Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Ambiente, inquinamento e salute: convegno con medici ed esperti del settore sabato 18 marzo al palaBancAnagni di via san Magno

9 marzo 2017

Un appuntamento promosso comitato di quartiere di Osteria della Fontana, coordinato dall'avv. Angelo Galanti, per analizzare gli effetti ed i rischi sulla salute, derivanti dall’inquinamento e dalle sue influenze su aria, acqua e alimenti; il titolo del convegno che si terrà sabato 18 marzo prossimo alle 16.30 al palaBancAnagni di via San Magno è, appunto, "Inquinamento ambientale, rischi per la salute nella Valle del Sacco". L'iniziativa è organizzata in collaborazione con le associazioni Re.Tu.Va.Sa., Anagni Viva, Agricoltori della Valle del Sacco e con i comitati di San Bartolomeo, Vignola-Monti e Tufano Insieme. Diversi ed interessanti gli interventi in scaletta, a partire da quelli dell'avv. Angelo Galanti e del dott. Giovambattista Martino, dell'associazione Medici di Famiglia per l'Ambiente di Frosinone e Provincia. Una rosa di relatrici tutta al femminile avrà il compito di fornire adeguati spunti di riflessione sull'argomento: è previsto, infatti, l'intervento della dott.ssa Margherita Eufemi, docente associata di Biochimica all'Università "La Sapienza" di Roma, della dott.ssa Cristina Volponi, cardiologa, dirigente medico dell'ospedale "F. Spaziani" di Frosinone, e della dott.ssa Teresa Petricca, pneumologa.
Parteciperanno all'evento l'avv. Antonio Pompeo, l'avv. Nicola Ottaviani e il dott. Fausto Bassetta, rispettivamente sindaci di Ferentino, Frosinone e Anagni.
"L'idea di questo convegno - spiega l'avv. Angelo Galanti - è nata dalla sensibilità del nostro comitato nei confronti della salute dei cittadini che abitano la Valle del Sacco; riteniamo, infatti, che su questo tema sia necessaria una presa di coscienza ed una assunzione di responsabilità profonda da parte di tutti, in particolare dalle professioni sanitarie chiamate a svolgere un ruolo primario di informazione, e della politica. L'appuntamento di sabato vuole essere uno stimolo anche in questo senso".


TI POTREBBERO INTERESSARE

L’inquinamento ambientale nella valle del Sacco e i rischi per la salute di chi vi abita; è stato questo il tema della partecipata riunione organizzata dal comitato di quartiere di Osteria della Fontana di Anagni che si è tenuta lo scorso martedì 7 febbraio in piazza San Giuseppe Lavoratore, cuore del rione periferico. L’evento ha avuto un gran successo – come spiegano gli stessi organizzatori; ha visto la partecipazione dei rappresentanti di numerose associazioni - tra queste ricordiamo Re.Tu.Va.Sa., “Medici di Famiglia” di Frosinone, il comitato Vignola Monti, Legambiente Anagni e il Comitato di Tufano.
Vietare qualsiasi forma di incenerimento industriale nei pressi dei centri abitati, così da fare fronte una volta per tutte all'aggravamento sistematico delle condizioni ambientali del territorio; a proporlo - in una nota inviata a questa redazione - è il presidente del comitato di quartiere di Osteria della Fontana, l'avv. Angelo Galanti (foto a sinistra).
Arrivano i primi apprezzamenti per l-aiuola" promossa dall-intento di valorizzare gli spazi verdi pubblici della città; il presidente del comitato di quartiere di Osteria della Fontana, l-organizzazione che presiede al primo cittadino Fausto Bassetta e all'amministrazione civica "per aver dato seguito alla proposta di poter sponsorizzare le aiuole".
Magico Natale 2014 a Tufano; sabato 20 dicembre e domenica 21, organizzate dal comitato "Tufano Insieme" si terranno due simpatiche giornate di festa.
Si apre una fase calcistica nuova per il popoloso quartiere di Tufano di Anagni che quest'anno - dopo oltre dieci anni di fermo - tornerà ad avere una propria squadra che militerà nel campionato di terza categoria. I colori sociali saranno il bianco e il verde, così come aveva voluto don Angelo Ricci, parroco tanti anni fa qui a Tufano e principale fautore della realizzazione di un campo di calcio proprio sui terreni della parrocchia.