Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Oggi pomeriggio alle 14.30 nella chiesa di San Biagio di Fiuggi l'ultimo saluto a Bryan De Santis

14 novembre 2015

Si terranno oggi pomeriggio all 14.30 nella chiesa di San Biagio di Fiuggi i funerali del giovane Bryan De Santis, il ventenne morto suicida mercoledì scorso. Terminato l'esame esterno sul corpo del ragazzo, l'autorità giudiziaria ha provveduto a rilasciare, il nulla osta per l'effettuazione delle esequie. L'intera città termale si è stretta attorno alla famiglia di Bryan, da tutti conosciuto e stimato.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Si terranno domani pomeriggio all 14.30 nella chiesa di San Biagio di Fiuggi i funerali del giovane Bryan De Santis, il ventenne morto suicida mercoledì scorso. Terminato l'esame esterno sul corpo del ragazzo, l'autorità giudiziaria ha provveduto a rilasciare - in mattinata - il nulla osta per l'effettuazione delle esequie. L'intera città termale si è stretta attorno alla famiglia di Bryan, da tutti conosciuto e stimato.
Una folla immensa ha salutato, sabato pomeriggio, Bryan De Santis, il giovane di vent'anni morto suicida mercoledì scorso sotto al treno per Cassino in avvicinamento alla stazione di Anagni-Fiuggi Terme; alle esequie - officiate da don Pierino Giacomi - si sono tenute nell'antica chiesa di San Biagio hanno preso parte amici e parenti del giovane, tutti stretti nella disperazione e nel dolore di una perdita tanto assurda quanto incomprensibile. Attorno ai genitori di Bryan si è stretta tutta la città di Fiuggi, attonita per quanto accaduto. "La forza di Dio è l'unica via di salvezza - ha affermato il sacerdote nell'omelia - fatti come questo destabilizzano e ci inducono a riflettere. Solo affidandoci a Dio, possiamo salvarci".
Forse una crisi depressiva, che lo avrebbe spinto a tentare un gesto estremo. Sarebbe questo il movente che stamattina, giovedì 5 maggio, ha spinto un 44 enne fiuggino a tentare il suicidio ingurgitando un gran numero di farmaci. A dare l’allarme sono stati i familiari che hanno chiamato carabinieri e vigili del fuoco.
Sconcerto, dolore ed incredulità: si è svegliata così, stamattina, la città di Fiuggi - all'indomani della terribile morte del giovanissimo Bryan De Santis, non ancora ventunenne, che ieri pomeriggio ha deciso di porre fine alla sua vita nel peggiore dei modi, cioè mettendo la testa sui binari poco prima che in stazione arrivasse il treno diretto a Cassino. Già l'estate scorsa il giovane aveva provato a togliersi la vita e per questo attorno a lui si erano stretti familiari ed amici che in questi mesi non avevano certo lesinato il loro affetto. Purtroppo, però, non è servito. Bryan ha deciso di farla finita, lasciando nella disperazione amici e familiari. "Era un ragazzo d'oro", dicono alcuni suoi amici. Intanto, sull'accaduto indagano gli agenti della Polizia Ferroviaria, i Carabinieri della Compagnia di Anagni e quelli della stazione di Fiuggi; è grazie all'intervento di questi ultimi che si è riusciti a risalire all'identità del ragazzo che non aveva documenti addosso. I militari, oggi, si sono nuovamente recati sul luogo ove è accaduta la tragedia per raccogliere ulteriori ed eventuali informazioni. Non si sa bene con quale mezzo il giovane abbia raggiunto la stazione di Anagni, se a bordo di un veicolo privato o con un mezzo pubblico.
Una morte orribile: ha messo la testa sui binari ed ha atteso che arrivasse il treno. Il macchinista si è accorto di quanto stava accadendo solo all’ultimo momento, e non ha fatto in tempo a fermare il mezzo. È morto così nel pomeriggio di mercoledì 11 novembre ad Anagni poco dopo le 17.30 Bryan De Santis, un giovane di 20 anni residente a Fiuggi. Non si hanno ancora notizie precise sulla sua identità. Inizialmente si era sparsa la voce che l’uomo fosse di nazionalità straniera, anche perché non è stato possibile trovare i documenti. In seguito però si è saputo che non si trattava di uno straniero ma di un italiano, appunto residente a Fiuggi. A quanto pare, secondo le indiscrezioni, sembra che già in passato l’uomo avesse provato a togliersi la vita. Sul posto sono arrivati in pochissimi minuti i carabinieri di Fiuggi, i carabinieri di Anagni, il personale dell'Ares 118 e gli uomini della automedica. Che si sono trovati di fronte ad uno spettacolo raccapricciante; il cadavere da una parte e la testa tagliata dall’altra. Sconcerto e shock per i pendolari presenti nella stazione Per ovvi motivi il treno che ha investito l’uomo è rimasto fermo nella stazione; pesanti ritardi si registrano su tutta la linea