Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Sgurgola, località Cese Milano. Sente il cane guaire dolorante, esce fuori e lo trova con il bacino, reni e vescica fracassati: "poco prima da quelle parti c'erano alcuni cacciatori"

4 novembre 2018

E' stagione di caccia e le doppiette si fanno sentire nel frusinate. Spesso il suono degli spari spaventa chi passeggia o abita nelle zone predilette dei cacciatori.
Sono già diverse le famiglie, singoli escursionisti e numerosi “bikers” che segnalano a questo giornale come gli spari dei cacciatori risultino sempre più vicini. E il racconto fatto da Gianna, nostra affezionata lettrice di Sgurgola, lascia tutti un po' attoniti; lo riportiamo di seguito, integralmente e senza modifiche:


“Una domenica da incubo come tutte quelle che ci sono a casa mia dal momento che inizia la caccia Sgurgola, zona Cese Milano. Spari ravvicinati da prima dell'alba, passaggio di auto sui prati e sulle proprietà private, mute di cani senza controllo che arrivano e fanno danni. Domenica 21 ottobre è stato peggio del solito, mio marito tagliava l'erba, i vicini raccoglievano le olive, altri vicini erano venuti da Roma per godersi la giornata estiva: ho pensato che i cacciatori sarebbero andati via in quanto non sussistevano assolutamente le distanze di sicurezza, invece mi sbagliavo, anzi erano ancora più prepotenti del solito.
Tutti i presenti li hanno invitati per lo meno a spostarsi in un luogo più sicuro ricevendo solo risate come risposta. In questi casi io il mio cane non lo faccio uscire, ho paura che si divertano a fare tiro al bersaglio, purtroppo già in passato mi hanno ammazzato dei gatti, però era mezzogiorno passato, eravamo tutti fuori, ho pensato che non si sarebbero permessi con noi fuori di fargli del male non ho finito di fare questo pensiero che sento guaire il mio Leo in un modo che gelava il sangue.
Sono corsa col cuore in gola, appena fuori il cancello, giaceva incapace di alzarsi. Mi sono guardata in giro, fino a pochi minuti prima c'erano tre persone armate per l'appostamento, forse avevano visto qualcosa! Dileguati! Poi la corsa in clinica a Roma, Leo è grave, gli hanno fracassato il bacino, reni e vescica, probabilmente un grosso colpo inferto o intruppato con la macchina. Ora posso dire con certezza che sulla mia strada che è comunale ma sterrata con buche profonde non passa nessuno. Nell'arco di quei pochi minuti era presente solo l'auto della squadra di cacciatori, cosa è successo? A chi ha dato fastidio un cane di casa buono come il pane? E soprattutto, noi da chi siamo tutelati visto che chiamo tutte le domeniche le forze dell'ordine ma non intervengono mai perché dicono che hanno centinaia di chiamate tutte per lo stesso motivo: i cacciatori!"


TI POTREBBERO INTERESSARE

Un “triste bollettino di tragedie annunciate”: la caccia miete vittime anche tra gli animali domestici. Legambiente Anagni: "a Sgurgola cane di famiglia massacrato dai cacciatori"

La frequenza degli incidenti di caccia rende pericolosa la vita quotidiana e non garantisce l’incolumità dei cittadini residenti nelle zone non interessate dal divieto venatorio
Un “triste bollettino di tragedie annunciate”; Legambiente Anagni: "la caccia miete vittime anche tra gli animali domestici: a Sgurgola cane di famiglia massacrato dai cacciatori;
Ospedale di Anagni, Valle del Sacco e valorizzazione dell'area industriale di Anagni: il sindaco di Sgurgola Antonio Corsi e il neo-eletto consigliere regionale Sergio Pirozzi incontrano i cittadini all'hotel Colaiaco
Ringraziamo il prof. Antonio Corsi, sindaco di Sgurgola, per averci inviato la nota che di seguito pubblichiamo in forma integrale:
12 automobili danneggiate, tra cui anche quella del figlio del primo cittadino Antonio Corsi, Filippo; è questo il bilancio della scorribanda notturna compiuta tra sabato sera e domenica mattina da una banda sulle cui tracce, ora, sono i Carabinieri della stazione di Sgurgola, comandati dal mar. Gaetano Sodano. Identica, per ogni auto, la modalità di azione: vetri sfondati e piccoli oggetti rubati. Le auto erano parcheggiata di viale Caduti sul Lavoro, a Sgurgola, e nei pressi della stazione ferroviaria. I carabinieri indagano per risalire agli autori della bravata.
Anagni, elezioni amministrative 2018. Ci sarà anche la Lista di Sergio Pirozzi, il cui referente locale è il sindaco di Sgurgola Antonio Corsi