Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK
Il sindaco Natale Nucheli e i produttori Giovanni e Armando Terenzi a L'Aquila per ritirare il prestigioso riconoscimento delle Città del Vino

Il "Villa Santa" delle Cantine Terenzi di Serrone unico vino premiato del frusinate al concorso "La selezione del sindaco" che si è tenuto a L'Aquila

6 luglio 2016

Il “Villa Santa” dell'Azienda Vitivinicola Giovanni Terenzi di Serrone è l'unico vino della provincia di Frosinone (uno dei soli quattro vini laziali premiati) a ricevere un riconoscimento, a L'Aquila, a “La Selezione del sindaco”. La passerina del frusinate si è infatti affermata alla XV edizione del concorso enologico internazionale organizzato dall'Associazione Città del Vino in collaborazione con l'Assessorato all'Agricoltura della Regione Abruzzo, il Comune di L'Aquila e la Camera di Commercio dell'Aquila.

Al “Villa Santa” è andata la Medaglia d'argento, in un'edizione in cui il limite inferiore di questo premio è stato innalzato dal punteggio minimo di 82 a 84,40, segno di ulteriore distinzione e qualità per i vini premiati. Un contesto di grande prestigio, quindi, che ha visto ben 1.100 vini selezionati con 6.000 i calici per la degustazione e oltre 1.200 bottiglie esaminate dagli 80 commissari provenienti da tutto il mondo.

Nella giornata conclusiva, che si è svolta all'Auditorium del Parco all'Aquila, oltre ai produttori Giovanni e Armando Terenzi, erano presenti il sindaco di Serrone, Natale Nucheli, l'assessore Antonietta Damizia e il consigliere comunale Francesco Pallocca. Centinaia anche i sindaci dei diversi comuni italiani delle "Città del Vino", giunti nel capoluogo abruzzese per offrire alla città un'occasione di visibilità e rilancio, vista la ferita ancora aperta del terremoto del 2009.

“Un nuovo premio – dichiara Giovanni Terenzi - che ci riempie di gioia e ci spinge a proseguire sulla strada intrapresa. Un riconoscimento al duro lavoro fatto finora che non è certo un punto di arrivo ma l'ennesimo punto di partenza per crescere ancora. E chissà che nel 2017 non si arrivi a questo momento con più etichette”.

“E' stato emozionante – commenta Nucheli – vedere ancora una volta un'azienda di Serrone ricevere un premio tanto importante, come la Medaglia D'Argento alla Selezione del Sindaco. E' il giusto riconoscimento alla perseveranza con cui Giovanni Terenzi da anni lavora, con tutta la famiglia, sulla qualità del prodotto. Un percorso faticoso, e dispendioso, costruito attraverso investimenti importanti nel reimpianto dei vigneti e nelle tecnologie, per fare dei propri vini eccellenze assolute nel panorama nazionale. Una vetrina importante, quella dell'Aquila, sia per i produttori che per il nostro territorio, che ha potuto godere di una grande ribalta mediatica. Per il prossimo anno spero che le aziende in concorso tornino ad aumentare e il bottino sia addirittura superiore. Un saluto speciale lo rivolgo al sindaco de L'Aquila, Massimo Cialente, che ci ha accolto e salutato con calore, ringraziandoci ancora per l'impegno profuso da Serrone, insieme ad altri gruppi di protezione civile del nostro territorio, nell'emergenza post terremoto di Onna”.

 

NOTA AGGIUNTIVA:

Va sottolineato, come curiosità, che al Concorso enologico internazionale di Città del Vino “La Selezione del Sindaco” sono state assegnate complessivamente 16 Gran Medaglie d’Oro, 108 Medaglie d’Oro e 215 Medaglie d’Argento, avendo in concorso i più importanti vitigni italiani: negroamaro, montepulciano, gaglioppo, raboso, zibibbo, inzolia e corvina; con tre medaglie d'oro anche a tre vini portoghesi.
Spiccano, tra i vini premiati nelle varie tipologie, insieme al Villa Santa di Giovanni Terenzi, vini come Salice Salentino, Passito di Pantelleria, Amarone della Valpolicella, Montepulciamo d’Abruzzo, Vin Santo del Chianti, Marsala. Senza contare biologici, passiti, autoctoni, in argilla, kosher, spumanti e sempre e comunque “piccole partite di vino di qualità, prodotte nelle Città del Vino”.

La Selezione del Sindaco, organizzato dall’Associazione che aggrega 450 Comuni in Italia e un migliaio in Europa attraverso Recevin, è un concorso enologico unico perché le cantine possono partecipare solo in alleanza con il Comune di riferimento, è pensato per piccole partite di vino (minimo 1.000 massimo 50.000 bottiglie) e con un’attenzione particolare a vitigni autoctoni, anche a vini passiti, vini maturati in argilla e produzioni di qualità delle cantine sociali.

Continua la tradizione dei vini di Serrone premiati nei più importanti concorsi nazionali. Un anno fa altri due vini locali, il “Nero dello Scalambra - Cesanese di Affile Doc” (annata 2011), dell’azienda di Mario Terenzi, e il “Vajoscuro - Cesanese del Piglio Docg Superiore riserva” (annata 2011), delle Cantine Giovanni Terenzi, erano stati gli unici due vini cesanesi a conquistare la Gran Menzione al concorso enologico internazionale di Vinitaly 2015.



TI POTREBBERO INTERESSARE

Sarà l'occasione perfetta per assaggiare prodotti tipici e degustare ottimi vini quella organizzata dalla famiglia Terenzi delle Cantine Giovanni Terenzi di Serrone per domenica 10 luglio alle ore 18.00 nell'azienda che ha sede in località La Forma; protagonista indiscusso della serata sarà il vino Villa Santa, passerina del frusinate che solo qualche giorno fa è stato premiato con la medaglia d'argento al concorso enologico internazionale "La Selezione del Sindaco 2016" a L'Aquila. Per informazioni e prenotazioni ci si può rivolgere a questo numero di telefono 0775595466 oppure si può inviare una mail a info@viniterenzi.com.
Interessante occasione per degustare e conoscere i migliori vini, grazie alla consulenza e alla guida di docenti qualificati: ad organizzare il primo corso di degustazione di vini "Come avvicinarsi al mondo del vino" ci ha pensato la famiglia Terenzi, titolare dell'omonima cantina fondata dal sig. Giovanni (foto in alto). In totale sono cinque le lezioni, con cadenza settimanale, che si terranno presso l'azienda della famiglia Terenzi in via Forese n. 13 a La Forma di Serrone. Il corso inizierà alle 21 del prossimo 19 febbraio. Per informazioni ci si può rivolgere a uno di questi numeri di telefono: 0775595466; 0775594286; 3385291350.
C'erano anche il sindaco Natale Nucheli e l'assessora Antonietta Damizia a ritirare il premio, nella città di Montefalco (Pg), insieme all'imprenditore serronese Emanuele Terenzi che, con il vino Nero dello Scalambra 2015, delle Antiche Cantine Mario Terenzi, ha ricevuto la “Medaglia d'oro” alla Selezione del sindaco 2017, il concorso enologico internazionale organizzato dall'Associazione Nazionale Città del Vino che ha premiato l'azienda serronese come unica cantina della provincia di Frosinone.
Visita di fine corso alla Cantina Terenzi per i corsisti che hanno preso parte alla serie di lezioni del primo livello della scuola di Sommelier AIS di Roma; nei giorni scorsi a Serrone, la famiglia Terenzi ha ricevuto la gradita visita degli studenti e del presidente dell-importante azienda - produttrice, tra l'altro, di rinomati vini quali il Velabro e il Vajoscuro - per raccontare la Terra di Ciociaria e svolgere una lezione didattica sul vino Cesanese, con le sue peculiarità e la particolare vocazione del territorio e della famiglia Terenzi per questo vino. I ragazzi, dopo aver trascorso una giornata in azienda, sono andati via entusiasti di aver assistito alle lezioni in vigna tenute da Giovanni Terenzi, ma soprattutto di aver scoperto un territorio, quello in cui si produce il vino Cesanese, capace di offrire così tante meraviglie ed opportunità.
Si è conclusa nei giorni scorsi la prima edizione del corso di degustazione e di conoscenza del vino di qualità organizzato dai titolari della società agricola Giovanni Terenzi di La Forma di Serrone. Ai corsisti - che hanno seguito con attenzione e dedizione le lezioni iniziate a febbraio scorso - è stato consegnato un attestato di partecipazione firmato dai relatori del corso, Roberto De Vecchis e Carlo Zucchetti, e dallo stesso Giovanni Terenzi, titolare dell'azienda. La cena conclusiva del corso, con degustazione di ottimi piatti e relativi abbinamenti di vini, si è tenuta nella splendida location del ristorante Belsito di Serrone. "Visto il successo di questa prima edizione e l'interesse mostrato dai partecipanti - fanno sapere dalla famiglia Terenzi - presto organizzeremo altri corsi specifici per permettere a coloro che vorranno partecipare di imparare a riconoscere e ad apprezzare la magia del vino".