Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Sessant'anni di storia della città termale raccontati nel libro di Carlo D'Amico

8 settembre 2015

Non tutti, specie i più giovani, sono a conoscenza di alcune vicende che si verificarono nella città termale durante gli anni della seconda guerra mondiale. Molte di quelle vicende e l’atmosfera che si respirava in quegli anni sono ben raccontate da Carlo D’Amico nel ponderoso suo libro  "Fiuggi, sessanta anni di storia". Nel 1941 molti deportati dalla Libia furono sistemati nell’ex Grand Hotel e nell’albergo Sabatino e poi in seguito trasferiti al centro rifugiati politici "Le Fraschette" di Alatri. Nel 1942 Don Giuseppe Morosini di Ferentino fu fra i  missonari predicatori nella collegiata di San Pietro, prima di essere fucilato dai nazisti nell’aprile  del 1943, accusato di tradimento. Memorabile l’interpretazione fatta da Aldo Fabrizi nel film di Rossellini "Roma città aperta". Fiuggi, nel 1943, a seguito dello sbarco alleato in Sicilia e dell’apertura del fronte di Cassino fu trasformata dai tedeschi in città ospedaliera, per curare i feriti. Molti alberghi furono requisiti e su questi furono installate grandi croci bianche per evitare che venissero bombardati. Fra questi alberghi (come è possibile vedere in questa rara cartolina) il Palazzo della Fonte e la Casa del Maestro. Le truppe alleate fecero il loro ingresso a Fiuggi il 4 giugno del 1944.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Fiuggi. Cala il sipario sulla seconda edizione del Premio "Carlo D’Amico, La nazione Ciociara". Riconoscimenti al prof. Marcello Carlino e all'avv. Giancarlo Germani
Enrico Fanciulli ha portato a compimento l'ultimo suo lavoro su Anagni; il libro "Anagni tra pace e guerra" - che verrà presentato domenica prossima 23 settembre alle ore 16.30 nella sala della Ragione del palazzo comunale di Anagni - tratta del periodo bellico relativo alla seconda guerra mondiale, nel quale - tra le varie vicende - Anagni si ritrovò occupata dai tedeschi e fu dichiarata città-ospedale nel retrofronte di Cassino. Tra i fatti degni di nota di quel periodo ce ne sono alcuni sui quali è calato un velo e sono poco affatto conosciuti. L'autore li ha evidenziati integrando le conoscenze che si hanno della città che non è ricca solo di storia antica ma anche di interessanti accadimenti di storia contemporanea.
Sviluppo architettonico ed urbanistico nella nascita della città termale: all’hotel Igea l’interessante “talk-show” dal vivo con Felice D'Amico, autore del libro “Cronache di architettura in una città termale”
Un nuovo grande evento di Trovautore Fiuggi in collaborazione con l'Associazione culturale Carlo D'Amico per Fiuggi-Anticoli. La giornalista Silvia Moscati presenterà il libro 'Le Cinque Giornate di Fiume', rivisitazione del libro scritto nel 1930 dal legionario di Fiume Giuseppe Moscati (biografo e grande amico di Gabriele D'Annunzio) con una prefazione del Vate. Ci sarà anche un intervento dell'architetto Felice D'Amico per ricordare l'ingegnere Carmine Moscati, avo della giornalista Moscati progettista di molte opere ed infrastrutture fondamentali per lo sviluppo di Fiuggi nel secondo dopoguerra.Questo evento è improntato al recupero della memoria storica nazionale (in ricordo dell'impresa di Fiume del 1919 per la conquista di quelle terre da sempre italiane), nonché della memoria storica locale con il ricordo di un personaggio legato indissolubilmente alla storia di Fiuggi. L'evento si terrà sabato 24 febbraio alle ore 18 nei nuovi locali della Cartoleria Cartolandia
Il 5 agosto alla Fonte Bonifacio VIII di Fiuggi la seconda edizione del Premio Nazionale “Carlo D’Amico - La Nazione Ciociara” sotto l’egida dell’Assessorato alla Cultura del Comune, Acqua e Terme Fiuggi e Pro loco