Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Ferentino. Okay del consiglio comunale alla cittadella dello Sport; il sindaco Antonio Pompeo: “giornata storica per l’intera provincia”

15 giugno 2015

“Una giornata storica non solo per la nostra città, ma per l’intera Provincia di Frosinone. Oggi il Consiglio comunale di Ferentino ha approvato la nascita del centro sportivo, che ospiterà il Frosinone calcio, appena approdato in serie A. Si tratta di un provvedimento che, attraverso la collaborazione tra pubblico e privato, senza costi per le casse comunali, doterà la nostra città di un complesso sportivo all’avanguardia, con tutte le opportunità che ne possono scaturire in termini di crescita sociale ed economica collegate a tale opportunità. Un progetto che guarda soprattutto ai giovani e all’opportunità di investire in strutture destinate al tempo libero e allo sport. Esprimo un sentito ringraziamento all’intero Consiglio comunale per avere accolto, all’unanimità, la proposta presentata”.
Lo dichiara il sindaco Antonio Pompeo (foto a destra), alla conclusione del Consiglio comunale di Ferentino, che ha licenziato, con sedici voti a favore su sedici consiglieri presenti, l’importante provvedimento. Nello specifico del progetto approvato, è previsto il rifacimento in sintetico del manto dello stadio comunale; la realizzazione di un campo di calcio ad 8 e uno di calcetto; in più un ulteriore campo di dimensioni adeguate in cui si allenerà il Frosinone calcio. Interventi sono previsti anche sugli spogliatoi, la tribuna, la biglietteria e la recinzione. Il tutto per avere un centro che non avrà nulla da invidiare alle altre realtà sportive della massima serie e che, sempre secondo l’amministrazione, andrà integrato con l’offerta alberghiera e turistica territoriale. Non bisogna pensare che il nuovo centro che sorgerà a Ferentino, e che tra l’altro servirà a riqualificare e valorizzare l’area tra Forma Coperta e Bagni Roana, sarà limitato solo alla nostra città. Esso avrà valenza provinciale, perché il Frosinone calcio, e la Serie A, deve essere occasione per l’intero territorio. Tutti e 91 i Comuni della nostra provincia devono essere coinvolti e potere beneficiare del successo dei ragazzi di patron Stirpe e mister Stellone”.
Ha aggiunto Antonio Pompeo: “La città di Ferentino ha fatto da apripista, mettendosi subito a disposizione rispetto a un progetto che di certo è fondamentale per la società sportiva, ma è utilissimo alla nostra intera comunità. Rilanciare un territorio, farlo crescere, sfruttare le ricchezze significa proprio questo: valorizzare le eccellenze come il Frosinone calcio, integrandole all’orgoglioso patrimonio storico-culturale che abbiamo a disposizione. A Ferentino abbiamo deciso di farlo, lanciando un messaggio che, come ripeto, può e deve fare da modello operativo per tutti. Un invito a scalare le classifiche, non solo del calcio, ma anche della qualità della vita, dell’offerta di servizi e di strutture. Questo progetto, una volta realizzato, sarà l’esempio lampante che strutture come Vinovo, Appiano Gentile, Milanello, Trigoria, Formello, sono possibili anche qui, se ci sono: passione, lavoro, competenza e collaborazione. Che possiamo e dobbiamo competere per grandi traguardi, immaginando e costruendo progetti di rete. Oggi Ferentino ha dimostrato proprio questo: che in serie A la Provincia di Frosinone ci può e ci deve stare, non solo nel calcio”.
 
Il Consiglio comunale di Ferentino, oltre all’approvazione del progetto per il nuovo centro sportivo e ai verbali delle sedute precedenti, ha licenziato anche un provvedimento in materia urbanistica, sulle linee guida per l’applicazione dell’art. 28 bis del D.P.R. n. 380/2001 riguardante il permesso di costruire convenzionato ed approvazione dello schema di convenzione.
E’ stato ritirato il punto all’ordine del giorno riguardante l’accertamento della presunta incompatibilità del consigliere Gianni Bernardini, in quanto lo stesso consigliere ha provveduto a rimuovere le cause del contenzioso in atto.
“Di certo l’approvazione del punto sul nuovo centro sportivo è stato l’aspetto qualificante della seduta del Consiglio comunale di oggi, - ha dichiarato il sindaco Antonio Pompeo – un progetto che dimostra l’impegno di questa amministrazione nel portare avanti iniziative di reale crescita per la nostra comunità. Attraverso questa vera e propria cittadella dello sport e la presenza del Frosinone calcio, Ferentino potrà usufruire di una chance di sviluppo concreto, di cui potrà beneficiare non solo la città e i giovani attraverso un nuovo spazio di socializzazione e di aggregazione, ma anche le strutture ricettive e il nostro sistema turistico”.


TI POTREBBERO INTERESSARE

E' stata soprattutto la festa dei giovani, prima che dello Sport, quella che si è tenuta nel corso della giornata di mercoledì in occasione della cerimonia d’inaugurazione della “Cittadella dello Sport”, il nuovo complesso sportivo di via Forma Coperta a Ferentino, utilizzato per gli allenamenti del Frosinone Calcio, e dalla locale squadra dell’ASD Pro Calcio Ferentino.
Gli orari effettivi di accesso alla cittadella dello Sport, nei pressi del campo sportivo comunale, non corrisponderebbero a quelli riportati sul cartello posizionato all’ingresso della struttura nei giorni scorsi; a denunciarlo è, in una nota, Marco Maddalena, capogruppo consiliare di Sinistra Ecologia e Libertà Ferentino, che spiega: “realmente l’accesso non è consentito e i cancelli di ingresso sono tutti chiusi”.
Ferentino. Il Sindaco Antonio Pompeo presenta al consiglio le linee programmatiche per il nuovo mandato
E’ soddisfatto il sindaco Antonio Pompeo nell’annunciare la nuova stagione di lavori pubblici a Ferentino, che avrà in settembre il suo mese “caldo”: “Settembre sarà un mese di cambiamenti importanti per la città di Ferentino. Saranno completati diversi cantieri già avviati e ne partiranno di ulteriori. Si tratta di lavori destinati a riqualificare alcune zone della nostra città, mettere in sicurezza il traffico veicolare e pedonale e offrire nuovi servizi ai cittadini. Senza contare il vero e proprio fiore all’occhiello rappresentato dalla Cittadella dello Sport.