Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Anagni. Parte domani, 26 febbraio, l'evento AssaporAndoAnagni

25 febbraio 2015

Si intitola AssaporAndoAnagni l'iniziativa che prende il via domani, giovedì 26 febbraio nella Città dei Papi, nata dalla collaborazione di Progetto Anagni con La Strada del Vino Cesanese.
Una serata al mese, a partire da febbraio e fino al prossimo giugno, dedicata alle eccellenze enogastronomiche del territorio: i ristoratori della Città dei Papi che hanno aderito all'evento presenteranno un menù tipico, con prodotti peculiari nella tradizione anagnina, naturalmente abbinati ai vini delle cantine che fanno parte della Strada del Vino Cesanese.
Progetto Anagni, il movimento presieduto da Vincenzo Ciprani, costituitosi lo scorso anno, ha, tra gli obiettivi prioritari proprio quello di rilanciare il territorio attraverso un percorso di valorizzazione con le eccellenze.
Da qui una collaborazione con la Strada del Vino Cesanese, esempio di strumento di sviluppo enoturistico integrato del territorio : la Strada unisce in sé itinerari dedicati ai temi della vite e del vino racchiudendo le due aree di produzione dei vini, dalla tradizione secolare, come il Cesanese (di Affile DOC e del Piglio DOCG), vino già apprezzato da Papi, imperatori e nobili romani. L’itinerario è dedicato ai piaceri del palato e all’enorme ricchezza di storia, cultura e tradizione del territorio. Il turista può, infatti, andare alla scoperta dei paesi, tra cui Anagni, che custodiscono ancora gelosamente le tracce della dominazione di popoli come Equi ed Ernici e la successiva influenza delle vicende papali, oltre alle opere lasciate da artisti del Settecento e l’Ottocento.
La storia del territorio del Cesanese è antica e nobile e da sempre caratterizzata dalla presenza del vino.
Il territorio di produzione del vino Cesanese riserva agli amanti della natura l’impressione di immergersi nel verde di vallate circondate da uno scenario di monti che, dall’alba fino al tramonto, si veste di incredibili colori.
Ed il movimento politico-culturale Progetto Anagni, rappresentato anche in Consiglio Comunale dal Gruppo che porta lo stesso nome (fa riferimento ai Consiglieri Pace, Cicconi, Lanzi ed al Presidente del Consiglio Felli), che da mesi ormai si è fatto promotore di iniziative di rilancio del territorio, ha condiviso obiettivi e proposte con la Strada del Vino Cesanese in questo importante appuntamento con il gusto e la tradizione.
L’innegabile matrice contadina della zona - è la riflessione comune - dona ai piatti i sapori forti e genuini dei prodotti della terra, rendendo questo viaggio sorprendente oltre che per la vista, anche per il palato.
Un punto di forza della gastronomia rappresentato dalla varietà dei piatti tipici e della tradizione, accompagnati da vini di qualità prodotti da aziende che si fanno anche promotrici di esperienze autentiche sulla Strada del Vino Cesanese.
Il primo appuntamento è previsto questa sera nello storico Ristorante del Gallo di Anagni: eccellenze, sapori e tradizioni, in un connubio perfetto volto a rilanciare la "perla della Ciociaria" anche in uno dei suoi punti di forza, rappresentato dal pregiato panorama enogastronomico che gelosamente custodisce ma che generosamente offre.

 

TI POTREBBERO INTERESSARE

Dal Movimento Progetto Anagni riceviamo e pubblichiamo. “Si è concluso con successo l-insegna del gusto e dell'enogastronomia ideato e organizzato dal movimento Progetto Anagni in collaborazione con la Strada del Vino Cesanese.
All-iniziativa enogastronomica itinerante "AssaporandoAnagni", curata dal sodalizio anagnino "Progetto Anagni" in sinergia con "La Strada del Cesanese".
Sulle polemiche anagnine relative alle presunte voci di rimpasto in città, oltre alla smentita da parte del gruppo Progetto Anagni, è arrivato anche il parere di Daniele Natalia consigliere di opposizione. Che ha posto l'accento su un dato probabilmente “laterale” ma non per questo meno importante. E cioè il fatto che la riunione che ha dato origine alle voci si è tenuta nella sede di Progetto Anagni.
Quasi due milioni di euro per avviare i lavori di contenimento del Rio Mola Santa Maria. E per risistemare i disagi idrogeologici segnalati da tempo nelle zone di Colle Saricone, via San Magno, Le Sassera, Coste Santa Maria, Fucigno. È l’entità del progetto approvato dalla giunta comunale di Anagni con una apposita delibera, la n.373 del 15 dicembre scorso. Dedicata appunto, alla “approvazione del progetto preliminare intervento strutturale finalizzato al contenimento dlele piene del Rio Mola santa Maria”. Il progetto prevede di effettuare lavori per complessivi 1.987.694,36 euro.
L'Istituto Comprensivo Anagni Primo ottiene il finanziamento per il progetto PON "Cittadini di Anagni... cittadini d'Europa"