Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Lettera a Babbo Natale legata ad un palloncino percorre 640 km e atterra in Ciociaria: giovane di Morolo la trova e pubblica la storia su Facebook; morolani entusiasti si attivano per far felice la bambina che l'ha scritta

30 dicembre 2018

Agganciata ad un palloncino ha sfidato i venti e ha percorso più di 600 chilometri in volo per giungere e atterrare in Ciociaria la letterina che una piccola residente dalle parti di Trento aveva affidato a Babbo Natale nelle scorse settimane.
La letterina - consistente in un foglio di carta arrotolato e legato ad un nastro dorato - a Babbo Natale in persona non è arrivata ma in fondo, forse, è andata meglio così: sì, perché quel palloncino che la trasportava, dopo aver percorso ben 640 km, si è adagiato sui crinali dei monti Lepini, precisamente in località Puzzo Palluccio, ed è stato recuperato da un giovane morolano che subito ha voluto condividere con i suoi concittadini la straordinaria scoperta di cui è stato protagonista; "il 20 dicembre scorso ho trovato sulla nostra montagna un palloncino giallo - racconta Antonio Tennennini sul gruppo "Sei di Morolo se..." di Facebook - nulla di sorprendente direte voi, ma incuriosito ho visto su Internet da dove veniva (perché c'era stampato un logo). Ho visto che veniva da Trento; ho raccontato l'episodio a mio padre e lui mi ha spinto a scrivere una mail all'azienda che l'ha liberato [...]. Praticamente il palloncino è stato lanciato a Trento da un gruppo di alpini che hanno organizzato una serata con le scuole del posto: ogni palloncino aveva legato a sé una letterina per Babbo Natale scritta da un bambino o da una bambina del luogo. 
Ieri sono tornato nel luogo di ritrovo del palloncino giallo e a poca distanza ho trovato un secondo palloncino, stavolta di colore rosa, e questo aveva la famosa letterina! Beh, è stato come se avessi trovato un tesoro! Sembravo un bambino: per me è stupefacente ritrovare un palloncino a 640km di distanza da dove è partito. Ora ho letto la letterina e mi tocca fare il Babbo Natale. Spero che questa storia vi abbia regalato un pizzico di stupore. A me ha insegnato che i sogni prima o poi possono avverarsi, basta soltanto non smettere mai di sognare!". Nella lettera ritrovata da Antonio e scritta dalla bambina trentina si legge: "Caro Babbo Natale, ti chiedo: una valigia poi vorrei le penne colorate, e infine una scatola con dentro una capsula Lol, una boll di Natale, tre lil-sister, due boll glitter, tre confetti pop e che la mia famiglia stesse bene".
La meravigliosa storia raccontata da Antonio ha entusiasmato l'intero paese tanto che il giovane assieme ai suoi amici ha deciso di procedere in questo modo: raccogliere solo i giocattoli richiesti nella letterina (bambole LOL e gadget LOL), fare un pacco da inviare alla sede del gruppo Alpini, che lo consegnerà alla bambina; aggiungere un pensiero per il gruppo Alpini come ringraziamento per la loro iniziativa, oltre ad invitarli a Morolo per fargli conoscere il nostro paese. 
Termine ultimo il 3 gennaio, in modo da spedire il tutto entro la prossima settimana. Vi faremo sapere dove e quando incontrarci. In un periodo storico nel quale si costruiscono i muri e si parla di barriere e divisioni  questi bambini sono riusciti a superare questi confini, passandoci sopra: bravo Antonio e bravi morolani per aver colto la straordinaria importanza del messaggio portato da quel palloncino.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Stilato il programma degli eventi natalizi di Morolo da parte dell’associazione Pro Loco. Diversi gli appuntamenti che catalizzeranno l’attenzione dei morolani e dei tanti turisti che, come ogni anno, visiteranno il paese. Si parte il 21 Dicembre alle 11 con lo spettacolo teatrale all’Auditorium “Babbo Natale è arrivato in città” realizzato dall’Associazione Comico Crudele per le scuole elementari e medie.
Lettera a babbo Natale percorre 640 km ed atterra nelle montagne di Morolo: Antonio e i suoi concittadini si attivano per procurare i regali chiesti dalla bambina: "presto li spediremo tramite corriere"
Ci risiamo: tutte le volte che si organizza qualcosa il nostro sindaco prende tutto troppo sul serio! Non è che niente, niente... a Natale ci farà trovare il vero Babbo Natale?
Con l’avvicinarsi del Natale si intensificano le iniziative pensate per la popolazione ed inserite nel calendario dell’Incantastrada. Da questo pomeriggio e fino alla Vigilia, a piazza Gobetti si allestisce il Villaggio di Babbo Natale, con animazioni per grandi e bambini. Continua a leggere...
Anche quest'anno a Piglio un Natale ricco di eventi e divertimento per i più piccoli. Si inizia il 20 dicembre alla biblioteca "Gli amici di Claudia" per ascoltare le magiche storie del Natale raccontate da Luca Simonelli e i ragazzi del teatro. Il 23 dalle ore 16.30 grande festa nel "loft di Babbo Natale": spettacolo delle bolle di sapone, giocoleria, zucchero filato e tantissime sorprese.