Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Leucemie, linfomi e mielomi: il 5, 6 e 7 aprile tornano le uova di Pasqua AIL per la ricerca; ad Anagni l'appuntamento è in viale Regina Margherita e presso il negozio Free Band Telefonia

29 marzo 2019


I volontari dell’associazione italiana contro le leucemie, i linfomi e il mieloma tornano in 4.800 piazze con l’iniziativa Uova di Pasqua AIL, in programma nei giorni 5, 6, e 7 aprile. Il tradizionale appuntamento, giunto alla 26° edizione, è posto sotto l’Alto Patronato del Presidente della Repubblica e permetterà di ricevere, con una donazione minima di 12 euro, un uovo di cioccolato caratterizzato dal logo dell’Associazione. Ad Anagni, anche quest'anno, l'appuntamento è in viale Regina Margherita e presso il negozio Free Band Telefonia di via Piscina di Anagni. La manifestazione ha permesso negli anni di raccogliere fondi destinati al sostegno di importanti progetti di ricerca e assistenza e ha contribuito a far conoscere i progressi della ricerca scientifica nel campo dei tumori del sangue.

Il 2019 è l'anno nel quale l’AIL celebra i suoi 50 anni di attività: 50 anni di impegno al fianco dei malati, contro i tumori del sangue; con l’obiettivo di sostenere la ricerca, l’assistenza e sensibilizzare l’opinione pubblica. Oggi l’AIL è una realtà forte e radicata, presente più che mai nel cuore della gente e sul territorio nazionale con le sue 81 sezioni provinciali. Una grande storia costruita giorno dopo giorno, che è stata protagonista e testimone dello sviluppo dell’ematologia italiana.

I rilevanti risultati negli studi e le terapie sempre più efficaci e mirate hanno determinato un grande miglioramento nella diagnosi e nella cura dei pazienti ematologici. È necessario però continuare su questa strada per raggiungere ulteriori obiettivi e rendere le leucemie, i linfomi e il mieloma sempre più guaribili.

I fondi raccolti grazie alla distribuzione delle Uova di Pasqua AIL saranno impiegati per:

• sostenere la ricerca scientifica;

• collaborare al servizio di assistenza domiciliare per adulti e bambini. L’AIL finanzia oggi, su tutto il territorio, 42 servizi di cure domiciliari. Il servizio consente ai malati di essere seguiti da équipe multispecialistiche nella propria abitazione, riducendo così i tempi di degenza ospedaliera e assicurando nel contempo la continuità terapeutica dopo la dimissione;

• sostenere le case alloggio AIL, strutture situate nei pressi dei centri ematologici che accolgono i malati e i loro familiari costretti a spostarsi dal luogo di residenza per le cure. Attualmente sono 35 le città italiane che offrono questo servizio con 4.300 persone ospitate ogni anno tra pazienti e familiari;

• supportare il funzionamento dei centri di ematologia e di trapianto di cellule staminali e sostenere i laboratori per la diagnosi e la ricerca;

• promuovere la formazione e l’aggiornamento professionale di medici, biologi, infermieri e tecnici di laboratorio.

L’iniziativa verrà realizzata grazie al contributo di migliaia di volontari che rappresentano per AIL il patrimonio più prezioso e all’efficace opera delle 81 sezioni provinciali, tra cui appunto quella di Frosinone.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Le Uova di Pasqua AIL, il tradizionale appuntamento con la solidarietà promosso dall’Associazione Italiana contro le Leucemie, i linfomi e il mieloma, si impreziosiscono anche quest'anno grazie alla generosità e all’impegno di Valentina, Federica ed Alice che, come da tradizione, oggi e domani, aspettano tutti in viale Regina Margherita, ad Anagni.
Con l’avvicinarsi delle festività pasquali, arriva il momento di iniziare a regalare le tradizionali uova di cioccolato. Se, ad Anagni e non solo, non volete limitarvi alle solite uova, se volete scegliere un prodotto che unisca la bontà degli ingredienti alla fantasia nella realizzazione di vere e proprie opere d’arte di cioccolato, allora c’è l’indirizzo giusto per voi.
Le uova di Pasqua solidali dell'associazione Lollo10 sono ora disponibili anche ne "Il Forno di Bonifacio" gestito da Anna e Marcella lungo corso Vittorio Emanuele a due passi da piazza Cavour; la vendita delle uova, disponibili nella versione fondente e al latte, servirà interamente a finanziare la “Terapia del sorriso” firmata Lollo 10. Una “terapia” già sperimentata, tra l’altro, nell’anno appena trascorso nei reparti di Oncologia pediatrica e di Neurochirurgia infantile del Policlinico Agostino Gemelli di Roma e confermata per tutto l'anno 2017. Ad Anna e Marcella, nel cui negozio è possibile trovare anche ottimi dolci, pane e buonissima pizza, vanno i ringraziamenti più sentiti da parte dell'associazione Lollo10.
Come ormai tradizione, in collaborazione e su iniziativa della Banca Popolare del Frusinate la FMC Ferentino ha consegnato le uova di Pasqua della BPF agli ospiti del "Piccolo Rifugio" di Ferentino. Tutto il roster amaranto, con coach Ansaloni, lo staff tecnico e quello dirigenziale, hanno preso parte all'iniziativa fissata quest'anno nel giardino della struttura di accoglienza di Ferentino. Tanti sorrisi, scambi di auguri e foto ricordo per i gigliati. Un grazie alla Banca Popolare del Frusinate, sponsor ufficiale del Basket Ferentino, per aver reso possibile l'iniziativa e agli ospiti del "Piccolo Rifugio" di Ferentino per il grande affetto dimostrato. (fotoservizio a cura di Francesco Savelloni per il Basket Ferentino)
In occasione delle imminenti festività pasquali, il Rettore Presidente dell’Accademia Bonifaciana Comm. Sante De Angelis, d’intesa con il Direttore della Casa Circondariale di Frosinone dottoressa Teresa Mascolo, ha voluto donare a nome dell’istituzione che rappresenta centocinquanta uova di Pasqua da destinare ai figli dei detenuti che in questi giorni verranno a far visita ai loro congiunti.