Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Piena sinergia e proficua collaborazione tra il Comune di Ferentino e il Consorzio di Bonifica “Sud Anagni” per la manutenzione, messa in sicurezza e pulizia dei fossi

22 febbraio 2015


In questi giorni, gli operai sono al lavoro per completare gli interventi di pulizia in diverse zone del paese, in particolare in località Torrente Alabro, Fosso Valeriani, Torre Noverana e Fosso Fresine zona Villaggio Blu.
Si tratta di una serie di interventi stabiliti, in pieno accordo, tra il Presidente del Consorzio di Bonifica Sud Anagni, Vinicio Savone, il sindaco di Ferentino, Antonio Pompeo, e l’assessore alla manutenzione Luca Bacchi.

“Di concerto con il Consorzio di Bonifica Sud Anagni, abbiamo programmato una serie di interventi di bonifica e messa in sicurezza sui fossi presenti nel nostro territorio – dichiara il sindaco di Ferentino, Antonio Pompeo - Operazioni finalizzate ad evitare situazioni di pericolo e tutelare il sistema idrogeologico locale. La messa in sicurezza del territorio, infatti, è uno degli obiettivi prioritari di questa amministrazione. Mi preme ringraziare il presidente del Consorzio, Vinicio Savone, per l’importante sinergia finalizzata alla tutela dell’ecosistema in cui viviamo”.
“Grande collaborazione del Consorzio di Bonifica – ha aggiunto l’assessore Bacchi – attraverso il lavoro congiunto stiamo intervenendo per garantire la manutenzione e la sicurezza dei fossi in importanti zone del nostro territorio. Un particolare ringraziamento al Presidente Savone e a tutti gli operatori del Consorzio per la proficua cooperazione”.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Pulizia e sicurezza dei fossi: al lavoro gli operai del Comune di Ferentino e del Consorzio di bonifica a sud di Anagni
Ferentino. Attenzione alla pulizia e alla sicurezza dei fossi; al lavoro gli operai del Consorzio di bonifica a sud di Anagni
Acqua per innaffiare anche orti domestici e piccole coltivazioni a carattere familiare nelle località non servite dalla rete irrigua della bonifica. È la richiesta di Vinicio Savone, presidente della Coldiretti di Frosinone, ai vertici del consorzio A Sud di Anagni, ente che ha presieduto fino alla scorsa estate, quando si dimise per spianare la strada alla riforma regionale. “Il consorzio, oltre a vantare uno stato contabile e finanziario saldamente in attivo,
“Da oggi, con questo nuovo strumento informatico, possiamo verificare ogni singola posizione ed eliminare anche le residue sacche di evasione. Da oggi, al Consorzio, è tolleranza zero contro gli evasori dei tributi”. Così Aurelio Tagliaboschi, direttore della Bonifica a Sud di Anagni, ha commentato la piattaforma informatica appena adottata dal Consorzio che, grazie alla sovrapposizione delle cartografie digitali con quelle catastali, consentirà di verificare se i proprietari di terreni e immobili presenti nel perimetro della Bonifica siano in regola con il versamento dei tributi consortili.
“Oggi ho rassegnato le mie dimissioni dalla presidenza del Consorzio di Bonifica a Sud di Anagni per coerenza con la posizione assunta da Coldiretti – di cui presiedo la federazione provinciale – in merito alla legge di riforma del sistema consortile regionale che, già approvata in sede di commissione, sarà discussa mercoledì 3 agosto alla Pisana.