Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Ferentino, attività estrattiva in località Sigillo. Maurizio Berretta (Democraticamente) interroga il sindaco e il presidente del consiglio comunale

30 giugno 2017

Una interrogazione a risposta scritta ed urgente per chiedere conto della convenzione riguardante l'attività estrattiva in località Sigillo di Ferentino; a scriverla e a recapitarla al sindaco di Ferentino Antonio Pompeo e al presidente del consiglio comunale è stato il consigliere di Democraticamente Ferentino Maurizio Berretta; si legge nella interrogazione di Berretta: "premesso che il consiglio comunale in data 3 ottobre 2016 ha approvato con delibera 62 la convenzione per l'attività estrattiva in località Sigillo con la Saxa Gres spa di Anagni; che sentiti residenti ed associazioni attinenti diversi sono i disagi giornalieri e la mancanza di sicurezza sia sotto l'aspetto estrattivo che di trasporto con i mezzi pesanti su strade che non permettono la percorrenza dei mezzi; che il sottoscritto aveva già richiesto in data 17 maggio scorso a mezzo PEC provvedimenti da adottare e che ad oggi non si è provveduto a darne conto, interrogo il sindaco per sapere il motivo per il quale da ottobre 2016 ad oggi non si stia rispettando la convenzione approvata, con particolare riguardo agli articolo 6 e 10; per conoscere il percorso dettagliato concordato tra la ditta e il Comune che camion a servizio del sito estrattivo devono percorrere per il raggiungimento dello stesso, percorso oggetto della manutenzione e della messa in sicurezza così come previsto dalla convenzione; in che data, da chi e di che importo è stata rilasciata la polizza fidejussoria a garanzia prevista all'art. 4". All'interrogazione Berretta chiede al sindaco e al presidente di rispondere per iscritto e con urgenza.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Nel corso dell’assise civica che si è tenuta il giorno 12 gennaio scorso, con convocazione richiesta dai Consiglieri comunali Maurizio Berretta, Gianni Bernardini, Marco Maddalena e Marco Valeri, diversi sono stati i punti discussi, alcuni dei quali approvati.
Dai consiglieri comunali di Ferentino Maurizio Berretta, Marco Valeri, Marco Maddalena e Gianni Bernardini riceviamo la seguente nota che di seguito pubblichiamo integralmente:
Una diffida per chiedere al sindaco di Ferentino Antonio Pompeo e ai membri dell’attuale commissione elettorale, tutti facenti parte della coalizione di maggioranza, a non formulare atti di competenza della Commissione, in caso contrario, “eserciteremo il nostro diritto di tutela di fronte alle autorità governative e giudiziarie di competenza”. La perentoria richiesta è firmata ancora una volta dai quattro battaglieri consiglieri di minoranza Maurizio Berretta, Marco Valeri, Gianni Bernardini e Marco Maddalena. Scrivono i quattro: “preso atto, che all’interno della commissione elettorale non c’è la rappresentanza della minoranza stessa come prescritto dall’art. 13 del T.U. 20.03.1967, n. 223, che testualmente recita:
Marco Maddalena, Maurizio Berretta e Gianni Bernardini – rispettivamente capogruppo di Sinistra Ecologia e Libertà, capogruppo Democraticamente e capogruppo Partito Socialista Italiano – hanno presentato una interrogazione al sindaco di Ferentino Antonio Pompeo e all’assessore all’Ambiente Franco Martini, per conoscere quali iniziative intendono assumere circa la situazione relativa alla gestione del depuratore di Le Mandre gestito da Acea Ato5.
L’immediata replica giornalistica del Sindaco Pompeo sull’apertura del 9 Febbraio scorso dell’Impianto di Trattamento Rifiuti in zona Stazione Ferentino ha del “tragicomico”; ad affermarlo sono i quattro consiglieri dell’opposizione Maurizio Berretta, Marco Maddalena, Gianni Bernardini e Marco Valeri. Spiegano i consiglieri: “Nessuno ha mai parlato di “Compostaggio”, ma bensì di un “Impianto di Trattamento Rifiuti” , e caro Sindaco, la messa in riserva dei rifiuti, prevede la lavorazione degli stessi intesa in separazione, frantumazione, selezionatura e lavaggio prima di essere inviati ad altre aziende per il recupero.