Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Un esercito di volontari ripulisce un tratto di strada di Piglio; l'iniziativa organizzata dal comitato "Terra madre": "presto altre giornate come questa, perché il rispetto per l'ambiente viene prima di ogni cosa"

8 aprile 2019


Forse, lo speriamo, sta prendendo corpo una nuova sensibilità ambientalista, un nuovo senso di rispetto verso un patrimonio che è di tutti, ma è anche deperibile. Le Istituzioni prendono posizioni nette con provvedimenti che cercano di limitare l’uso della plastica, le scuole insegnano alle nuove generazioni l’attenzione necessaria verso la natura e mettono in guardia da condotte. E poi un silenzioso esercito di volontari si impegna a ripulire quello che tanti altri (sempre comunque troppi) con noncuranza sporcano e rovinano. Domenica scorsa, a Piglio, l'ultimo caso: a farsi promotore dell'iniziativa, apprezzata e partecipatissima, è stato il comitato cittadino "Terra Madre", costituitosi diversi mesi fa nell’ambito di un progetto ambientale che si vuole sviluppare sul territorio di Piglio in antitesi prevalentemente alla realizzazione di una discarica nel cuore della produzione del Cesanese del Piglio DOCG e per un maggior rispetto dell’ambiente che ci circonda; una mattinata intera trascorsa a ripulire dalla sporcizia un tratto di strada provinciale da cui iniziare la pulizia che va dal capolinea Co.Tra.L. zona Punta del sud fino ad arrivare in località Inzuglio (circa 4 km): tanti i partecipanti, tra grandi e piccini. "Grazie! Grazie! Grazie a tutti coloro che oggi hanno voluto condividere il loro tempo e le loro energie per una causa tanto nobile: la tutela del nostro territorio - ha scritto su Facebook il presidente del comitato "Terra Madre" Maurizio Ceccaroni - con l'augurio che questa giornata sia l'inizio di un "progetto" dove il rispetto dell'ambiente è collocato al centro della nosta vita quotidiana, per noi e per le generazioni future". 


TI POTREBBERO INTERESSARE

"Puliamo Piglio": domenica prossima 7 aprile l'iniziativa promossa dal comitato “Terra Madre”
"Più salute, meno inquinamento": torna alla carica il movimento civico "Terra Madre" recentemente costituitosi per "opporre una civile resistenza contro la decisione di ampliare il centro di trasferenza rifiuti di località Casa Zompa, una delle zone più caratteristiche e panoramiche di Piglio, patria del Cesanese". In una nota inviata a questa redazione, i rappresentanti del comitato invitano tutti i cittadini (non soltanto di Piglio), le Istituzioni e le associazioni a presenziare domani - 28 settembre - alle ore 21.00 presso la Sala Polivalente alla presentazione di documenti "che attestano la verità e la pericolosità sul progetto di Casa Zompa. "Basta rifiuti nel cuore del territorio di produzione del vino Cesanese DOCG", scrivono i responsabili di "Terra Madre" nella nota a noi inviata.
Piglio. 50.000 tonnellate annue di rifiuti da trattare nel centro di località Casa Zompa, nel cuore dei vigneti ove si produce il vino Cesanese; il comitato "Terra Madre" e tanti pigliesi sul piede di guerra
Domenica 8 ottobre il comitato di zona di Terrignano, contrada di Paliano, ha organizzato una “giornata ecologica” per mettere in atto la pulizia delle strade e di tutti gli angoli del rione. Lo scopo dell’iniziativa è effettivamente cercare di pulire diversi luoghi che vengono usati in maniera inappropriata soprattutto da automobilisti di passaggio, ma, in generale, cercare di sensibilizzare la popolazione al rispetto dell’ambiente. L’invito a partecipare è rivolto a tutti i terrignanesi che potranno così dare il loro contributo per rendere migliore la contrada dove vivono, passeggiano e soprattutto giocano i bambini. L’assessore al Servizio Rifiuti Solidi Urbani Simone Marucci ha commentato: «I complimenti da parte di tutta l’Amministrazione per l’encomiabile iniziativa a cui intendo partecipare in prima persona. L’idea di organizzare una giornata ecologica dimostra la presenza di un tessuto sociale laborioso e propositivo e soprattutto sensibile al rispetto partecipato e attivo dell’ambiente». Al termine delle operazioni è previsto un momento di socializzazione e di ristoro.
Un borgo bellissimo, quello di Fumone, da oggi ancora più splendido grazie all'importante giornata ecologica che si è tenuta domenica scorsa 30 dicembre per iniziativa dall'amministrazione comunale capitanata dal sindaco Maurizio Padovano in collaborazione con Legambiente e con le associazioni del territorio e che è stata finanziata dalla Regione Lazio; nel corso della giornata - fortemente voluta anche dal consigliere con delega all'Ambiente Luca Del Monte - sono state piantumate nelle aiuole dislocate nel centro storico nuove piante e grazie alla collaborazione della music-band "Bulli e Pupe" e del gruppo Folk di Fumone l'intero borgo, nel corso della mattinata, si è animato di colori, musica ed allegria.