Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Serrone esce a testa alta dall'esperienza nella trasmissione televisiva "Mezzogiorno in famiglia"; il sindaco Giancarlo Proietto: "grazie a tutti coloro che hanno partecipato a questa straordinaria avventura!"

3 febbraio 2019

Serrone esce a testa alta, anzi altissima, dall'esperienza di “Mezzogiorno in Famiglia”, e cede il passo ai degni avversari di Poppi, in provincia di Arezzo; una esperienza straordinaria, che per cinque settimane di seguito ha portato alla ribalta nazionale il piccolo Comune ciociaro facendolo conoscere e diffondendo e promuovendo tradizioni, cultura e territorio. "Ci tengo a ringraziare veramente tutti - ha affermato il sindaco di Serrone Giancarlo Proietto, anche a nome anche di tutta l'amministrazione - la sconfitta di oggi deve essere da stimolo affinché nelle sfide della prossima primavera di “Mezzogiorno in Famiglia” si possano ulteriormente affermare, con la serietà, la compattezza e la determinazione, finora mostrate, la bontà e la ricchezza del nostro territorio, delle nostre tradizioni e delle persone che lo vivono.
L’impegno di ognuno dei partecipanti a questa sfida, la capacità di fare squadra e la capacità di mettersi in gioco superando ogni divisione, sia da esempio per l’intera nostra comunità".


TI POTREBBERO INTERESSARE

A Serrone, di fronte a molti amici e simpatizzanti, i consiglieri di opposizione Andrea Moscetta e Giancarlo Proietto, hanno espresso l'opportunità di andare oltre il progetto civico-amministrativo che nel 2013 portò alla formazione della coalizione del Giglio. Infatti, evidenziando la necessità di avviare un cammino nuovo verso le amministrative del 2018, Andrea Moscetta e Giancarlo Proietto hanno ritenuto superate le motivazioni che avevano portato alla nascita della coalizione del Giglio. I due consiglieri hanno sottolineato che il nuovo progetto civico-amministrativo "vuole guardare avanti coinvolgendo le persone e le componenti della società civile di Serrone che non si riconoscono più nell'anonima amministrazione Nucheli e accogliendo tutte quelle persone ed idee che vogliono concorrere a rendere Serrone un'eccellenza vera sul panorama nazionale in grado di garantire ai propri concittadini, alle associazioni, alle istituzioni religiose, alle imprese e alle attività commerciali che operano sul territorio un futuro migliore fatto di crescita e di espansione attraverso la valorizzazione di tutte le risorse che l'intero territorio di Serrone offre".
Mezzogiorno in Famiglia: il sindaco di Serrone Giancarlo Proietto ringrazia; sabato e domenica il paese e la sua comunità di nuovo impegnati in diretta tv
I consiglieri di opposizione Giancarlo Proietto e Andrea Moscetta (foto a sinistra) invitano i serronesi - e non solo - ad aderire alla raccolta di firme a sostegno della proposta di legge sulla
"Mezzogiorno in famiglia". Serrone ancora protagonista: dopo aver battuto i Comuni di Acerenza e di Feltre ora i ciociari se la vedranno con i siciliani di Caccamo. Tutti davanti alla tv a fare il tifo e a... televotare!
Maggiore attenzione e controllo capillare del territorio: a chiederlo, tramite una nota inviata a questa redazione, i due consiglieri all'opposizione al comune di Serrone Andrea Moscetta e Giancarlo Proietto che, con l'approssimarsi delle festività natalizie tornano a sollecitare il sindaco Natale Nucheli e l'intera amministrazione a fornire risposte alla cittadinanza su temi che incidono in maniera importante sul bilancio del Comune - "e quindi sul bilancio delle famiglie di Serrone" - e potenzialmente sulla salute di tutti i cittadini.