Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Ferentino. Aggredito da un cane corso mentre passeggiava col suo cagnolino in via Arringo: uomo di 67 anni in gravi condizioni a Frosinone

30 marzo 2016

Incredibile disavventura quella capitata ad un uomo, classe 1950, che nel pomeriggio di oggi - mercoledì 30 marzo - passeggiava tranquillamente per via Arringo, a Ferentino, in compagnia del suo cagnolino. L'uomo, 67 anni, è stato aggredito da un cane corso che ha scavalcato la recinzione dell'abitazione entro la quale si trovava rinchiuso avventandoglisi contro. Gravissime le ferite riportate dall'uomo al braccio tanto che si è reso necessario il trasferimento in ambulanza all'ospedale "F. Spaziani" di Frosinone. Il fatto si è verificato attorno alle 17; sul posto - oltre al personale dell'Ares 118 - sono intervenuti i Carabinieri della Compagnia di Anagni. L'uomo aggredito e il suo cane sono stati soccorsi da alcuni passanti e dai proprietari del cane, allertati dalle urla.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Trevi nel Lazio. Partono e lasciano il cane legato ad una catena senza fornirgli né cibo né acqua: l'animale muore e loro due - entrambi già noti alle Forze dell'Ordine - vengono denunciati dai Carabinieri
Un brutto incidente stradale si è verificato poco prima delle 13 di questa mattina sulla via Casilina, in località Roana di Ferentino; due i veicoli coinvolti nel sinistro - una Fiat Panda e una Renault Clio. Entrambi i conducenti delle due autovetture sono stati trasportati in ospedale perché feriti. Nel sinistro è morto il cane che era a bordo di una delle due vetture. Sul posto si sono portati i Vigili del Fuoco di Frosinone, il personale dell'Ares 118 e i Carabinieri della Compagnia di Anagni. Il traffico lungo la via Casilina ha subito pesantissimi rallentamenti.
Era infastidito dal cane del vicino ed è così che un anziano piccolo allevatore di ovini residente in località Monti di Anagni ha imbracciato il proprio fucile e ha sparato alcuni colpi ferendo a morte l'animale, uno splendido esemplare di lupo cecoslovacco di un anno. È accaduto questa mattina presto: sul posto sono immediatamente intervenuti i Carabinieri della stazione di Anagni agli ordini del mar. Massimo Crescenzi e il personale dell'ASL Veterinaria di Anagni, nella persona del dott. Osvaldo Caperna. L'allevatore ha deciso di punire, in modo molto violento, la vivacità del povero animale, utilizzando un fucile sulla cui provenienza ora i Carabinieri hanno deciso di indagare per appurare se era detenuto o meno regolarmente. Il padrone del cane, dopo aver sentito il colpo di arma da fuoco ed il lamento del cane, ha subito avvisato i Carabinieri. Il gesto dell'anziano ora potrebbe costargli un processo e una pena da 3 a 18 mesi di reclusione o la multa da 5 mila a 30 mila euro.
Non sarebbe stato gettato - come riferito in un primo momento da alcuni operatori commerciali presenti al fatto - ma avrebbe perso l'equilibrio e sarebbe caduto di sotto;
Anagni. Spara e uccide il cane dei vicini: i Carabinieri denunciano lui (81 anni) e il figlio 50enne, proprietario del fucile, per omessa custodia di armi