Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Morolo a rischio "default", sulla mancata erogazione degli stipendi ai dipendenti comunali parla il sindaco Gino Molinari: "situazione difficile ereditata dalle precedenti amministrazioni già a partire dal 2009"

26 agosto 2019

Stipendi di agosto non erogati, tasse al massimo, tagli ai servizi, lavoratori comunali ansiosi di conoscere le proprie sorti e cittadini disorientati. Sono i primi effetti della dichiarata situazione di pre-dissesto economico del Comune di Morolo, decretata ufficialmente nel corso della seduta di consiglio comunale con la presa d'atto dello scorso 20 agosto. O meglio, sono gli effetti della crisi di liquidità che perdura ormai da tempo nell'ente del piccolo centro lepino. "Un buco non facile da ripianare - spiega il sindaco di Morolo Gino Molinari ad anagnia.com - per il quale stiamo predispondendo un piano pluriennale di rientro a lungo termine. Una situazione che si è venuta a determinare - spiega ancora il primo cittadino - a partire dal 2009 ad oggi: in questi dieci anni, come mi è stato riferito dal responsabile dell'ufficio finanziario del nostro ente, sono stati contratti mutui per circa tre milioni e mezzo di euro che il Comune non poteva permettersi, facendo il passo più lungo della gamba".


TI POTREBBERO INTERESSARE

Domani - venerdì 22 febbraio - Gino Molinari, candidato alla carica di sindaco per il Comune di Morolo alle elezioni amministrative che si terranno a maggio prossimo, presenterà il simbolo di "Morolo verso orizzonti nuovi" e il proprio progetto amministrativo e, nel contempo, ufficializzerà la propria candidatura. L'incontro si terrà a partire dalle ore 18.30 nell'auditorium comunale, tutti i morolani sono invitati a partecipare.
Sabato 25 marzo prossimo, a partire alle ore 15.00, in località Madonna del Piano di Morolo, nei pressi del distributore Esso, si terrà la cerimonia inaugurale per la messa a disposizione di un defibrillatore per la cittadinanza. Il programma della cerimonia prevede l'apertura dei lavori da parte del presidente della Sogit Croce Rossa di San Giovanni di Morolo; si procederà poi con l'intervento del sindaco dott.ssa Anna Maria Girolami per passare poi alla consegna del defibrillatore da parte dei componenti della Sogit e la benedizione di don Francesco. A seguito sono previsti l'intervento a cura della dott.ssa Simona De Vecchis sull'importanza del BLSD e una simulazione dell'uso del defibrillatore con manichino. Tutti sono invitati a partecipare.
Morolo. Centinaia di persone stanno prendendo parte, nel momento in cui scriviamo (sono le ore 16.33) ai funerali di Valentina De Castro, la giovane deceduta una settimana fa in seguito all-ultimo saluto alla dolce Valentina, il sindaco di Morolo - la dott.ssa Anna Maria Girolami - ha predisposto un servizio navetta obbligatorio a partire dalla parte bassa del paese. Chiunque, arrivando da Anagni, da Frosinone o da altri paesi viciniori - dunque - ha dovuto lasciare il proprio mezzo dalle parti del campo sportivo e salire su con il mezzo pubblico.
Vanno avanti i lavori di riqualificazione di Via Portella a Morolo. Gli operai in questi giorni stanno intervenendo per ampliare la parte finale dell’arteria e migliorare la sicurezza nel tratto che immette la via comunale a quella provinciale. L’opera rientra nel più ampio progetto dell’amministrazione comunale guidata dal sindaco Anna Maria Girolami che intende, in questo modo, migliorare la sicurezza dell’intera area adiacente la scuola media del paese lepino.
Il sindaco di Morolo, la dottoressa Anna Maria Girolami è andato nella serata di lunedì, 25 maggio, a casa dei familiari di Valentina De Castro, la ragazza di Morolo morta sabato scorso in seguito ad un gravissimo incidente verificatosi a Ferentino, davanti alla pizzeria Il Giardino.