Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Sversamento sostanze inquinanti nel fiume Sacco: intervento di Legambiente e Corpo Forestale dello Stato. Video

19 gennaio 2015

Il fiume Sacco terra di nessuno: sversamenti, deviazioni del corso naturale, abbandono di rifiuti, taglio sconsiderato della vegetazione ripariale, depuratori inesistenti o mal funzionanti; ogni volta se ne parla per qualche giorno sui giornali ed in televisione, ma poi tutto puntualmente tace. L'ultimo gravissimo episodio, in ordine di tempo, è tuttora in atto nel momento in cui scriviamo (sono le 14.17 di lunedì 19 gennaio). All'altezza del cavalcavia che collega i territori di Anagni e Sgurgola da questa mattina alle 12 circa è in atto lo sversamento di sostanze non ben identificate da una condotta che ha sbocco proprio sul letto del fiume. Lo sversamento sta provocando la formazione di una densa schiuma di colore bianco che dallo sbocco della conduttura in questione si spande lungo il corso del fiume perdendosi a vista d'occhio.
Sul posto ci sono le guardie ambientali del circolo di Legambiente Wolf di Fiuggi, la responsabile del circolo di Legambiente "Monti Lepini" Olga Kozarova e una pattuglia del Corpo Forestale dello Stato agli ordini dell'Isp. Fabio Castellucci. E' stato proprio quest'ultimo ad allertare i responsabili dell'Arpa Lazio di Frosinone per chiedergli di intervenire ad effettuare un prelievo al fine di accertare la natura delle sostanze sversate. Aggiornamenti nelle prossime ore.


Sversamento sostanze inquinanti nel fiume Sacco, 19 gennaio 2015



Sversamento sostanze inquinanti nel fiume Sacco: intervento di Legambiente e Corpo Forestale dello Stato. Video

Sversamento sostanze inquinanti nel fiume Sacco, 19 gennaio 2015

Vai alla Photogallery

TI POTREBBERO INTERESSARE

Continua a fuoriuscire schiuma bianca dalla condotta che getta direttamente sul fiume Sacco all-interessamento, qualche settimana fa, del circolo di Legambiente Monti Lepini e di quello di Fiuggi, ad oggi non è ancora dato sapere quale sia la natura delle sostanze sversate e da dove esse provengano.
Raccolta differenziata a Sgurgola: per Olga Kozarova, presidente del Circolo Legambiente Monti Lepini, "è una bufala gigantesca"
Di seguito, la nota di Olga Kozarova, presidente di Legambiente Monti Lepini relativamente alla manifestazione "Puliamo il mondo" che si è svolta nella mattinata di venerdì 26 settembre ad Anagni: Continua a leggere...
Importante operazione quella portata a termine nella mattinata di lunedì 8 giugno dagli agenti del Corpo Forestale dello Stato di Anagni agli ordini dell-azienda non sarebbe stata in grado di esibire le relative autorizzazioni allo scarico.
“Stiamo monitorando attentamente la zona”. Questo il commento del sindaco di Anagni Fausto Bassetta il giorno dopo l’ennesimo attentato alla salute del fiume Sacco. Due giorni fa, come noto, la zona del fiume che passa sotto il ponte posto tra Anagni e Sgurgola si è improvvisamente riempita di schiuma bianca densa e maleodorante.