Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Paliano. Concluso il rifacimento del manto stradale di via Palianese sud; la soddisfazione del sindaco Domenico Alfieri

14 luglio 2016

Oggi, 14 luglio 2016, dopo quattro giorni di intensi lavori si conclude il rifacimento del manto stradale di via Palianese Sud (SP 21), nel tratto compreso tra il km 6 e il km 8. Dopo lunga attesa, l’intervento pone fine alle criticità di un manto ormai dissestato, ripristinando una viabilità sicura con l’eliminazione di tutte quelle buche e avvallamenti, che – specie nel periodo invernale e col maltempo – mettevano a dura prova i tanti automobilisti che percorrono ogni giorno la principale arteria che collega Paliano con i comuni di Piglio e Serrone, il Monumento Naturale “Selva di Paliano e Mola di Piscoli”, il casello autostradale di Colleferro e la via Casilina.
"Questo intervento – dichiara il sindaco Domenico Alfieri – consente di superare finalmente una situazione di disagio che durava da troppi anni. Lo stato dell’asfalto nel tratto in questione non solo causava danni ai veicoli, ma metteva in serio pericolo l’incolumità stessa delle persone che vi transitavano: era quindi necessario e doveroso da parte di questa amministrazione sollecitare la Provincia a risolvere il problema in tempi rapidi e certi. Il mio ringraziamento va quindi al Presidente della Provincia di Frosinone, Antonio Pompeo, e al Consigliere delegato Massimiliano Quadrini. Oggi terminano i lavori, ma il nostro impegno resta attivo anche per il futuro, nella consapevolezza che la manutenzione delle strade è una questione che incide in concreto nella qualità della vita dei cittadini".


TI POTREBBERO INTERESSARE

Una cerimonia toccante, alla quale hanno preso parte tanti cittadini e diverse autorità del mondo politico locale, tra questi il sindaco di Piglio Mario Felli e quello di Paliano Domenico Alfieri. Il sacrario dei diciassette martiri che si trova in località Le Mole di Paliano è entrato a far parte delle proprietà comunali dopo la donazione, avvenuta a gennaio scorso, da parte degli eredi.
I sindaci di Paliano, Piglio, Serrone e Acuto incontrano le rappresentanze sindacali di Poste Italiane
Il Programma regionale di Sviluppo Rurale (PSR) è lo strumento regionale di pianificazione della politica comune di sviluppo rurale per il periodo 2014-2020, oggetto di sostegno da parte del Fondo europeo agricolo per lo sviluppo rurale (FEASR, Regolamento UE 1305/2013).Per presentare il PSR e le novità che riguardano il territorio, gli Assessorati all’Agricoltura dei Comuni di Paliano, Piglio e Serrone hanno organizzato, in collaborazione con la Cia Lazio, un convegno in programma martedì 3 giugno, alle ore 18, presso il ristorante “Il Cardinale”, in località La Selva.I lavori del convegno saranno aperti dai saluti istituzionali del Sindaco di Paliano, Domenico Alfieri, del sindaco di Serrone, Natale Nucheli e del Sindaco di Piglio, Mario Felli.
Venerdì prossimo 23 dicembre alle ore 11 in via Casilina n.2, in zona di Pontegrande, si terrà l'inaugurazione dell’ufficio del Giudice di Pace del Comprensorio di Ferentino che avrà competenza su sei Comuni: Anagni, Morolo, Paliano, Piglio e Serrone; la rimessa in funzione dell'ufficio fa seguito al Decreto del Ministro della Giustizia, Andrea Orlando, del 27.05.2016 sul ripristino degli uffici del Giudice di Pace soppressi. Una giurisdizione più ampia, così come strutturato a livello di competenza territoriale, garanzia di un nuovo servizio, potenziato a beneficio di un numero rilevante di cittadini e del comprensorio intercomunale.
Un gruppo affollato di sindaci ed amministratori comunali si è dato appuntamento ieri pomeriggio alle 18.30 nella Sala della Ragione del comune di Anagni per creare il Coordinamento per la difesa dell’ambiente. Oltre al sindaco di Anagni Fausto Bassetta ed a quello di Paliano Domenico Alfieri, c’erano amministratori provenienti da Sgurgola, Acuto, Ferentino, Serrone, Piglio, Olevano Romano, Segni, Montelanico, Gorga, Carpineto Romano, Valmontone, Gavignano, Artena e Genazzano.