alle indagini dei Carabinieri, dopo essersi recata nell’attività commerciale, con artifizi e raggiri, induceva in errore la querelante - una commerciante di Ferentino - facendosi consegnare un telefono cellulare del valore di circa 300 euro, allontanandosi poi velocemente per le vie adiacenti. Le indagini sono tuttora in corso.
E' stato arrestato questa mattina dai Carabinieri di Ferentino agli ordini del mar. Raffaele Alborino un pregiudicato residente nella zona, reo - secondo gli inquirenti - di non aver ottemperato agli obblighi di legge che prevedevano il divieto di avvicinamento a due ragazze del posto. I dettagli dell'operazione portata a compimento dai militari verranno resi noti entro il pomeriggio di oggi dal Comando provinciale dell'Arma dei Carabinieri di Frosinone.
I Carabinieri della stazione di Ferentino, intervenuti per una lite tra connazionali, hanno denunciato in stato di libertà un 43enne di nazionalità rumena ma residente a Ferentino, per minaccia e oltraggio a Pubblico Ufficiale. L'uomo, nella foga del litigio, si era rivolto con minacce e frasi oltraggiose nei confronti dei militari agli ordini del mar. Raffaele Alborino intervenuti per calmare gli animi.