Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Successo fuori da ogni aspettativa per la I edizione del Presepe vivente a Vico nel Lazio

7 gennaio 2019

Successo fuori da ogni aspettativa per la prima edizione del Presepe vivente a Vico nel Lazio. La manifestazione, per motivi di maltempo, si è svolta nella sola giornata di domenica 6 gennaio 2019.

Quasi tremila i visitatori che hanno letteralmente invaso il castello cittadino sin dalle prime ore del pomeriggio in attesa dell'apertura del Presepe che dall'antica chiesa di Santa Maria ha attraversato i vicoli più caratteristici del paese. I visitatori hanno potuto così apprezzare la magnificenza del Palazzo del Governatore per poi attraversare i vicoli, teatro naturale di diverse scene della sacra rappresentazione: l’annunciazione, il regno di Erode, la negoziazione degli schiavi, la firma davanti a Cesare Augusto, la scena dei lebbrosi. Il percorso ha condotto i partecipanti ad un momento di convivialità con la degustazione di ciambelline al vino e bruschetta, per poi arrivare all’accampamento della Leggio Alatrensis nella piazza del Cimintorio. Nell'ultimo tratto del cammino c'erano il fabbro e il pecoraio; davanti la chiesa di San Michele Arcangelo è stata rappresentata la scena più ricca del Presepe, il mercato. C'è stata anche la preparazione del formaggio e della ricotta, che i presenti hanno potuto degustare insieme al pane casereccio del forno di Gianfranco Rossi.

C'erano i venditori di tessuto, il macellaio, la cantina del vino, i venditori di spezie, il mulino a pietra. Da qui i visitatori, accompagnati dal suono delle zampogne, sono giunti dinanzi la capanna della Natività.

Il presepe, organizzato dai cittadini, strutturato in circa 30 scene rappresentata da oltre 150 figuranti, moltissimi abitanti di Vico e di comuni vicini. Erano presenti, tra le autorità, il consigliere regionale Mauro Buschini insieme al Sindaco di Vico nel Lazio Cav. Claudio Guerriero, entrambi anno voluto elogiare gli organizzatori per il successo avuto, non che l’impegno che anno messo per la bellissima realizzazione. E proprio gli organizzatori ci hanno tenuto a ringraziare la 'Leggio Alatrensis’, unitamente alla signora Mirella di Trivigliano e Alessia di Torre Cajetani per il prezioso contributo nell’ ideazione e nella scenografia.

"La sinergia e la cooperazione sono stati l’ingrediente principale di questa nuova avventura che Vico nel Lazio ha iniziato". Gli organizzatori, visto il successo dell’edizione di quest’anno, hanno dato appuntamento all'anno prossimo con allestimenti ancora più suggestivi. "Il Presepe è un'occasione importante sicuramente per far sì che tutti in tanti possano visitare tutti i bellissimi vicoli e le piazze del Borgo con le sue venticinque torri merlate e la completa cinta muraria a forma di accampamento romano che ha fatto da scenografia naturale alla manifestazione".

Il Presepe vivente di Vico nel Lazio è inserito nel programma delle manifestazioni natalizie del Comune, è organizzato da un comitato spontaneo al quale va il plauso del Sindaco Claudio Guerriero, è stato promosso dai commercianti e dalle aziende della Rete di Imprese “Una Rete per Vico” nell’ambito del progetto regionale Le Strade del Commercio del Lazio.



TI POTREBBERO INTERESSARE

Il 5 e 6 gennaio prossimi, dopo 20 anni dall'ultima rappresentazione del 1999, torna a Vico nel Lazio il Presepe Vivente. Fervono i preparativi tra le stradine e le piazze del borgo medievale, saranno infatti circa 30 le scene da realizzare e che vedranno protagonisti moltissimi abitanti di Vico e del territorio limitrofo.
Lunedì prossimo 26 dicembre, dalle ore 17.00 alle ore 20.00, si terrà la terza edizione del presepe vivente di Morolo, con un percorso artistico tra i vicoli dell'antico borgo che inizierà da piazza della Libertà. Tutti sono invitati a partecipare.
Torna il presepe vivente di San Pancrazio, alla sua quindicesima edizione, dal 3 al sei gennaio prossimo; le visite - che inizieranno alle ore 17 - partiranno ogni venti minuti e per partecipare è opportuno prenotarsi al 3319493918. "Il presepe - spiegano gli organizzatori - ogni anno affronta una tematica differente, nella quale, a modo nostro, cerchiamo di far capire quali sono i veri significati del Natale. Significati che, con gli anni, abbiamo un po' perso.
Trivigliano con il suo borgo medioevale, costituisce una scenografia naturale perfetta per il Presepe Vivente, rievocazione storica della nascita di Gesù che dal 1996 è organizzato nel centro storico nelle date del 26 dicembre 2018 e il 1 gennaio 2019 dalle ore 17:00.
Non si chiudono con l'Epifania le festività natalizie, almeno ad Anagni; a causa del maltempo, infatti, si è reso necessario rinviare la rappresentazione dell'attesissimo presepe vivente di San Pancrazio che, poiché non è stato possibile allestire nelle date del 4 e sei gennaio come da programma, si terrà dunque sabato 9 e domenica 10 gennaio a partire dalle ore 17. Anche stavolta chi intende partecipare è tenuto a prenotare al seguente numero telefonico: 3319493918.