Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

A Piglio la Festa del Santissimo Crocifisso; ecco un po' di storia, raccontata da Giorgio Alessandro Pacetti

9 settembre 2016

Con la festa del SS Crocifisso si conclude il ciclo estivo delle celebrazioni sacre  iniziate con la festa di Sant’Antonio e proseguite poi  con quella  di San Rocco. Il Convento di San Giovanni, nel 1686, ospitò anche frà Angelo D’Arpigliano che scolpì tra penitenze e digiuni la famosa effige del Cristo Crocifisso, tutt’ora  venerato nella chiesa di San Giovanni e che verrà portato  anche quest’anno, Mercoledì 14 Settembre, in processione. Tra le varie iniziative promosse dal parroco don Gianni e dal Comitato dei festeggiamenti degne di nota sono: triduo, Messa solenne, Via Crucis, Processione  alle ore 18 alla quale parteciperanno tutte le Confraternite di Piglio  spettacolo musicale, fuochi artificiali e la tradizionale vendita di frutta secca nelle caratteristiche “fraschette”.
Il popolo pigliese è sensibile a queste manifestazioni religiose e le vive ogni volta con rinnovato fervore.
I fedeli aspettano la festa del Crocifisso ricordando che nel 1855 un miracolo del Cristo liberò la città di Piglio dalla terribile peste asiatica (colera).
Si tramanda anche che i pigliesi per questa  liberazione si opposero con tutte le forze a non restituire il simulacro ai frati francescani di San Giovanni che l’avevano concesso temporaneamente alla Parrocchia di Santa Maria Assunta affinchè fosse adorato.
Questa festa dell’esaltazione della Croce, nata nel 1686 si è protratta fino ai nostri tempi, anche in riconoscenza da tanti favori e grazie spesso ricevute dai devoti pigliesi.
Giorgio Alessandro  Pacetti


TI POTREBBERO INTERESSARE

Piglio. Il neo-rieletto sindaco avv. Mario Felli presenta la nuova giunta
Il Sindaco avv. Mario Felli e l’Assessorato alla Cultura avv. Francesco Fontana, hanno inserito, nella manifestazione natalizie 2018-2019, un concerto di musica classica nella splendida chiesa settecentesca francescana di San Lorenzo di Piglio come da locandina. L’appuntamento è per domenica 9 dicembre alle ore 17.00. L'ingresso è libero. Tutti sono invitati a partecipare per assistere ad una serata esclusiva ed artistica. Giorgio Alessandro Pacetti
La colpa è solo per la siccità? Nel caratteristico laghetto dell’Inzuglio è sparita l’acqua. L’amara segnalazione è sempre di Giorgio Alessandro Pacetti che con queste due foto vuole evidenziare l’accaduto. Peccato!!! Anche a Piglio, c’era una volta, come nelle fiabe un laghetto. Giorgio Alessandro Pacetti
Diversi comuni dell-ordinanza emanata dal primo cittadino Mario Felli.
La segnalazione, nei giorni scorsi, apparsa sulla stampa locale da parte dello studioso di storia locale Giorgio Alessandro Pacetti, relativa al taglio dell’erba nell’area antistante alla chiesa di san Rocco Madonna della Valle, ha sortito gli effetti desiderati.