Questo sito prevede l'utilizzo di cookie. Continuando a navigare si considera accettato il loro utilizzo. Ulteriori informazioni
OK

Anagni Cambia Anagni presenta una interrogazione al sindaco Daniele Natalia: "lo stato di abbandono di storiche vie di collegamento con la zona de Ju Rio impedisce il libero accesso alla fruizione dell'area"

9 ottobre 2019

Il dott. Nello Di Giulio, referente in consiglio comunale del gruppo "Anagni cambia Anagni", porta all'attenzione del sindaco Daniele Natalia e, per conoscenza, del presidente del consiglio comunale avv. Giuseppe De Luca la questione dell'abbandono delle principali vie di collegamento che, dal centro della città, portano all'area verde attraversata dal torrente denominato "Ju Rio".
"L'area in questione - spiega il dott. Di Giulio - costituisce un prezioso ecosistema millenario, ancora non stravolto nei suoi equilibri naturali ed offre testimonianze geologiche ascrivibili al periodo pliocenico, cioè a quando i mari coprivano ancora gran parte del nostro territorio. Diverse associazioni culturali ed ambientaliste, e lo stesso Corpo Forestale dello Stato, si sono più volte prodigate per censire, difendere e far conoscere il valore dell'area sul piano scientifico, storico ed ambienta. Tra l'altro - continua ancora il dott. Nello Di Giulio - insegnanti di materie scientifiche nel Liceo Classico "D. Alighieri" della nostr città hanno di recente effettuato, con un folto gruppo di studenti, un attento lavoro di studio e ricerca applicata sul campo riferibile al Programma Operativo Nazionale "Scuola per lo Sviluppo" programmato in ambito del MIUR. Tutta l'area - spiega il consigliere di Anagni cambia Anagni -  avvalorata dalla presenza di zone lacustri prossime alla storica fonte dell'Acqua Acetosa, del fortilizio Torre del Piano ai confini con il Comune di Piglio ed il contiguo Parco Naturale Ernico Simbruino, è fortemente vocata allo sviluppo dell'importante filone del turismo "slow" ambientale ed esperienziale. Oggi, lo stato di abbandono di storiche vie di collegamento impedisce il libero accesso alla fruizione dell'area, nonché rischia di favorirne un uso incontrollabile con manomissioni dell'alveo, appropriazioni indebite, scarichi abusivi ed abbandoni in mini-discariche". Stanti tali premesse, il consigliere DI Giulio ha chiesto al sindaco quali siano "le misure che l'amministrazione comunale intende adottare nel tempo per tutelare l'accesso all'area del torrente Rio salvaguardando l'ordinaria percorribilità pedonale di vie come la strada vicinale di San Lorenzo Aversa, la strada comunale Porta Tufoli-Acuto, in continuità dell'omonima storica porta cittadina e le altre due strade vicinali Arci-Pescampo e la Colle Fiore con ingresso lungo viale Matteotti, storica passeggiata della gioventù anagnina".


TI POTREBBERO INTERESSARE

Liste a sostegno della candidatura a sindaco di Nello Di Giulio
"Anagni cambia Anagni" chiede ed ottiene la rimozione dei picchetti e dei tiranti installati nell'area archeologica di Piscina; il dott. Nello Di Giulio: "grazie a chi ha supportato la nostra pubblica denuncia"
"La nomina e l’eventuale revoca di un assessore è prerogativa assoluta del sindaco. E la Retarvi gode di tutta la mia fiducia"; il sindaco Daniele Natalia replica al consigliere Nello Di Giulio: "fino ad ora l'assessora ha risposto alle aspettative"
Pista ciclabile a san Bartolomeo di Anagni. La replica dell’assessore allo Sport Jessica Chiarelli alle critiche del consigliere Nello Di Giulio: "chiedere oggi di rivedere il progetto è risibile"
Grande successo per il dibattito che si è tenuto sabato pomeriggio, 26 maggio, alla biblioteca comunale di Anagni, per illustrare la proposta di rilancio economico della zona dell’ ex Polveriera della città.