Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Si chiude l'anno 2018, è tempo di bilanci. Saldo demografico negativo a Piglio: 23 nati contro 53 persone decedute; solo dieci i matrimoni celebrati

31 dicembre 2018

Preoccupante squilibrio nascite-morti-matrimoni a Piglio.

In ventitre anni 1177 sono stati i morti contro le 838 nascite!

L’anno che muore è sempre occasione di statistiche e di consuntivi.

Si tratta infatti di 23 nati  a confronto di 53 morti, se poi a questo si aggiunge che nell’albo del Comune sono stati iscritti solo: 8 matrimoni religiosi e 2 civili non c’è da stare tanto allegri. 

La storia demografica di Piglio svela segreti curiosi se non addirittura sorprendenti nel suo susseguirsi di «picchi» e di «valli», mostrando le grandi crisi economiche e sanitarie che si sono susseguite dal 1871 ad oggi.

Nel 1871 le nascite furono 110 e 98 i morti, mentre il periodo di forte proliferazione, al punto che neppure la «Spagnola del 1918-1919» riuscì a rallentare la crescita, è stato il triennio 1921-1923 forse incoraggiato anche dai contributi statali che Mussolini adottò.

Le nascite infatti furono complessivamente 534 (178+177+179) un vero boom» demografico. Crescita che proseguì fino agli ultimi anni della seconda guerra mondiale (1940-1945), quando la crisi dei valori e la decadenza dei costumi dovuta al generale arricchimento provocò una caduta delle nascite, dal 1951 al 1960, toccando in media gli 80 nati e i 40 morti

Nel 1961, questi dati subirono ancora una flessione, passando rispettivamente a: 80 nascite, 34 morti, mentre gli abitanti censiti erano 4381 e le famiglie risultavano essere 1236 per precipitare poi progressivamente di anno in anno ad un minimo assoluto nel 1989 quantificabile in 59 nascite, e 42 morti.

Nel 1991 la partita si chiuse con i seguenti risultati: nascite 54, morti 30, popolazione 4736 per proseguire ventisette anni dopo, al 31 Dicembre 2018, con i seguenti dati: n° 23 nascite, n° 53 morti, n° 8 matrimoni religiosi e n° 2 civili, separazioni n° 2, divorzi n° 1, stranieri iscritti all’anagrafe di Piglio n° 161, famiglie 1886, totale popolazione 4583, 153 in meno rispetto all’anno 1991.

Anche nel clero, purtroppo, si registra una grande diminuzione delle unità con l’esodo da Piglio di un gran numero di religiosi a cominciare dalle suore del Preziosissimo Sangue, per proseguire con i frati francescani e con le suore del Convento di San Giovanni, lasciato alla comunità “Nuovi Orizzonti”, per terminare poi con il convento di San Lorenzo dove è rimasto P. Angelo Di Giorgio custode del convento e Rettore della chiesa, insieme a frate Lazzaro e a P. Alessandro che è stato nominato da Mons. Lorenzo Loppa Vicario di Trevi nel Lazio, di Filettino e di Vallepietra. L’unico superstite, si  fa per dire, è don Gianni Macali, parroco di due parrocchie, che sopperisce con la sua vitalità alle grandi incombenze che il suo ministero comporta, coadiuvato da padre Angelo (vice parroco) e dai PP. Passionisti di Paliano, che si avvicendano a Piglio nel Santuario della Madonna delle Rose per officiare le due messe: una vespertina del Sabato e l’altra della Domenica delle ore 9. Ma questa è un’altra storia!

Giorgio Alessandro Pacetti

Qui di seguito riportiamo il conto demografico dal 1995 al 31/12/2018



TI POTREBBERO INTERESSARE

Piglio. Il neo-rieletto sindaco avv. Mario Felli presenta la nuova giunta
Grazie a Giorgio Alessandro Pacetti, studioso di storia locale, che ci ha inviato il seguente contributo che di seguito pubblichiamo integralmente: Anche quest’anno, nel giorno dell’Epifania, si è rinnovato l’appuntamento presso la sala polivalente del Comune di Piglio per il conferimento delle borse di studio agli studenti meritevoli di Piglio. Il sindaco avv. Mario Felli, insieme al consigliere delegato alla cultura Lucia Palone hanno consegnato un attestato a ciascuno dei quarantanove studenti:
Il Sindaco avv. Mario Felli e l’Assessorato alla Cultura avv. Francesco Fontana, hanno inserito, nella manifestazione natalizie 2018-2019, un concerto di musica classica nella splendida chiesa settecentesca francescana di San Lorenzo di Piglio come da locandina. L’appuntamento è per domenica 9 dicembre alle ore 17.00. L'ingresso è libero. Tutti sono invitati a partecipare per assistere ad una serata esclusiva ed artistica. Giorgio Alessandro Pacetti
La colpa è solo per la siccità? Nel caratteristico laghetto dell’Inzuglio è sparita l’acqua. L’amara segnalazione è sempre di Giorgio Alessandro Pacetti che con queste due foto vuole evidenziare l’accaduto. Peccato!!! Anche a Piglio, c’era una volta, come nelle fiabe un laghetto. Giorgio Alessandro Pacetti
Anche quest’anno, nel giorno dell’Epifania, si è rinnovato l’appuntamento presso la sala polivalente del Comune di Piglio per il conferimento delle borse di studio agli studenti meritevoli di Piglio.