Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Ferentino. 162 firme per l'installazione di dissuasori in via della Stazione; promotore dell’iniziativa è Kristian Damiami (DemocraticaMente): “la sicurezza non è un optional”

10 ottobre 2017

162 firme per chiedere l’istallazione di dissuasori di velocità sul tratto stradale di via Stazione, all’altezza del civico 37; a presentare formalmente la richiesta, questa mattina – martedì 10 ottobre – è stato Kristian Damiami, portavoce del Movimento Civico DemocraticaMente Ferentino. Secondo lo stesso Damiani, il tratto di strada in questione è teatro, sempre più spesso, di gravi incidenti stradali, alcuni anche con esiti tragici.
“Su questo tratto stradale – spiega Damiani - ci sono diverse attività commerciali ed insediamenti residenziali, la presenza di pedoni è notevole, soprattutto negli orari serali e nei giorni prefestivi e festivi.
Per questo motivo chiediamo all’amministrazione comunale di intervenire con sollecitudine all’installazione di dissuasori quali dossi artificiali e/o barre rumorose, segnaletica luminosa o comunque deterrenti di velocità che questo Comune ritiene opportuno, per il rispetto del Codice della Strada”.
Per Kristian Damiani, “l’intervento sul tratto stradale urbano di fatto metterebbe in sicurezza pedoni ed automobilisti: una misura necessaria per evitare le tragedie del passato, di fatto se si pensasse anche alla realizzazione di marciapiedi e attraversamenti pedonali, la zona sarebbe definitivamente sistemata, un tratto di poche centinaia di metri che unisce la popolosa zona residenziale del Giardino, alla Città. Confidiamo nella sensibilità dell’amministrazione comunale – conclude Damiani - affinché si adoperi  in tempi rapidi e senza indugi di sorta: la sottoscrizione è stata fatta da 162 persone, e costoro hanno diritto ad una risposta, come del resto chi è rimasto coinvolti nei sinistri stradali in passato”.
 
 

TI POTREBBERO INTERESSARE

A proposito della riperimetrazione SIN Valle del Sacco, per la quale il Comune di Ferentino ha istituito un apposito sportello di supporto per i cittadini interessati e un fondo per le spese delle osservazioni, interviene - con una nota inviata a questo quotidiano - il capogruppo consigliare di "Democraticamente Ferentino" Maurizio Berretta.
Una interrogazione a risposta scritta ed urgente per chiedere conto della convenzione riguardante l'attività estrattiva in località Sigillo di Ferentino; a scriverla e a recapitarla al sindaco di Ferentino Antonio Pompeo e al presidente del consiglio comunale è stato il consigliere di Democraticamente Ferentino Maurizio Berretta; si legge nella interrogazione di Berretta:
Ferentino. Poca acqua dai rubinetti: prosegue la campagna di sensibilizzazione del movimento civico DemocraticaMente
Rifiuti abbandonati a Ferentino, i giovani di Democraticamente e il capogruppo Maurizio Berretta parlando di “città abbandonata a se stessa” Una città abbandonata a se stessa: è così che i giovani del movimento civico “Democraticamente” definiscono Ferentino; a dare loro spunto sono le discariche, sempre più numerose, che purtroppo fioriscono in diversi punti della città gigliata. E parlando di “situazione che sta via via degenerando”, e di “un territorio ormai incontrollato.
Per domani, venerdì 3 novembre, alle ore 15:00 è in programma una seduta di consiglio comunale, durante la quale tra i cinque punti previsti dall’ordine del giorno figura anche quello relativo alla mozione presentata dal Consigliere comunale Maurizio Berretta, capogruppo per DemocraticaMente Ferentino, riguardante l’adozione dei piani per l’abbattimento delle barriere architettoniche.