Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Il Cesanese del Piglio D.O.C.G. Superiore Romanico delle cantine Coletti Conti rende orgoglio al territorio: la guida Bibenda 2017 lo include tra i dieci migliori vini italiani. Scelto tra 30mila vini

2 novembre 2016

Uno dei migliori dieci vini d'Italia ha il sapore del Sole e della Terra di Ciociaria; a decretarlo è stata la giuria insigne composta da esperti e critici enogastronomici, degustatori e giornalisti di Bibenda 2017 - la più autorevole guida del bere nazionale, redatta dalla F.I.S., Federazione Italiana Sommeliers - che ha incluso il Cesanese del Piglio Superiore D.O.C.G. Romanico delle cantine Coletti Conti di Anagni tra i dieci migliori vini italiani. Lo straordinario risultato - che giunge dopo che, per otto anni consecutivi, il Romanico ha conseguito il riconoscimento dei "5 grappoli" assegnati dalla stessa autorevole guida - rappresenta una sorta di definitiva consacrazione: essere tra i migliori dieci su più di 30.000 vini degustati è, di fatto, un traguardo che, solo fino a pochi anni fa, nessuno poteva pronosticare per un Cesanese del Piglio; una nuova importante performance di alto livello non solo per questo vino e per la cantina che lo produce ma per tutto il territorio del Cesanese che dimostra che nessun obiettivo è precluso al Cesanese del Piglio, vino che, prodotto con passione e competenza, può “soggiornare” senza problemi nell’Olimpo dei vini nazionali.
Antonello Coletti Conti, titolare dell'azienda di famiglia, ha idee granitiche e semplici su come si crea un grande Cesanese: "si fa parlare la terra, tutto qui". E, sull'assegnazione di questo importante riconoscimento (che segue quello di qualche settimana fa assegnato da "Il Gambero Rosso" ad un altro vino delle cantine Colletti Conti, l'Hernicvs), Antonello Coletti Conti commenta così: "è un onore per me e per la mia azienda sapere di aver così significativamente contribuito a caratterizzare lo sviluppo e la diffusione del vino Cesanese in Italia e nel mondo; tale risultato lo devo non solo alla passione per il mio lavoro ma anche al contributo prezioso di quanti collaborano con la mia azienda".
Il Cesanese del Piglio, dunque, sempre più tra i vini dell’anima, della mente e del cuore: un risultato - quello delle cantine Coletti Conti - che regala orgoglio e soddisfazione ad un intero territorio.

 

TI POTREBBERO INTERESSARE

Anagni. La prestigiosa guida Bibenda premia ancora il Romanico di Coletti-Conti; per il decimo anno consecutivo assegnato il punteggio massimo: cinque grappoli
Sulla Via del Vino. Il Cesanese del Piglio Superiore Romanico prodotto dalle cantine Coletti Conti di Anagni vola in Vietnam con il presidente del Consiglio Giuseppe Conte: sarà regalo di Stato
La Ciociaria del vino è un giacimento prezioso che continua a mietere premi e riconoscimenti a dispetto di due annate - il 2014 eccessivamente piovoso e il 2015 caldissimo - tanto complicate da mettere quasi in difficoltà il comparto vitivinicolo del Lazio, con risultati che obbligano a una seria riflessione riguardo all'approccio produttivo in vigna e in cantina.
L'assessore ai Lavori Pubblici Simone Pace, insieme ai responsabili dell'Ufficio tecnico ed all'architetto Alberto Coletti Conti responsabile del progetto, si è recato in Via San Michele per un sopralluogo. L'architetto Coletti Conti e l'assessore Pace hanno dichiarato:
Piglio. Notte bianca 2017: nuovo appuntamento con il vino Cesanese