Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

“Che fai sabato? Vado all'open-house!”: via alla straordinaria iniziativa organizzata dal Gruppo Empire di Anagni; da oggi comprare o vendere casa è più facile

15 gennaio 2019

Un numero sempre maggiore di agenti immobiliari che sceglie di differenziare la propria attività inserendo l’iniziativa “open house” nella propria strategia di promozione: un sistema di vendita sempre più diffuso che gli esperti di comunicazione non esitano a definire un vero e proprio “strumento di marketing”. L’open-house affonda le proprie radici nel mercato immobiliare anglosassone e statunitense, ove ormai rappresenta un vero e proprio rituale durante tutto l’anno, con picchi di diffusione in primavera, inizio estate e autunno. Tra i primi, in Italia, a fare propria l'idea è lo studio di professionisti immobiliari associati del Gruppo Empire, con sede ad Anagni in via Enrico Vigna. Da diversi anni il Gruppo Empire, guidato da David Trelle, rappresenta un punto di riferimento sul territorio operante in modo innovativo nel settore immobiliare. Sabato prossimo 19 gennaio 2019 dalle ore 10.00 alle ore 12.00 in via Vittorio Emanuele ad Anagni (di fronte al portico comunale) e sabato 26 gennaio 2019 dalle ore 10.00 alle ore 12.00, in Vicolo Menghi ad Anagni i professionisti del Gruppo Empire hanno programmato due rispettivi open-house: “la decisione del nostro studio immobiliare di lanciare in maniera decisiva questo nuovo sistema di vendita,  nel corso del 2019, è volta a far comprendere sia al potenziale acquirente che al venditore che esistono strategie innovative; ciò permetterà loro di scegliere il miglior studio immobiliare presente sul territorio”, spiega David Trelle ad anagnia.com. E, poi: “il nostro obiettivo è di consentire ai potenziali acquirenti di prendere visione degli immobili di proprio interesse non in un orario preciso e ristretto, ma in una fascia oraria di ampio respiro che può andare dalle due alle tre ore o addirittura ad un intero weekend. Questa scelta può consentire numerosi vantaggi a tutti i soggetti interessati, agenti immobiliari, clienti venditori e potenziali acquirenti. I primi, infatti, possono incontrare un numero consistente di potenziali clienti in un’unica occasione, stringendo relazioni e proponendo i propri servizi professionali, oltre naturalmente a presentare, in un’atmosfera piacevole e rilassante, l’abitazione “a porte aperte”. Il proprietario che vende, ha sicuramente il vantaggio di poter concentrare l’incomodo delle visite in un’unica volta, con la pianificazione di giorni e fasce orarie ideali. A sua volta il potenziale acquirente, come detto, può effettuare la propria visita con maggiore flessibilità rispetto al tradizionale sopralluogo di 10/20 minuti, avendo a disposizione più tempo per soffermarsi sui dettagli, inoltre, ha la possibilità di coinvolgere più facilmente i propri familiari (si pensi ad esempio al caso in cui l’immobile debba essere visitato prima dalla moglie, poi dal marito ed  infine dai genitori della coppia), in quanto in durante un “open house” possono essere coinvolti tutti nelle medesima giornata. In alcuni casi, nelle abitazioni che meglio si prestano alla cosa, l’agente immobiliare può offrire un rinfresco ai visitatori, per dare loro modo di soffermarsi ed ottenere informazioni, parlare delle possibili modalità di acquisto e, magari, accordarsi per un appuntamento individuale una volta confermato l’interesse effettivo per l’immobile. Come tutte le innovazioni, anche questa ha incontrato, in itinere, resistenze e pregiudizi, ma le tendenze più recenti registrano un sempre maggiore interesse per questa innovativa modalità di vendita. Tra le importanti opportunità offerte, va menzionata la possibilità di agevolare la collaborazione tra agenti immobiliari: colui che organizza l’evento ha, infatti, la possibilità di invitare altri colleghi a visitare l’immobile, insieme ovviamente ai propri potenziali acquirenti, al fine di riscontrare la presenza delle caratteristiche e dei requisiti desiderati. Oggi i potenziali acquirenti ed i venditori sono a conoscenza dell’andamento del mercato immobiliare, proprio per questo motivo sono sempre più consapevoli che è necessario rivolgersi ad un’agenzia immobiliare, che sia in grado di aiutarli concretamente. Durante ogni mese – conclude David - verranno organizzati due open-house; per ognuno di questi verranno posizionati cartelli, con indicazioni, in prossimità degli immobili. Vi aspettiamo numerosi ad ogni evento… Venite a scoprire un nuovo modo di vendere e comprare casa!”. Per maggiori informazioni su queste e su altre attività del gruppo Empire ci si può rivolgere a questo numero di telefono 0775833077 o si può visitare il sito www.gruppoempire.it.


TI POTREBBERO INTERESSARE

Cadono pezzi di intonaco dalla medievale casa Barnekow, sul corso Vittorio Emanuele; nella notte tra sabato e domenica grossi pezzi di incrostatura delle volte hanno ceduto al peso degli anni - dei secoli, anzi - e sono caduti sulle scale che portano agli ambienti del primo piano. L'area è stata transennata dai tecnici del comune di Anagni per motivi di sicurezza. L’affascinante dimora, costruita nel XIII secolo, è adornata sulla facciata da affreschi realizzati da uno dei suoi stessi acquirenti, il pittore Alberto di Barnekow, che venne ad abitare qui nel XIX secolo. Le immagini rappresentano tematiche religiose e accanto ad alcune sono visibili scritte in lingua svedese. L’abitazione è qualificata inoltre, sulla facciata, da una bella bifora e da una scala esterna sormontata da due archi a tutto sesto. Nell’edificio, è stata ospitata per un certo periodo, una mostra del noto scultore anagnino Tommaso Gismondi, che ha acquistato e restaurato la casa negli anni ’70; ora la mostra è stata trasferita in uno spazio creato appositamente in Piazza Innocenzo III. La Casa sorge sulla Strada Vittorio Emanuele, e nei pressi è visitabile anche la Chiesa di Sant’Andrea.
Dal 1 al 4 giugno presso L’area Milleluci, adiacente la Fonte Anticolana a Fiuggi i riflettori saranno puntati sulla prima Fiera dell’Abitare, tutto per la casa come costruirla, arredarla, viverla Centinaia di espositori provenienti da diverse parti presenteranno le loro ultime offerte. Un vasto panorama di novità, di prodotti e servizi. arredamento, edilizia civile, ristrutturazione, adeguamento sismico delle case, messa in sicurezza degli edifici. Durante la fiera ampio parco giochi per bambini con animatori. Venerdì 2 giugno Complotto Day e manifestazione canora "Io canto Così". Sabato 3 giugno spettacolo Din Don Art con Don Dino e concerto di Adriano Pappalardo. Domenica 4 giugno, Carolina di Rai YoYo e concerto di Povia.
Domenica scorsa con la celebrazione della Santa Messa si è concluso il convegno di due giorni svoltosi presso il Centro Pastorale della Diocesi di Anagni-Alatri a Fiuggi.
Torna la navetta a metano nelle zone del centro storico di Anagni. Dal prossimo 6 luglio, in seguito all’ordinanza n. 103, il comune ha predisposto la riproposizione del servizio che era stato adottato in via sperimentale durante il periodo pasquale. La navetta partirà dunque dal parcheggio di San Giorgetto e, passando per il centro storico, arriverà fino a largo Zegretti, per poi proseguire fino ad arrivare al Convitto Principe di Piemonte, e di lì tornare alla base di partenza nei pressi di San Giorgetto. Il servizio sarà gratuito e svolto su una navetta a metano. L’obiettivo è quello di “disincentivare” come ha detto il sindaco, l’uso delle auto nel centro storico, per favorire una maggiore fruizione dello stesso per residenti e turisti.
Ad Anagni l'amministrazione comunale spinge perchè i residenti del centro storico(e non solo) si prendano cura della città. Il Sindaco ci mette del suo...