Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Vinea Domini incontra a Vinitaly il ristoratore Stellato Alessandro Pipero

3 aprile 2019

Lunedì 8 aprile al Vinitaly di Verona la freschezza vulcanica della nuova linea di vino VINEA DOMINI incontra l’ anima poliedrica del Ristoratore Stellato Alessandro Pipero.
La grande s?da, scandita a colpi di passione di Vinea Domini, è quella di rimarcare l’eccellenza del territorio Romano, unico al mondo per posizione, composizione e clima.
I terreni che circondano Roma, ricchi di potassio e fosforo, conferiscono aromaticità e freschezza alle uve ed esaltano magni?camente il varietale dei 6 monovitigni di Vinea Domini (Chardonnay, Sauvignon, Viognier, Cabernet Sauvignon, Syrah e Petit Verdot).
Un'attenta vini?cazione, in purezza, al ?ne di preservare e riconoscere il pro?lo sensoriale di ciascun vitigno.
Allo stand di Vinitaly, due appuntamenti, oltre 200 persone attese e la degustazione, a cui si potrà presenziare esclusivamente tramite invito riservato e sarà tenuta in due diversi momenti della giornata.
La prima alle 12.30 e la seconda alle 13.30, per garantire agli invitati un‘ esperienza unica e confortevole.
Attesi allo stand del Gotto d’oro, Padiglione 8 stand F6, oltre 200 appassionati tra cui i maggiori esponenti dell’Ho.Re.Ca Nazionale, Sommelier e addetti ai lavori.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Torna Vinitaly e tornano i riconoscimenti in chiave serronese. Nella prima edizione della guida "5Star Wines the Book 2017" (la prima mai realizzata da una fiera internazionale del vino), il palmares delle migliori cantine aperto da Banfi di Montalcino, tra i 441 vini che hanno ottenuto un punteggio di almeno 90 compare anche il VAJOSCURO 2013, Cesanese del piglio docg riserva dell'Azienda Vitivinicola Giovanni Terenzi (uno dei soli due vini ciociari presenti).
Il “Nero dello Scalambra - Cesanese di Affile Doc” (annata 2011), dell’azienda di Mario Terenzi, e il “Vajoscuro - Cesanese del Piglio Docg Superiore riserva” (annata 2011), delle Cantine Giovanni Terenzi, sono gli unici due vini cesanesi che hanno conquistata la Gran Menzione al concorso enologico internazionale di Vinitaly 2015.La competizione, la più selettiva, partecipata e longeva al mondo, si è svolta quest'anno eccezionalmente dopo Vinitaly, dal 12 al 16 aprile, come anteprima di Expo 2015 con oltre 3.000 campioni da oltre 30 Paesi (per la prima volta presenti Svezia, Giappone e Taiwan) che divisi in 16 categorie sono stati valutati, con un rigore unico tra i concorsi enologici, da 21 commissioni per un totale di 105 esperti provenienti da una quarantina di Paesi.
LA FORMA di SERRONE. Un vero e proprio viaggio sensoriale tra i colori dei vigneti e il profumo del vino di qualità; alla scoperta dei segreti della vinificazione e dell’affinamento attraverso visite guidate tra i luoghi più panoramici di coltivazione della vite, degustazioni di vini e di altre specialità in ambienti unici e accoglienza in strutture di charme: questo il contesto in cui la famiglia Terenzi, proprietaria della omonima storica cantina, ha accolto - domenica pomeriggio - i tanti visitatori che hanno aderito all-evento dedicato al Vajoscuro, il vino Cesanese del Piglio Superiore Riserva che quest’anno ha ottenuto ben due prestigiosi riconoscimenti: la Gran Menzione al Vinitaly 2015 e la medaglia d’argento al Concorso Mondiale dei Vini di Bruxelles.
La storica azienda Giovanni Terenzi che ha sede a La Forma di Serrone e che da anni organizza degustazioni ed eventi per promuovere i prodotti enogastronomici locali ed il territorio, ha predisposto per domenica prossima 24 maggio l-evento è dedicato al Vajoscuro, vino Cesanese del Piglio Superiore Riserva che quest’anno ha ottenuto ben due prestigiosi riconoscimenti: la Gran Menzione al Vinitaly 2015 e la medaglia d’argento al Concorso Mondiale dei Vini di Bruxelles.
Uno dei migliori dieci vini d'Italia ha il sapore del Sole e della Terra di Ciociaria; a decretarlo è stata la giuria insigne composta da esperti e critici enogastronomici, degustatori e giornalisti di Bibenda 2017 - la più autorevole guida del bere nazionale, redatta dalla F.I.S., Federazione Italiana Sommeliers - che ha incluso il Cesanese del Piglio Superiore D.O.C.G. Romanico delle cantine Coletti Conti di Anagni tra i dieci migliori vini italiani.