Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Inaugurata a Morolo la nuova sede dei Servizi Sociali che presto ospiterà anche il Comando della Polizia municipale; tra le personalità presenti anche la dott.ssa Emilia Zarrilli, prefetta di Frosinone

14 aprile 2018

Giornata importante, quella di ieri, venerdì 13 aprile, per i cittadini di Morolo. E' stata infatti inaugurata la nuova sede dei Servizi Sociali che presto ospiterà anche il Comando della Polizia municipale diretto dal comandante Fabrizio Mancini. La sede dei Servizi Sociali è stata realizzata in uno dei piani nello storico palazzo che già ospita la caserma dei Carabinieri, in piazza della libertà o Porta del Popolo. Il palazzo storico che risale alla fine del 1800 inizialmente ospitava le scuole elementari e medie del centro lepino. Una volta trasferitesi le scuole, la struttura è stata messa a disposizione dei carabinieri ma con due piani praticamente vuoti. Ora finalmente i due piani avranno una funzione ben precisa. I nuovi servizi inaugurati ieri sono stati resi possibili grazie ad un finanziamento ottenuto dall'amministrazione comunale dal Governo e destinato proprio al recupero di palazzi storici. Morolo è stato l'unico comune in ciociaria ad ottenere questo tipo di finanziamento. Al taglio del nastro avvenuto ieri mattina hanno partecipato gli amministratori comunali con in testa il sindaco Anna Maria Girolami e l'assessore ai Servizi Sociali, Clarissa Silvestri, il Prefetto di Frosinone, Emilia Zarrilli ed autorità civili e militari del comprensorio. "E' una giornata importante per la nostra comunità. Finalmente anche gli anziani di Morolo avranno una sede vera e propria un luogo ricreativo che finora era visto con un occhio di invidia verso altri comuni. Un luogo anche dove si potranno ascoltare le esigenze e le richieste dei cittadini ed aiutare chi è in difficoltà- hanno spiegato il sindaco Girolami e l'assessore Silvestri- presto ci sarà anche la nuova sede della polizia municipale che andrà ad integrarsi con la stazione dei carabinieri". Il progetto è stato redatto dall'ingegnere Giancarlo Segneri  ed ha visto la realizzazione anche dei servizi per i portatori di handicap ed ingressi separati ed ascensore rispetto alla caserma dei carabinieri. Il Prefetto di Frosinone Emilia Zarrilli ha sottolineato l'importanza di un settore come quello dei Servizi Sociali ed il nuovo servizio dato dagli amministratori ai cittadini di Morolo.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Nella mattinata di oggi la Compagnia Carabinieri di Anagni ha effettuato una conferenza agli studenti della Scuola Media Ernesto Biondi di Morolo alla quale ha partecipato il Luogotenente DE Rosa Pierluigi, comandante della locale Stazione. Tale iniziativa è connessa al protocollo di intesa denominato “Contributi dell’Arma dei Carabinieri alla formazione della cultura della legalità” che il Comando Generale dell’Arma ha concordato con il Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca.
Aveva messo a soqquadro un locale. Aveva minacciato i clienti ed i proprietari del locale. E non si era calmato nemmeno quando sono arrivati i carabinieri. Inevitabili per lui le manette.
Una ragazza minorenne viene ricoverata in ospedale per sospetto coma etilico. I carabinieri denunciano il proprietario del locale dove la ragazza avrebbe bevuto oltre i limite e gli organizzatori dell’evento musicale che si è tenuto nel locale. È successo a Morolo.
Massi sulla strada a sant'Angelo di Morolo; intervengono i Carabinieri e una ruspa per rimuoverli Paura, oggi, in località sant'Angelo di Morolo dove a causa forse di uno smottamento del terreno causato dalle forti piogge di questi giorni alcuni grossi blocchi di pietra tufacea si sono staccati dal parapetto invadendo la carreggiata. Solo il tempestivo intervento di un mezzo adatto a rimuoverli e dei Carabinieri della locale stazione ha scongiurato che si verificassero incidenti.
Picchia la madre e viene arrestato. È successo stamattina a Morolo. I carabinieri della stazione locale hanno infatti tratto in arresto un 27enne di origine anagnina, ma di fatto da tempo domiciliato a Morolo, per maltrattamenti in famiglia e danneggiamento. Il giovane, alterato ed in evidente stato di agitazione, aveva maltrattato e minacciato la madre, danneggiando contestualmente diversi suppellettili dell’abitazione. A dare l’allarme sono sati i vicini che hanno chiamato i carabinieri.