Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Contagiati dalla “knitting mania”: il circolo di Legambiente Anagni invita tutti alla riscoperta di una passione antica, trasformata in un hobby di gran moda. Il primo appuntamento è per giovedì 2 maggio

30 aprile 2019

Interessante iniziativa del Circolo Legambiente Anagni che per giovedì prossimo 2 maggio a partire dalla ore 16.30 nei locali messi a disposizione dalla pizzeria "Fantasia di Pizza" di viale Regina Margherita di Anagni ha organizzato il primo incontro di "knit cafè" rivolto agli appassionati di ferri e uncinetto (ma non solo...) per condividere, tra un caffè e una chiacchierata, la passione di sferruzzare e creare. Immersi nel fascino dei filati, tra pizzi tricot, uncinetti e aghi circolari, il "knit cafè" anagnino vuole essere un luogo dove donne, uomini e perfino bambini si ritrovano intorno a un tavolo per scambiarsi i segreti della maglia e stare insieme, uniti dalla voglia di sperimentare. "Un tempo - spiegano da Legambiente Anagni - era usuale vedere gruppi di donne che si ritrovavano per fare quattro chiacchiere lavorando, con le loro abili mani, ai ferri o all’uncinetto. Il lavoro manuale era il pretesto per stare insieme, realizzando anche manufatti belli e utili. Fare la “calza” o lavorare all’uncinetto non è un lavoro da “vecchie”, anzi! La formula “gruppetto di signore che lavorano e chiacchierano” è diventato un fenomeno di costume che raggruppa persone di ogni età in ogni luogo del mondo. I "knit cafè" sono luoghi di incontro, organizzati in negozi, bar o pizzerie - come nel nostro caso - dove i partecipanti, si ritrovano per farsi una sciarpa o un pullover di lana sotto la guida di persone esperte. Abbiamo già sperimentato la forza del lavoro a maglia come agente di socializzazione presso il presidio di Colleferro Scalo e vorremmo proporlo anche ad Anagni".


TI POTREBBERO INTERESSARE

La dott.ssa Rita Ambrosino e la prof.ssa Anna Natalia, rispettivamente presidente del circolo Legambiente Anagni e presidente dell-area dell-area in questione - un serio pericolo di incendio dovuto alla presenza imponente di vegetazione, "la cui crescita - sottolineano Anna Natalia e Rita Ambrosino - non viene più regolata da alcuna attività agricola o di pascolo animale". Il rischio concreto - per Anagni Viva e per Legambiente Anagni - è che con l-ecosistema".
"Prendiamo atto con soddisfazione dell'adesione del comune di Anagni alla fase iniziale del protocollo del contratto di Fiume per il Sacco", ad affermarlo - in una nota inviata a questa redazione - è la dott.ssa Rita Ambrosino, responsabile di Legambiente Anagni;
Si è parlato di ecoreati e ritardi nella bonifica della Valle del Sacco nel corso dell'interessante assemblea pubblica organizzata da Legambiente Anagni venerdì 15 gennaio alla sala della Ragione; come spiega Carlo Ribaudo, blogger ed attivista, "è stato un incontro molto interessante che ha avuto un grande successo di pubblico. Si è entrati anche nel vivo del problema dell'inquinamento del nostro territorio, grazie alla partecipazioni di personalità di grande competenza". L'incontro, organizzato da Rita Ambrosino, presidente di Legambiente Anagni, è stato moderato da Carlo Ruggiero, giornalista.
Venerdì sera, nel locale messo a disposizione dai responsabili del circolo ARCI "Acta Est Fabula" nel cuore del centro storico della città dei Papi, ha cominciato a prendere forma il circolo di Legambiente Anagni. A questa prima riunione erano presenti Roberto Scacchi, presidente regionale e Francesco Raffa, coordinatore della Provincia di Frosinone. Olga Kozarova del circolo di Sgurgola ha fatto da "madrina". Il circolo sarà ufficializzato a gennaio.
Una delegazione di Legambiente Anagni parteciperà giovedì 18 aprile prossimo all'incontro "Verso il nuovo piano Rifiuti del Lazio" che si terrà all'Università di Roma "La Sapienza".