Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Maltempo: il Comune di Serrone corre ai ripari per calmierare i costi di smaltimento; fino al 15 marzo, negli uffici comunali, è aperto l'inventario dei rifiuti speciali

28 febbraio 2019

Danni, disagi e anche vittime per il maltempo che ha investito gran parte della Regione: cinque persone sono morte nel Lazio. Il forte vento non ha dato tregua e ha abbattuto diversi alberi, molti anche nei Comuni dell'area nord della provincia di Frosinone. Notevole, in ogni zona della provincia, è stata la quantità di rifiuti speciali che si è generata a seguito delle ventosissime giornate che si sono susseguite nei giorni scorsi. Per molti rimane difficile poter far fronte a questa situazione drammatica e alla rimozione dei rifiuti dannosi per l’ambiente. E' per questo che il Comune di Serrone, con a capo il sindaco Giancarlo Proietto, ha deciso di intervenire d'accordo con gli uffici comunali preposto per predisporre tutti gli interventi necessari a prevenire e impedire il protrarsi di questa situazione: al fine di calmierare i costi di smaltimento di questi rifiuti, presso l'ufficio protocollo del Comune di Serrone è aperto l'inventario dei rifiuti speciali generatisi a seguito del maltempo che ha colpito il territorio nella giornata di sabato 23 febbraio. Entro e non oltre il 15 marzo sarà sufficiente recarsi presso il Comune e compilare apposito modulo rilasciando le proprie generalità, la tipologia del rifiuto, la quantità in mq e la localizzazione dello stesso. Un'ottima iniziativa che avrebbe dovuto essere presa ad esempio anche dagli altri enti locali.


TI POTREBBERO INTERESSARE

A Serrone, di fronte a molti amici e simpatizzanti, i consiglieri di opposizione Andrea Moscetta e Giancarlo Proietto, hanno espresso l'opportunità di andare oltre il progetto civico-amministrativo che nel 2013 portò alla formazione della coalizione del Giglio. Infatti, evidenziando la necessità di avviare un cammino nuovo verso le amministrative del 2018, Andrea Moscetta e Giancarlo Proietto hanno ritenuto superate le motivazioni che avevano portato alla nascita della coalizione del Giglio. I due consiglieri hanno sottolineato che il nuovo progetto civico-amministrativo "vuole guardare avanti coinvolgendo le persone e le componenti della società civile di Serrone che non si riconoscono più nell'anonima amministrazione Nucheli e accogliendo tutte quelle persone ed idee che vogliono concorrere a rendere Serrone un'eccellenza vera sul panorama nazionale in grado di garantire ai propri concittadini, alle associazioni, alle istituzioni religiose, alle imprese e alle attività commerciali che operano sul territorio un futuro migliore fatto di crescita e di espansione attraverso la valorizzazione di tutte le risorse che l'intero territorio di Serrone offre".
I consiglieri di opposizione Giancarlo Proietto e Andrea Moscetta (foto a sinistra) invitano i serronesi - e non solo - ad aderire alla raccolta di firme a sostegno della proposta di legge sulla
Maggiore attenzione e controllo capillare del territorio: a chiederlo, tramite una nota inviata a questa redazione, i due consiglieri all'opposizione al comune di Serrone Andrea Moscetta e Giancarlo Proietto che, con l'approssimarsi delle festività natalizie tornano a sollecitare il sindaco Natale Nucheli e l'intera amministrazione a fornire risposte alla cittadinanza su temi che incidono in maniera importante sul bilancio del Comune - "e quindi sul bilancio delle famiglie di Serrone" - e potenzialmente sulla salute di tutti i cittadini.
Riceviamo e pubblichiamo la nota dei consiglieri di opposizione Andrea Moscetta e Giancarlo Proietto. “Il muretto della piazzitella di Serrone non è una semplice struttura verticale con funzione portante ma un oggetto che parla ed ha sentimento per via del suo valore storico (anche se non remoto), sociale ed inevitabilmente affettivo.
Serrone. Recuperate e destinate allo smaltimento due carcasse d'auto che da oltre 30 anni giacevano tra gli alberi del bosco di monte Scalambra; l'amministrazione del sindaco Giancarlo Proietto in prima linea nella difesa dell'ambiente e del territorio