Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Il difficile cammino delle donne nelle istituzioni: l'associazione "Diritto alla Salute" dedica la giornata dell'otto marzo a questo importante tema; via alla quarta giornata di Cultura e Legalità... al femminile

2 marzo 2019

Costruire un’agenda delle Pari Opportunità, inteso come principio giuridico che elimina gli ostacoli alla piena partecipazione delle donne alla vita politica, istituzionale, professionale, culturale ed economica su ragioni legate a motivi di genere, religione, etnia, diverse abilità, orientamento e convinzioni personali: si parlerà di questo e di molto altro ancora alla quarta edizione della giornata di Cultura e Legalità... al femminile dal titolo "Identità, ruoli e peculiarità delle donne nelle Istituzioni" organizzata per l'otto marzo dall'associazione "Diritto alla Salute" alla sala della Ragione del palazzo comunale di Anagni.
Nonostante gli enormi progressi compiuti dal dopoguerra a oggi, la presenza femminile nelle istituzioni politiche in Italia è ancora molto inferiore alla maschile, e questo processo di ‘conquista’ è avvenuto in modo non continuo, bensì con fasi di stasi, accelerazione e nuove decelerazioni; a 73anni dal riconoscimento del voto alle donne in Italia è importante tracciare un bilancio del difficile cammino che le donne hanno fatto nelle istituzioni - fanno sapere gli organizzatori dell'evento - un risultato del miglioramento del loro livello di vita e di istruzione e dell’eguaglianza delle condizioni di accesso in settori e in livelli professionali in passato loro preclusi: "si tratta di un percorso accidentato, fatto di luci e di ombre, che vede oggi una presenza massiva della componente femminile in ruoli di primo piano".
"L'evento è patrocinato dagli enti istituzionali e da BancAnagni e reso possibile soprattutto grazie alla sensibilità e disponibilità di aziende e attività commerciali "vicine" al mondo del sociale e quindi alla nostra associazione - fanno sapere ancora gli organizzatori - ringraziamo BancAnagni e Centro Costruzioni srl, quali main sponsor. Ringraziamo inoltre le altre aziende per il sostegno dato alla realizzazione della manifestazione".


TI POTREBBERO INTERESSARE

Tanta gente ha preso parte domenica otto marzo all-associazione Diritto alla Salute alla sala del teatro del convitto INPS "Principe di Piemonte" di Anagni. Due gli argomenti trattati nel corso del convegno: la diagnosi e la prevenzione di una patologia al femminile, il tumore della cervice uterina, e i reati persecutori e violenti e tutela delle donne.

Anagni. Prevenzione al Femminile: il 12 marzo, al convitto "Principe di Piemonte", una giornata dedicata alle donne organizzata dall'associazione "Diritto alla Salute"

L'evento, patrocinato dall'ASL di Frosinone e da BancAnagni, è realizzato grazie al sostegno di diversi imprenditori locali
Una giornata all'insegna della Prevenzione, della Legalità e della Cultura: quest'anno l'associazione "Diritto alla Salute" sceglie di celebrare la festa delle Donne con qualche giorno di ritardo, precisamente il 12 marzo. A partire dalle ore 15.30, infatti, nei locali messi a disposizione per l'occasione dalla direzione del convitto INPS "Principe di Piemonte" di Anagni, si terrà la terza giornata di prevenzione sanitaria di Cultura e Legalità... al femminile!
Grande successo nei giorni scorsi ad Anagni per la manifestazione “Cultura e legalità al femminile” organizzata dall’associazione Diritto alla Salute presso il teatro del Convitto Principe di Piemonte.
Buona partecipazione di pubblico, questa mattina, alla seconda edizione del simposio sugli autismi che si è tenuto al palazzo di Bonifacio VIII di Anagni; dopo i saluti di Carlo Marino, di Danilo Tuffi e Alessandro Compagno - rispettivamente assessora alla Cultura, consigliere con delega ai Servizi sociali e presidente dell'associazione Diritto alla Salute - è stata la volta degli interventi di Rosaria De Santis, neuropsicologa e psicologa dell'età evolutiva, e di Valentina Paglia, psicologa, psicoterapeuta, terapista TMA metodo Caputo-Ippolito. Nel corso del convegno si è parlato delle cause, delle caratteristiche e dei possibili interventi terapeutici per il trattamento di questo tipo di disturbo. A fare gli onori di casa, la dott.ssa Federica Romiti, direttrice del palazzo di Bonifacio VIII. per le foto ringraziamo Cinzia Belardi
La produzione di "Coffish, pesci lessi a colazione" cerca 20 persone, tra comparse e generici, di età compresa tra i 20 e i 40 anni, anche alle prime esperienze. Nello specifico si cerca: una donna tra i 35/40 anni; tre uomini tra i 30/40 anni; uomo adulto, robusto, altezza minimo 175 cm; una donna in carne, taglia minima 46/48 età compresa tra 35 e 45 anni; tre donne giovani 25 a 35 anni bella presenza; un uomo adulto 35/50 anni; una donna di bella presenza (25 anni di età) per scena finale; quattro donne di bella presenza 25/30 anni (anche ballerine senza esperienza in recitazione ma che sappiamo stare su un palco); un uomo di 30 anni bella presenza per scena finale. Le persone interessate potranno presentarsi domenica 13 marzo presso la sala della Ragione del palazzo comunale di Jacopo da Iseo per la selezione. La produzione informa che coloro che saranno scelti avranno diritto a vitto e alloggio durante le giornate di ripresa pagate dalla produzione stessa. Per informazioni: 3334186127.