Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Botti di Capodanno: il sindaco di Serrone Giancarlo Proietto invita i suoi concittadini all'uso consapevole di articoli esplodenti

29 dicembre 2018

Il 2018 sta per concludersi e come di consueto l'attenzione si sposta alla notte di San Silvestro e ai botti di fine anno. Con l’approssimarsi delle festività di fine anno si avvicina anche il periodo, tanto temuto, degli incidenti legati a imprudenza o imperizia nel maneggiare e accendere petardi, razzi, mortaretti e fuochi d’artificio di ogni altro genere, talvolta anche illegali. L’uso incauto dei fuochi d’artificio di libera vendita può produrre lesioni gravi, come ustioni al viso e alle mani e danni alla vista; i rischi aumentano con l’uso di artifizi pirotecnici di genere illegale, come i “botti”, prodotti prevalentemente in oriente, venduti a basso costo e senza etichette.
Per trascorrere le imminenti feste in tutta serenità, il primo cittadino di Serrone Giancarlo Proietto ha invitato la cittadinanza a prendere visione di alcune semplici norme di comportamento da adottare per l’eventuale uso dei fuochi d’artificio, petardi o razzi rivolgendo ai "consumatori" di tali articoli un forte
appello a un uso responsabile degli stessi, che presuppone l'adozione di tutte le cautele e gli accorgimenti
necessari a prevenire rischi per la propria e l'altrui incolumità. "I cittadini - spiega il sindaco Giancarlo Proietto - sono invitati a non utilizzare i "botti" nei luoghi di aggregazione o comunque in tutti quelli affollati, nelle aree a rischio di propagazione degli incendi, nei pressi di scuole, luoghi di culto o comunque nelle vicinanze di monumenti, edifici o aree a valenza storica, archeologica, architettonica, naturalistica o ambientale. Massima attenzione dovrà essere rivolta alla presenza di bambini o di altri soggetti deboli, che dovranno essere tenuti sempre a debita distanza da chi fa uso dei fuochi e in condizioni di sicurezza. La presente vuole essere una raccomandazione ispirata al buon senso, volta oltretutto ad evitare che il peso della gestione del fenomeno e delle sue conseguenze ricada esclusivamente sulle tradizinali componenti del Sistema di sicurezza del Paese (Forze di polizia, Vigili del fuoco, Sistema sanitario, Polizia locale) - alle quali peraltro va tutto il nostro apprezzamento - già impegnate, proprio in occasione delle festività natalizie, nello svolgimento di servizi straordinari, particolarmente delicati e gravosi per rendere "più sicure" tali festività".


TI POTREBBERO INTERESSARE

Elezioni amministrative. Antonio Pompeo stravince a Ferentino: eletto al primo turno; a Serrone Giancarlo Proietto si afferma sul sindaco uscente Natale Nucheli. Gianni Taurisano batte Paolo De Meis a Filettino
Maggiore attenzione e controllo capillare del territorio: a chiederlo, tramite una nota inviata a questa redazione, i due consiglieri all'opposizione al comune di Serrone Andrea Moscetta e Giancarlo Proietto che, con l'approssimarsi delle festività natalizie tornano a sollecitare il sindaco Natale Nucheli e l'intera amministrazione a fornire risposte alla cittadinanza su temi che incidono in maniera importante sul bilancio del Comune - "e quindi sul bilancio delle famiglie di Serrone" - e potenzialmente sulla salute di tutti i cittadini.
Si è tenuto nei giorni scorsi nella chiesa Parrocchiale di San Pietro in concomitanza con l'allestimento del Presepe Etnografico a grandezza naturale realizzato dall’Associazione Culturale Serrone il concerto di Natale della Banda Musicale de La Forma; tra i presenti anche il sindaco Giancarlo Proietto e il vice-sindaco Enilde Tucci. A dirigere la banda, il maestro Antonello Timpani, docente presso il Conservatorio Musicale "L. Refice" di Frosinone: straordinaria l'esibizione dell'ensemble da lui diretta. Da registrare, l'assoluta performance solista di Matteo Fianco che ha eseguito alla perfezione “Aria for alto sax” di Lorenzo Pusceddu.
Serrone. Recuperate e destinate allo smaltimento due carcasse d'auto che da oltre 30 anni giacevano tra gli alberi del bosco di monte Scalambra; l'amministrazione del sindaco Giancarlo Proietto in prima linea nella difesa dell'ambiente e del territorio
A Serrone, di fronte a molti amici e simpatizzanti, i consiglieri di opposizione Andrea Moscetta e Giancarlo Proietto, hanno espresso l'opportunità di andare oltre il progetto civico-amministrativo che nel 2013 portò alla formazione della coalizione del Giglio. Infatti, evidenziando la necessità di avviare un cammino nuovo verso le amministrative del 2018, Andrea Moscetta e Giancarlo Proietto hanno ritenuto superate le motivazioni che avevano portato alla nascita della coalizione del Giglio. I due consiglieri hanno sottolineato che il nuovo progetto civico-amministrativo "vuole guardare avanti coinvolgendo le persone e le componenti della società civile di Serrone che non si riconoscono più nell'anonima amministrazione Nucheli e accogliendo tutte quelle persone ed idee che vogliono concorrere a rendere Serrone un'eccellenza vera sul panorama nazionale in grado di garantire ai propri concittadini, alle associazioni, alle istituzioni religiose, alle imprese e alle attività commerciali che operano sul territorio un futuro migliore fatto di crescita e di espansione attraverso la valorizzazione di tutte le risorse che l'intero territorio di Serrone offre".